Banner
Banner
Banner

Comicus

Recensioni
Lunedì 18 Febbraio 2013 00:00

Amenità: Fantasmi

Scritto da  Dario Drago Forti

Le amenità sono le cose belle e piacevoli, quelle che rinfrancano l’anima. Chiamare così la propria antologia è una coraggiosa dichiarazione d’intenti, ma anche un impegno a presentare materiale di qualità.
Fortunatamente, con questo secondo capitolo dell’antologia Amenità, dedicato ai fantasmi e che segue il primo incentrato sui dinosauri, gli impegni sono rispettati.

Si parte alla grande con un duetto fra Roberto La Forgia (testi) e Chiara Dattola (disegni), che reinterpretano con un bianco e nero opprimente e misterioso, quasi un teatro d’ombre, la leggenda milanese di Bianca Maria Visconti, duchessa di Milano.
La seconda storia è la punta di diamante dell’antologia, il fumetto meglio riuscito. Daniele La Placa sforna infatti un racconto allucinato e grottesco, materiale che non avrebbe sfigurato su Cannibale o Frigidaire, grazie a intuizioni dissacranti (Madre Teresa Nazista, Gesù/Pinocchio a credito griffato Apple, ibrido donna-macchina Hoover adibito al sesso orale) e a un disegno surrealista con uno stile tra Salvador Dalì e l’ultra-pop.
Tocca poi ad Alice Socal, che punta i riflettori su un ragazzino onanista, e a Renata Gąsiorowska, che in un episodio di puro disegno presenta una bella carrellata di mostri provenienti dall’iconografia giapponese, a metà strada fra gli spiriti del Miyazaki de "La Città incantata" e i fantasmi di NonNonBa di Shigeru Mizuki.
Quello di Stefania Manzi è invece un disegno rotondo, per una storia comica ed estraniante, che ci presenta un buffo (e tenero) fantasmino alle prese con un ‘esame di spavento’ davanti agli occhi degli esaminatori ma soprattutto di un papà un po’ troppo assillante.
Il sesto lavoro si tuffa nell’horror, grazie al tratto tipicamente orientale di Jun Lee che imbastisce una storia di paura. Poco comprensibile la scelta di non riletterare in italiano dal giapponese, che permette al lettore di usufruire del racconto solo tramite i sottotitoli in inglese.
L’opera successiva, di Marco Lafirenza e intitolata Spettri, è una tetra storia muta con protagonisti un pittore, uno spettro e il suo gatto e trova il suo punto di forza nel disegno a matita sfumato e a un utilizzo delle ombreggiature quasi crumbiano.
Si conclude ridendo con Lucia Biagi che, come nelle migliori strisce di Calvin&Hobbes, ci mostra il racconto (di fantasia?) di una bambina imperniato su un fantasma insistente, per giustificare un fatto molto imbarazzante successo a casa di un amico.

Otto storie che compongono un’antologia ben riuscita, grazie all’alternanza di stili grafici, generi e registri che rendono piacevolmente eterogenea questa raccolta, con un buon equilibrio fra lavori dal tratto più sperimentale e episodi dal formato più classico.
A ciò si aggiunge l’alto grado di qualità media tenuto dalle storie, che concorre a fare di questo secondo volume di Amenità un piccolo gioiellino.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

La Scheda
Amenità: Fantasmi
  • Editore: Belleville Comics, C-Frames Production, I Love Pirates, Eris Edizioni
  • Formato: brossurato, 80 pagg. in b/n
  • Prezzo: € 10,00
  • Autori: Roberto La Forgia, Chiara Dattola, Daniele La Placa, Alice Socal, Renata Gąsiorowska, Stefania Manzi, Jun Lee, Marco Lafirenza, Lucia Biagi
  • Il voto della redazione:
  • Il voto dei nostri lettori:
    (3 votes)