Menu

 

 

Stan Lee accusato di molestie sessuali

  • Pubblicato in News

Il sito Daily Mail riporta che Stan Lee, il celebre creatore dell'universo Marvel, è accusato di molestie sessuali nei confonti delle infermiere che si occupavano di lui nella sua casa di Hollywood Hills.

Il fumettista 95enne, secondo le accuse, avrebbe richiesto ripetutamente "attenzioni sessuali" alle infermiere, le avrebbe palpeggiate più volte e avrebbe camminato nudo per casa. Tuttavia, nessuna denuncia formale è stata fatta alla polizia, né c'è in atto alcun procedimento legale.

L'avvocato di Lee respinge ogni tipo di accusa, definendole come false e spregievoli, dichiarando che quello in atto è un vero e proprio tentativo di estersione.

Vi terremo aggiornati sull'evolversi della vicenda.

Leggi tutto...

Disney-Pixar: molestie, John Lasseter lascia per 6 mesi

  • Pubblicato in Toon

John Lasseter, capo della Pixar e dei Walt Disney Animation Studios, nonché regista vincitore di due premi Oscar, mente della Pixar e uomo dietro ai recenti successi animati Disney, ha annunciato che lascerà il suo incarico per sei mesi dopo aver ricevuto accuse di molestie. La decisione è stata presa dallo stesso Lasseter dopo una serie di conversazioni difficili, con la Disney che ha apprezzato la sua scelta di fare un passo indietro.

Secondo quanto riportato da THR e Variety non si tratta solo di una denuncia di un dipendente, diverse persone che lavorano agli studios, infatti, avrebbero confermato la natura invasiva dei comportamenti di Lasseter verso le donne, fatto di abbracci, baci e apprezzamenti indesiderati. Un comportamento noto nell'ambiente, tanto che le donne cercavano di non incrociarlo e applicavano una mossa chiamata il "Lasseter" per evitare che il loro capo toccasse loro le gambe. Inoltre, il regista era noto anche per bere molto durante le feste aziendali.

In una lettera aperta, Lasseter ha dichiarato che il suo ruolo di capo gli impone di creare un ambiente basato su fiducia e rispetto, e si scusa se quest'aspetto è venuto meno e conclude che non vede l'ora di tornare a lavorare con il suo team nel nuovo anno.

Leggi tutto...

Gal Gadot non tornerà in Wonder Woman 2 se sarà coinvolto il produttore Brett Ratner

  • Pubblicato in Screen

Gal Gadot, non avendo ancora firmato il contratto, sarebbe decisa a non tornare nei panni dell’eroina DC Comics se non dopo l’allontanamento di Brett Ratner dal progetto.
Il produttore ha co-finanziato parte del primo capitolo cinematografico dedicato all’amazzone con la sua casa produttrice RatPac-Dune Entertainment, cosa che in un eventuale sequel si sarebbe replicata.

Ratner è stato accusato di molestie sessuali e, secondo un insider della Warner Bros, come riportato da Page Six, l’attrice israeliana non vuole essere associata al nome del produttore ed è pronta a non firmare il contratto se Ratner sarà ancora a bordo del progetto del cinecomic.

Il potere contrattuale della Gadot è forte, ma comunque la Warner Bros. ha già dichiarato in precedenza che sta rescindendo ogni legame lavorativo con Ratner, che, a sua volta, ha comunicato il proprio allontanamento dai progetti dello studio cinematografico.

Leggi tutto...

Eddie Berganza, editor DC Comics sospeso dall’incarico per le accuse di molestie sessuali

  • Pubblicato in News

Eddie Berganza, editore per la casa editrice di Superman e Batman, è stato sospeso dal proprio incarico a seguito dell’accusa di molestie sessuali. Tale procedimento è stato messo in atto a seguito di un articolo di BuzzFeed che ha rivelato anni di abusi e molestie che vedevano come vittime tre donne, di cui due ex dipendenti della DC Comics.

Una di queste, Liz Marsham, ha rivelato che, dopo l’assunzione come redattrice, Berganza l’ha baciata contro la sua volontà. Nel 2012, fu retrocesso all'incarico di Group Editor, a seguito di un incidente in un locale al WonderCon 2012 con la compagna di uno sceneggiatore (rimasto anonimo) all’epoca in casa DC Comics. Le accuse contro Berganza sono diventate pubbliche nel 2016 e, nel mese di maggio, la DC dichiarò che la società "sta rivedendo le nostre politiche, ampliando la formazione dei dipendenti sul tema e lavorando con risorse interne ed esterne per assicurarsi che queste politiche e procedure vengano rispettate e rafforzate in tutta l'azienda".

Ad oggi, la posizione della casa editrice si è rafforzata. Questa la dichiarazione: "la DC Entertainment ha immediatamente sospeso il sig. Berganza e lo ha rimosso da Group Editor della DC Comics. I nostri prossimi passi circa le accuse nei suoi confronti saranno rapidi e attenti e condividiamo le preoccupazioni dei nostri talenti, dei nostri impiegati e dei nostri fan. La DC continua ad impegnarsi per creare un ambiente di lavoro sicuro per i nostri impiegati e per chiunque sia coinvolto nella creazione dei nostri fumetti".

Berganza lavorava nella DC Comics dal 1992, ed ha curato molti dei cicli narrativi più famosi della casa editrice, incluso l'evento attuale Dark Nights: Metal.

(Via CBR)

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.