Menu

 

 

 

np6-6-28

Alessandro Diele

Alessandro Diele

Hell's Bells

Quando il rintocco della Campana dell’Inferno spalanca le porte del Tartaro, cosmi maligni si riversano sulla Terra e minacciano l’umanità. Visioni di morte e distruzione tormentano il cavaliere di bronzo della Civetta, che insieme ai suoi compagni dovrà affrontare insidie e potenti nemici per salvare il mondo dalla catastrofe.
Questa in poche righe è la trama di Saint Seiya – Episode S, il prequel a fumetti, scritto da Enrico Martini per i disegni di Gabriele Bagnoli e Michele Righetti, che apre il sommario del volumetto Hell’s Bells – tributo ai fans dei Santi di Atene (Cyrano Comics).

Non è semplice spiegare in poche righe quale sia stata e quale continui a essere la portata di un fenomeno di massa come Saint Seiya (in Italia, I Cavalieri dello Zodiaco).
Nella seconda metà degli anni Ottanta, il successo del manga e dell’anime che narravano le gesta dei Santi devoti alla dea Atena fu in un primo tempo travolgente e numerose furono le influenze che l’opera di Masami Kurumada ebbe sulle nuove leve del genere shounen, seconde probabilmente solo a quelle esercitate dal tanto osannato Akira “Dragon Ball” Toriyama.
Negli ultimi dieci anni, poi, l’universo di Saint Seiya ha conosciuto una seconda giovinezza, prima con la trasposizione in serie animata della saga di Hades, e successivamente con la messa in cantiere di prequel e sequel, sia a opera di Kurumada stesso, sia a opera di altri mangaka professionisti, sia sotto forma di serie animata (la recentissima Saint Seiya Omega).

In questo amplissimo panorama di produzioni legate al marchio dei santi, Hell’s Bells è un volumetto che non dovrebbe mancare nella libreria di ogni fan italiano della serie. In esso troviamo, infatti, una nutrita raccolta di tributi al mondo dei Cavalieri di Atena: opere prodotte dai fan per i fan, nella migliore tradizione delle doujinshi giapponesi. Con la piccola differenza che i contenuti, in questo caso, sono quasi esclusivamente scritti e disegnati da artisti italiani.
Attenzione, dunque: nessuno degli autori coinvolti è un fumettista professionista e l’alone di amatorialità pesa parecchio su alcuni dei tributi proposti in questo volumetto. Ciononostante, l’operazione nella sua interezza è indubbiamente pregevole e il risultato complessivo è soddisfacente, con alcune punte di eccellenza. Come non citare, ad esempio, perle quali la divertentissima Myth Clots di The Sparker, o l’angosciante Il predestinato, di Emiliano Fiumara, o le splendide illustrazioni a fine volume, firmate, tra gli altri, da Marco Albiero, Samantha Scuri e Fa.Gian?

A livello di cura editoriale, si nota l’ottimo livello di stampa, carta e rilegatura, ma si segnala la colpevole mancanza di un indice, che sicuramente avrebbe semplificato la fruizione dell’opera.
Precisiamo, per concludere, che il progetto Hell’s Bells, vista la sua natura di opera-tributo, non ha fine di lucro: il prezzo di copertina va inteso come parziale rimborso delle spese di lavorazione del volume, che è acquistabile solo ed esclusivamente alle fiere del fumetto presso lo stand Cyrano Comics.
Trovarlo non è difficile: basta seguire il cosmo.

Asterix 4 - Pausa nelle riprese

laurent-tirardIl sito francese Pure People riporta che le riprese di Astérix et Obélix: God Save Britannia, quarto film dedicato all'eroe gallico creato dai fumettisti René Goscinny e Albert Uderzo, sono provvisoriamente sospese a causa dello stato di salute del regista, Laurent Tirard.

Come conferma Marc Missionnier di Fidélité Films, Tirard è vittima di una malattia virale che gli impedisce momentaneamente di lavorare. Le riprese, iniziate il 5 aprile, sono state perciò interrotte improvvisamente il 16 maggio. Dalla produzione rassicurano però sulle condizioni del regista, che è stato prontamente ricoverato presso l'ospedale americano di Neuilly, in Francia.

L'uscita di Astérix et Obélix: God Save Britannia è prevista per il 17 ottobre 2012. La pellicola, che adatterà i volumi a fumetti "Asterix e i Britanni" e "Asterix e i Normanni", sarà interpretata da Edouard Baer, Gérard Depardieu, Catherine Deneuve, Fabrice Luchini, Valérie Lemercier, Charlotte Le Bon, Jean Rochefort e Vincent Lacoste.

Green Lantern: un banner con il Corpo della Lanterne Verdi

È ormai prossima l'uscita del film Green Lantern, che calcherà le sale cinematografiche tra poco più di un mese, precisamente a partire dal 17 giugno. La fase promozionale della pellicola si fa dunque sempre più serrata: dopo l'apertura dei nuovi siti virali di cui abbiamo parlato solo qualche giorno fa, è ora stata diffusa una nuova immagine, visibile qui sotto, che presenta i membri del Corpo delle Lanterne Verdi, capitanati da Hal Jordan, Kilowog e Sinestro, nell'atto di innalzare i propri anelli al cielo.

Il film, diretto da Martin Campbell, è interpretato da Ryan Reynolds, Blake Lively, Peter Sarsgaard, Mark Strong, Angela Bassett, Tim Robbins, Temuera Morrison, Jay O. Sanders, Taika Waititi, Jon Tenney, Geoffrey Rush e Michael Clarke Duncan.

newgreenlanternbannerwide

Akira: Keanu Reeves sarà Kaneda?

keanu_reeves

Il film Akira, tratto dal manga di Katsuiro Otomo, già adattato in animazione alla fine degli anni Ottanta, è in piena fase di pre-produzione e si stanno diffondendo da alcuni mesi notizie interessanti sugli attori che potrebbero essere coinvolti nel progetto.

Negli ultimi tempi sono infatti circolate voci riguardanti il coinvolgimento di attori del calibro di James Franco, Joseph Gordon-Levitt e Michael Fassbender. L’ultimo nome che è saltato fuori proprio in questi giorni, come riporta Hollywood Reporter, è quello di Keanu Reeves.

Sembra infatti che l’attore canadese abbia incontrato i rappresentanti di Warner Bros e Legendary Pictures e sia in lizza per uno dei due ruoli da protagonista, quello di Kaneda, il capo di una banda di motociclisti che dovrà indagare sulla scomparsa del suo amico Tetsuo.

Il film sarà ambientato in America anziché in Giappone e diretto da Albert Hughes.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.