Menu

 

 

Ufficiale: la Disney compra la 20th Century Fox

  • Pubblicato in Screen

Dopo le notizie delle ultime settimane, arriva l'annuncio ufficiale: The Walt Disney Co. ha comprato la 20th Century Fox. Un affare da 52,4 miliardi di dollari per acquisire la maggior parte delle risorse chiave della 21st Century Fox, inclusi i suoi studi di produzione cinematografica e televisiva. L'accordo comprende, dunque, 20th Century Fox, Fox Searchlight Pictures, Fox 2000, 20th Century Fox Television, FX Productions, Fox21, FX Networks, National Geographic Partners, Fox Sports Regional Networks, Fox Networks Group International, Star India le quote Fox di Hulu, Sky e Endemol Shine Group.

L'accordo prevedere anche di riunire sotto un'inico tetto tutte le proprietà Marvel, compresi X-Men, Deadpool e Fantastici Quattro. Ma naturalmente, anche proprietà come Avatar, I Simpson e decine di altre.

Soggetto all'approvazione dei regolatori federali, la Disney diventerà proprietaria anche delle reti di intrattenimento via cavo della Fox, come FX Networks e National Geographic, le attività televisive internazionali e il 30 per cento di interessi su Hulu. La Disney, che possiede già un 30% del servizio di streaming, avrà ora la maggioranza.

Prima che l'acquisizione venga completata, Fox trasmetterà la rete Fox Broadcasting e le stazioni locali, Fox News, Fox Business Network, FS1, FS2 e Big Ten Network in una nuova società.

È stato anche annunciato che Bob Iger, Presidente e Amministratore delegato di The Walt Disney Company, manterrà la propria posizione fino al 2021. Iger ha dichiarato:
"Siamo onorati e grati che Rupert Murdoch ci abbia affidato il futuro delle aziende che ha curato per tutta la vita, e siamo entusiasti di questa straordinaria opportunità di aumentare in modo significativo il nostro portafoglio di franchise e contenuti amati per migliorare notevolmente la nostra crescente offerta ai consumatori. L'accordo amplierà inoltre la nostra portata internazionale, consentendoci di offrire storytelling di livello mondiale e piattaforme di distribuzione innovative a più consumatori nei mercati chiave di tutto il mondo."

"Siamo estremamente orgogliosi di tutto ciò che abbiamo costruito alla 21st Century Fox, e credo fermamente che questa combinazione con Disney darà ancora più valore agli azionisti dato che la nuova Disney continua a impostare il ritmo in un'industria eccitante e dinamica" ha dichiarato Rupert Murdoch, presidente esecutivo della 21st Century Fox. "Inoltre, sono convinto che questa combinazione, sotto la guida di Bob Iger, darà vita a una delle più grandi aziende al mondo. Sono grato e felice che Bob abbia accettato di rimanere, e che guidi una squadra combinata che non è seconda a nessuno".

Leggi tutto...

Art e Dossier dedica un numero a Disney e l'Arte e al fumetto

  • Pubblicato in News

La rivista Art e Dossier, pubblicata da Giunti Editore, dedica ampio spazio nel numero 349 di dicembre al fumetto e all'Arte Disney. All'interno della rivista, infatti, troviamo tre articoli dedicati al mondo del fumetto, il primo "STORIE A STRISCE. I mille volti di Manara" di Sergio Rossi, il secondo "STUDI E RISCOPERTE.1. Antonio Rubino a Olgiate Olona. Per ogni bambino un'isola che non c'è" di Alessandro Sgueglia e, infine, "STUDI E RISCOPERTE.3. Fumetti e poesie visive nel Medioevo Comics e dintorni: una famiglia allargata?" di Mauro Zanchi.

La parte più corposa, però, è rappresentata dal Dossier "Disney e l'arte" di Marco Bussagli, di cui vi riportiamo la descrizione:

"Quel che appare solo un gioco per bambini (e certamente in gran parte lo è), il mondo di cartoni animati, fumetti, personaggi creato da Walt Disney (Chicago 1901 - Burbank 1966), rivela  in realtà un profondo legame con le arti visive e la tradizione pittorica occidentale. Punto di partenza della creatività disneyana  è il vasto repertorio fiabesco europeo, con il suo patrimonio di illustrazioni. Il dossier rintraccia modelli di ispirazione in Dalí, nei preraffaelliti, in Escher e molti altri. Ma lo sviluppo stesso di quel mondo visivo ha una sua coerenza interna, risponde ai meccanismi di ogni ambito artistico e contribuisce ad aggiungere un nuovo linguaggio, decisamente popolare, al panorama delle arti contemporanee; uno dei più vicini, forse, alla sfera della quotidianità e alla letteratura di evasione.""

Di seguito la cover del dossier mentre, nella gallery in basso, trovate la cover della rivista.

DQxciNBVwAA1eg

Leggi tutto...

Riprese le trattative fra la Disney e la Fox, annuncio in arrivo già la prossima settimana?

  • Pubblicato in Screen

Come ricorderete, un mese fa venne diffusa una notizia a dir poco incredibile: la Disney era in trattative per acquistare la Fox, tuttavia queste ultime si erano presto interrotte.

Stando invece a un nuovo rapporto della CNBC, le trattative non solo sarebbero riprese ma, addirittura, l'annuncio dell'ufficialità dell'accordo potrebbe arrivare già la prossima settimana.

Ricordiamo che in questo modo la Disney assumerebbe il controllo di un altro studio cinematografico e di un asset di produzione televisiva significativa per la propria offerta streaming, espandendosi anche fuori patria grazie alla partneship Sky in Regno Unito, Germania e Italia.
Oltre allo studio cinematografico, alla produzione televisiva e alle attività internazionali come Star e Sky, Disney avrebbe anche reti di intrattenimento come FX e National Geographic.
La Disney escluderebbe dall'accordo le reti di news e sport per non andare contro l'antitrust, possendo già canali di informazione e sportivi propri.

Leggi tutto...

Panini-Disney: le novità di gennaio

  • Pubblicato in News

Sul nuovo numero di Anteprima sono state annunciate le novità Panini/Disney per il mese di gennaio. Iniziamo segnalando l'uscita dell'ultimo numero di Tesori Made in Italy dedicato a Giorgio Cavazzano. Le altre altre novità, sono:

- Topolino 3237 vede il ritorno di Fantomius di Marco Gervasio.
Topolino 3238, previsto per il 13 dicembre, oltre a presentare l'ultima parte de La nuova Storia & Gloria della Dinastia dei Paperi, proporrà una storia celebrativa di Vito Stabile e Alessandro Perina per i 70 anni di Zio Paperone.
Topolino 3239, numero natalizio, presenterà la storia Zio Paperone e il nuovo Canto di Natale di Marco Bosco e Silvia Ziche.
Da Topolino 3240, previsto per il 27 dicembre, partirà invece la saga in 5 episodi Donald Quest, prodotta da Disney Publishing Worldwide, scritta da Stefano Ambrosio e disegnata da Andrea Freccero.

- Uack!, la collana dedicata a Carl Barks e ai suoi epigoni, riparte ancora una volta con un numero 1. Da gennaio il titolo sarà Uack! presenta Vita da Paperi dove, leggiamo, "proseguono in cronologia le storie di Walt Disney’s Comics and Stories e degli altri comic book". Ecco le info tecniche: 17 x 24, B., 128 pp., col. • Euro 5,00

- Disney Tesori International 11, non sarà più "Pippo nella storia", come annunciato in precedenza, ma sarà invece dedicato alle storie di Carl Barks che hanno ispirato la serie animata DuckTales. Info tecniche: 13,8 x 20, B., 226 pp., col. • Euro 6,90.

- Disney Legendary Collection, dopo Wizards of Mickey e di X-Mickey, ospiterà dal numero 20 la saga de I mercoldì di Pippo di Rudy Salvagnini e Lino Gorlero. Info tecniche: 17 x 24, B., 128 pp., col. • Euro 4,50.

- Al via la collana Mickey Superstar (ospitata su Super Disney). Ogni numero vede un'antologia di storie con Topolino insieme a un altro personaggio. Nel primo albo, avremo una selezione di storie con Pippo. Info tecniche: 13,8 x 20, B., 384 pp., col. • Euro 5,90.

- Previsto per gennaio anche il nuovo volume antologico Invernissimo (Disney Time 83). Tra le storie presenti: “Topolino e la neve spazzastoria” di Casty, “Paperino e l'inverno ai Tropici”, di Ennio Missaglia e Luciano Bottaro e “Pippo e gli amichevoli pupazzi di neve” di Davide Costa e Ottavio Panaro. Info tecniche: 13,9 x 18,5, B., 240 pp, col. • Euro 3,50.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.