Menu

 

 

Strange Fruit: ecco le prime immagini del nuovo lavoro di Waid e Jones

  • Pubblicato in News

Si intitola Strange Fruit il nuovo lavoro frutto della collaborazione di due grandi artisti quali lo scrittore Mark Waid e l'artista J.G. Jones. Strange Fruit è una miniserie in quattro numeri il cui esordio per il mercato USA è previsto per il prossimo mese di luglio 2015 e sarà edita dalla BOOM!Studios.

I due autori, che hanno già lavorato insieme ai tempi della serie settimanale della DC Comics, 52, hanno co-creato e co-scritto la serie, nata da un'idea dello stesso Jones, che viene introdotta come una fiction storica ambientata nel 1927 nel Mississippi, dove la comparsa di un essere potente avrà un grande impatto sulle tensioni sociali e razziali dell'epoca. La casa editrice continua, definendo la serie una "prova impegnativa e provocatoria del mito eroico", e "un progetto nato da una profonda passione personale".

Di seguito sono state diffuse la sinossi della prima uscita e, in esclusiva da CBR, alcune immagini delle tavole realizzate da Jones.

"Siamo nel 1927, nella città di Chatterlee, Mississippi, sotto incessanti piogge. Il fiume Mississippi si sta gonfiando, minacciando di rompere non solo gli argini, ma anche le divisioni razziali e sociali di queste antiche città. Un messaggero infuocato sceso dal cielo annuncia l'apparizione di un essere, uno che distruggerà la tensione a Chatterlee. Salvatore o minaccia? Dipende da che parte patteggerà. E nel frattempo, l'acqua continua rapidamente ad aumentare...".

Leggi tutto...

BOOM!Studios: svelate le cover per il decimo anniversario

  • Pubblicato in News

Buon compleanno BOOM!Studios! Anche se siamo in anticipo e la casa editrice statunitense spegnerà la decima candelina a giugno, ci vengono svelate le prime cover dell'anniversario, che sarà protagonista di ogni albo dell'editore losangelino per tutto il 2015.
Le doppie cover, sono state ideate da Scott Newman e prevedono un quartetto di artisti, uno per ogni etichetta.
Per gli albi da gennaio a marzo 2015 gli artisti incaricati sono:
Trevor Hairsine per BOOM!Studios, Joe Quinones per i titoli KaBOOM! Ramòn Perez per tutti gli albi sotto l'etichetta Archaia e il duo Shelli Paroline, Braden Lamb per le testate BOOM!Box.

Qui sotto una gallery le prime copertine.

Leggi tutto...

Peanuts: un albo speciale per celebrare il 65° compleanno di Snoopy & Co.

  • Pubblicato in News

Il 2015 è un anno molto importante per l'allegra compagnia formata da Charlie Brown, Snoopy, Lucy e il resto dei Peanuts, creazione del grande Charles M. Schulz. Infatti, sono due gli anniversari che cadono nel corso dell'anno, ovvero i 65 anni di vita editoriale di Peanuts, e i due anni di pubblicazioni targate KaBoom!, la quale ha dato nuova linfa alle storie di Snoopy e Charlie Brown, oltre a ristampare vecchie strisce.

E per celebrare degnamente queste ricorrenze, il numero 25 di Peanuts, in uscita il prossimo febbraio, avrà un formato speciale di 48 pagine, e conterrà un'unica storia, scritta da Paige Braddock, EVP e Direttore Creativo della Charles M. Schulz Creative Associates, e dallo scrittore Vicki Scott, che per l'occasione si è occupato anche dei disegni.

CBR ha avuto modo di intervistare sia Braddock che Scott, per chiacchiere su questa entusiasmante avventura che vedrà Charlie Brown e Snoopy andare in un campeggio estivo.

Partiamo col conoscere, dalle parole di Braddock, da dove nasce l'idea di questa nuova storia. "Il tutto prende il via dalle storie sul tema dei campeggi estivi scritte in passato da Schulz. È una specie di best of con le nostre gag preferite, ovviamente assemblate in un'unica storia. I lettori più adulti riconosceranno alcuni momenti. Per i giovani che non hanno familiarità con le strip, sarà semplicemnte un'avventura lunga 48 pagine".

KABOOM-Peanuts-025-A-fcf01

Braddock ci spiega che "personalmente volevo scrivere questa storia ambientata in un campo estivo da tempo, ma non una storia troppa lunga, tipo un graphic novel da 150 pagine, ne utilizzare il formato del nuovo mensile, che sarebbe risultato troppo breve. 48 pagine è la lunghezza giusta, credo. Per una persona così introversa com'era Schulz, non riesco ad immaginare cosa peggiore che trascorrere l'estate in quei campeggi da bambino. Quindi, può definire questa storia come una storia horror, ma con risvolti comici!".

In chiusura, l'EVP ci svela piccole cose sull'albo. "Una delle cose che ho voluto inserire in questa storia erano le buffonate di Snoopy e dei suoi Beagle Scouts. Abbiamo inserito molti elementi del paesaggio prendendoli dai segmenti delle storie di Schultz. Lui è stato un maestro nel disegnare i particolari di rocce, alberi, canyon e neve. Inoltre, gli uccelli come esploratori sono esilaranti".

La parola, poi, passa a Scott. Lo scrittore ci parla della difficoltà affrontata nel realizzare le nuove storie dei Peanuts. "Sono due le sfide principali da affrontare per me. La prima, e più difficile, è quella di non allontanarmi troppo dal lavoro fatto da Schulz. Il mio motto è "non fare danni". L'universo dei Peanuts è ben codificato, quindi il mio compito non è quello di guidare i personaggi in direzioni che non sono contemplate. La seconda è quella di presentare i personaggi a nuovi lettori, specialmente bambini. Lo so che il mondo dei Peanuts sembra così lontano da quello in cui viviamo oggi, non ci sono computer o cellulari, e i ragazzi possono stare fuori tutto il giorno, ma al di là di tutte queste differenze, credo che le storie principali dei personaggi siano di attualità anche per i ragazzi di oggi. Proprio come all'epoca di Sparky, i bambini vogliono sentirsi amati e utili".

I due autori ci parlano del processo creativo che sta dietro ogni nuova storia. "Io e Paige, preferiamo scrivere separatamente, come se la storia dovesse essere solo nostra. Vorrei dire che lavoriamo da soli, ma Sparky è l'origine di tutto ciò che scriviamo, realmente collaboriamo con lui. Una volta completato la scrittura, inviamo il tutto agli Schulz Studio. Le persone dello staff sono davvero attente e i loro appunti utili alla storia. I disegni vengono realizzati da una persona sola, come anche l'attività dell'inchiostratore. Credo che questo processo sia il più sensato per noi".

Continua Braddock. "Vicki ha sicuramente scritto più storie di me per la serie KaBoom!. Ha una grande voce quando scrive i Peanuts. Il suo tono è di solito il più giusto. Probabilmente avete sentito tante buone e cattive storie di collaborazioni creative per i fumetti, e credimi, questa è una bella storia. Collaborare con Vicki offre la possibilità l'un l'altro di avere un buon sistema di controllo ed equilibri. Quando si lavora su un progetto come questo, scrivere di personaggi creati da qualcun altro, c'è bisogno di avere nel proprio team persone che non abbiano paura ad essere onesti se le cose non funzionano bene. Vicki è grande in questo. Così come lo sono Lex Fajardo, Donna Almendrala, Nomi Kane, Art Roche e Jason Cooper. Ha ragione Vicki quando dice che abbiamo una grande squadra agli Schulz Studio".

Non ci resta, dunque, che aspettare il 2015 che vedrà anche l'uscita, in tutte le sale cinematografiche, del film dei Peanuts, qui il nuovo trailer, dal titolo Snoopy & Friends - Il Film.

KABOOM-Peanuts-025-B-ff51d

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.