Menu

 

 

Scottecs Megazine presenta: Dragor Boh di Sio e Dado

  • Pubblicato in News

È in uscita per Shockdom Scottecs Megazine presenta: Dragor Boh di Sio e Davide “Dado” Caporali. Di seguito trovate la sinossi dell'albo e un'anteprima con cover e tre tavole.

Sinossi

Disegnato da Dado e sceneggiato da Sio. La vita di Gokor, un alieno magico che vive in una foresta, viene stravolta da una ragazza che gli rivela che esistono dei sassi molto belli. Li cercano, vivono mille avventure e sconfiggono i cattivi in un torneo di forza.

Titolo: Scottecs Megazine presenta: Dragor Boh
Autore: Sio (testi) Davide “Dado” Caporali (disegni)
Collana: Scottecs Megazine (supplemento al numero 12)
Misure: A5
Pagine: 64
Prezzo: 4€
ISBN: 9788893360944

Bio autori

Sio (Simone Albrigi) è uno dei più conosciuti autori Shockdom, amatissimo dal pubblico e in particolare dai bambini, grazie ad un umorismo spontaneo e mai volgare. Gestisce il canale youtube Scottecs che conta più di un milione di iscritti, dove pubblica divertentissime parodie animate di brani famosi, tradotte con google tran-slate e cantate e illustrate da lui, ha collaborato con Elio e Le Storie Tese per la realizzazione del video Luigi il Pugilista, doppiato i protagonisti della serie Over The Garden Wall di Cartoon Network e collabora con Topolino come sceneggiatore.

Davide Caporali, Romano, classe 1989. Inizia a disegnare sin da bambino e dopo il liceo scientifico, nel 2008 si iscrive alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Autore di Maschera Gialla (2009), del quale nel 2011 Shockdom pubblica il free-press su carta, web, social media e mobile. Nel 2013 inizia a produrre il reboot del personaggio, apre una fan-page su Facebook e pubblica una tavola al giorno, successivamente raccolte in quattro volumi editi da Shockdom. Ha lavorato come disegnatore al primo numero di "Un vuoto incolmabile" in collaborazione con Orgoglio Nerd (Shockdom) e a "Basket Case", distribuito in edicola da Shockdom. Collabora occasionalmente come disegnatore nella rivista "Scottecs Megazine".

Leggi tutto...

Shockdom inaugura la nuova collana Yum! e pubblica Dandelion- Esprimi un desiderio

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Shockdom inaugura la nuova collana Yum! e pubblica Dandelion- Esprimi un desiderio

La casa editrice inizia la realizzazione di una serie di volumi dedicati ai più piccoli: per l’occasione, torna in una veste tutta nuova il fiabesco lavoro di Callerami e Fassio

Esce oggi in fumetteria e libreria Dandelion - Esprimi un desiderio, il fumetto di Salvo Callerami e Antonio Fassio. Il volume conterrà, oltre al primo capitolo pubblicato nel 2014, corretto e con un nuovo lettering, una corposa seconda parte inedita, che amplia ed evolve l'universo di Dandelion, e che vanta collaborazioni con autrici giovani e prestigiose come Jessica Cioffi ed Elisa Pocci Poccetta che hanno disegnato  ciascuna un capitolo nuovo della storia.

Dandelion viene pubblicato in occasione del lancio di una nuova collana di fumetti dedicata ai giovanissimi, YUM!.
Chiara Zulian, responsabile editoriale per Shockdom, spiega: “YUM! è la nuova collana Shockdom dedicata al pubblico più giovane, ogni volume è un’avventura, storie splendidamente disegnate pensate per i nostri piccoli lettori, che ruberanno il cuore anche a un pubblico adulto.” E del fumetto dichiara: “Dandelion è un piccolo gioiello. A cominciare dalla poesia con cui Salvo sa raccontare e creare un mondo magico, popolato da spiriti naturali e creature deliziose, alla delicatezza che dimostra nel trattare anche  argomenti difficili come la perdita e il ricordo, ai disegni che in modo tanto perfetto sanno rappresentare le fantasie dell’autore, fino ai colori, meravigliosi, di Antonio, che ne completano in modo assolutamente naturale le tavole; i due artisti sono complementari ed è incredibile come uno riesca a valorizzare le qualità dell’altro. Lavorare a questo volume è stata un’immersione nella poesia di cui è permeato, Dandelion merita un posto speciale nei cuori e sugli scaffali di tutti i lettori, sia dei più giovani, cui la collana YUM! è dedicata, sia degli adulti che non hanno smesso di sognare e forse, o soprattutto, a quelli che non riescono più a farlo e che con questo bellissimo volume non potranno fare a meno di ricominciare.”

Sinossi: Nel mondo in cui viviamo, magici spiriti popolano i boschi, le distese d'acqua, i deserti e le città. Sono le anime degli esseri viventi che ci hanno lasciato per raggiungere il mondo spirituale, assumendo l'aspetto che preferiscono. Tra questi spiccano la bontà e l'altruismo dei Dandelion, spiriti dei soffioni il cui scopo è infondere la speranza e realizzare i desideri espressi dagli esseri umani. Dandelion racconta le avventure e le peripezie della piccola Wema, uno spirito dei soffioni nato dal dente di Jua, Leone Sacro sua guida e saggio consigliere. Lungo il proprio percorso farà la conoscenza della Signora dei gatti e le sue lune, la bambina farfalla e le crisalidi dei nonni e scoprirà l'importanza dei ricordi e degli abbracci.

Salvo Callerami racconta: “Dandelion è un ricordo d’infanzia, una mia piccola fantasia quando raccoglievo un soffione da terra per esprimere un desiderio e questa fantasia adesso ha una sua storia a fumetti, con tanta magia, speranza e sogni che crescendo pensavo di aver perso. Tante storie, tanti personaggi, tanti desideri che arricchiscono il volume, coi miei ricordi, i fantastici colori di Antonio Fassio, il supporto dei lettori, l’immensa fiducia e stima reciproca di Shockdom e le matite di Loputyn, Pocci Pocetta, Liana Recchione, Federica Bentivegna, Simona Fabrizio. Tutti insieme per dare sostanza al mio sogno. Il volume è bellissimo, l’ho potuto avere tra le mani dopo aver atteso per ben dodici ore il corriere ma ne è valsa la pena! Spero che anche i lettori, come me, potranno sentirsi immersi nella storia e unirsi al gruppo di Wema e Jua.
Quindi che aspettate? Esprimete un desiderio!”  

Aggiunge Antonio Fassio, che ha colorato magistralmente gli splendidi disegni di Callerami: “Sono entrato nel mondo di Dandelion creato da Salvatore Callerami quasi per caso, colorando per gioco un suo disegno dopo esserci conosciuti online. Lì è nata la magia, ma ancora non lo sapevamo. Nei suoi disegni ho visto subito una potenzialità incredibile e giorno dopo giorno sono entrato in questo mondo magico. Ed è proprio di questo che mi sono preso la responsabilità: far percepire la magia della storia e dei disegni ai lettori, rendendola visibile coi colori e le atmosfere per cercare di rendere unico questo libro.”

Leggi tutto...

Il Piccolo Führer, recensione: Hitler incontra il Piccolo Principe

71khtZZkYL

L’operazione messa in atto con il libro illustrato Il Piccolo Führer non è una novità nel panorama letterario mondiale: illustri predecessori quali Alessandro Manzoni, Walter Scott oppure Howard Phillip Lovecraft hanno prodotto opere letterarie fingendosene soli scopritori. Daniele Fabbri e Stefano Antonucci hanno fatto lo stesso con il loro “Piccolo Führer”. L’idea è nata sulle fittizie e ironiche pubblicità – il gioco metanarrativo era già in atto – poste in calce al primo volume di Quando c’era lui, in cui si sponsorizza l’uscita del volume Il Piccolo Führer. Dopo poco più di un anno Fabbri e Antonucci, accompagnati da Mario Perrotta, ed editati da Shockdom, portano nelle librerie e nelle fumetterie il volume che, fin dalle prime immagini pubblicate sui social, ha raggiunto l’obiettivo previsto. Questo libro illustrato nasce con il preciso intento di ingannare con grande ironia il lettore: il nome dell’autore, che campeggia sopra il titolo, non è quella del duo Antonucci-Fabbri, bensì del dittatore tedesco Adolf Hitler, così come la biografia riportata in quarta di copertina.

illu dimensioni precise preview

Il Piccolo Führer, dunque, è un libro scritto e illustrato da Adolf Hitler con l’obiettivo, e il desiderio, di educare la gioventù tedesca ai principi del nazionalsocialismo. Sulla falsariga de Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, il dittatore ha ricostruito il proprio percorso di crescita personale attraverso gli episodi fantasiosi vissuti dal Piccolo Fuhrer in viaggio tra numerosi pianeti per poter crescere e difendere, così, la propria Rosa.

illu ritratto preview

Se il distratto e frettoloso popolo di internet ha subito frainteso l’operazione di Anonucci e Fabbri, criticando la presunta apologia nazista dei due autori, fieri di aver recuperato il raro volume di Hitler, la lettura de Il Piccolo Führer cela invece, con grande e sottile ironia, un divertente gioco storicizzante: attraverso i vari capitoli del volume, Fabbri e Antonucci ricostruiscono l’ascesa prima e la caduta poi del Fuhrer attraverso una sistematica parodia degli elementi iconici del libro di Saint-Exupéry.

Come per il testo, le illustrazioni si allineano sulla volontà di suggerire al lettore che l’opera sia un volume d’epoca: i disegni recuperano, nel tratto e nel colore, il gusto per le illustrazioni anni ’40 di prodotti per l’infanzia, con figure deformate caricaturalmente e buffe situazioni.

illu preview

Il cortocircuito tra contenuto e forma è il nucleo narrativo su cui si fonda l’intero volume che ha come limite, forse, il proprio pubblico: il lettore deve essere totalmente smaliziato, autoironico e capace di rielaborare acriticamente il testo e i disegni del libro. Così facendo, la lettura sarà costantemente accompagnata da un sorriso di intesa, scambiato virtualmente con Daniele Fabbri e Stefano Antonucci.

Leggi tutto...

Shockdom presenta Una storia del caso di Pierz

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Shockdom presenta “Una storia del caso”

Una storia realizzata a quattro mani da Pierz e Wikipedia e pubblicata dalla collana Fumetti Crudi, che la casa editrice ha presentato a Lucca Comics & Games

    Ciao Shockdom, sono Pierz! Vorrei fare un fumetto scritto dal pulsante “una voce a caso” di Wikipedia!
    E di cosa parlerà questo fumetto?
    Ah, boh.
    Ma le ambientazioni, il genere, quali saranno?
    Ah, boh.
    Ok… Ma che messaggio vuoi dare con questo fumetto?
    Vallo a sapere.
    Bene! Andiamo in stampa a Settembre.

Pierz ama raccontare così l’approccio a Shockdom, che ha deciso di pubblicare l’insolito volume realizzato dai suoi disegni e da una sequenza del tutto casuale di eventi generata da una serie di click sul pulsante “una voce a caso” di Wikipedia. E forse non è andata molto diversamente…

Una Storia del Caso, presentato in anteprima durante lo scorso Lucca Comics, narra la straordinaria avventura del valoroso [personaggio a caso] che dovrà salvare la ridente [località a caso] dalla minaccia del terribile [nemico a caso]. Con il suo fidato [comprimario a caso] e la sua amata [donzella a caso], riuscirà ad usare il potere del [oggetto a caso] per ripristinare la [cosa a caso]?

L’autore racconta: “Per questo mio nuovo fumetto (il settimo che pubblico in volume) volevo fare qualcosa di diverso, qualcosa di diverso da ogni altro lavoro di ogni altro autore. E così mi sono cimentato in una sperimentazione di scrittura affidando la trama all'algoritmo random di Wikipedia. È stato divertente e stimolante, e avere la fiducia e l'appoggio di un editore come Shockdom (nella collana Fumetti Crudi) mi ha dato il giusto slancio per lavorare ad un'iniziativa così assurda. Abbiamo fatto una cosa mai fatta prima. In quanto autore, questo è uno degli obiettivi che speravo di raggiungere fin dagli inizi.”

Gianluca Caputo, responsabile editoriale della collana Fumetti Crudi, aggiunge: “Il sogno di ogni sceneggiatore? Un automa che inventi storie da solo! Che sappia andare oltre gli algoritmi e comprendere la sottile arte del racconto individuando buone idee e scartando quelle brutte. Esiste questa macchina? Ovviamente no, ma Pierz non si è dato per vinto e come un novello Turco scacchista (se non sapete chi è cercatelo su Wikipedia) ha inventato uno stratagemma che gli assomiglia tanto: scrivere una storia con il tasto "Una voce a caso" di Wikipedia (appunto). Certo, il povero Pierz ha dovuto poi incollare, limare, stravolgere tutti i pezzi di un puzzle che una volta compiuto stenterete a crederci: una storia non solo divertente da stare male ma anche bellissima! Dopo questo esperimento il prossimo passo di Wikipedia, lo so, sarà il bottone "Una storia a caso!". Speriamo di vivere abbastanza a lungo…”

Luca "PIERZ" Piersantelli, classe '82, vive a Fano perché le altre città erano già tutte occupate. Dopo aver frequentato la Scuola Internazionale di Comics a Jesi, ha pubblicato "Ravioli Uèstern", "la BIBBIA 2", "Cit." (NPE) e "Science, bitch!" (ProGlo). Ha fatto tutti i vaccini, quindi potete sfogliare i suoi fumetti senza alcun rischio di contagio.
 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.