Menu

 

 

 

The Walking Rat: Leo Ortolani si prepara per la Notte dei Ratti Viventi

  • Pubblicato in News

Comunicato stampa:

THE WALKING RAT:

LEO ORTOLANI FIRMA LA PARODIA DELLA SERIE A FUMETTI E TV E SI PREPARA PER UN EVENTO IMPERDIBILE, LA NOTTE DEI RATTI VIVENTI!

Roma - dicembre 2014 - Un’orda di ratti zombie arriverà nelle edicole e nelle fumetterie italiane, a gennaio. Si tratta dei protagonisti di The Walking Rat, parodia a fumetti della celebre serie The Walking Dead, firmata da Leo Ortolani, creatore del personaggio cult Rat-Man. La saga si svilupperà in tre albi (numeri 106, 107, 108 della serie regolare di Rat-Man), pubblicati da Panini Comics. L’arrivo dell’orda sarà attesa già il 17 gennaio, nelle fumetterie italiane, per l’evento La notte dei ratti viventi.

Una vita sana, all’aria aperta, senza più automobili, senza più gente attaccata al cellulare, senza più stress, senza più paura delle malattie. Senza più paura di morire, perché siamo tutti già morti.

Ma mica morti morti. Morti viventi. Perché nella vita... pardon... nella morte, ci vuole sempre un po’ di ottimismo. Ed è questo che proverà a fare il protagonista di questa trilogia. Un ratto che ha dimenticato molto del passato, tanto da dover leggere il suo nome sull’etichetta del maglione, ma che ancora crede che la vita non può essere fatta solo di camminare e mangiare, camminare e mangiare…

L’idea di The Walking Rat nasce dalla passione di Leo Ortolani per la serie a fumetti e la serie tv The Walking Dead. Come nella più tipica tradizione dell’autore, i sei episodi che compongono la trilogia (due per ogni numero) sono caratterizzati da una comicità surreale, intrisa di citazioni e rimandi (in questo caso) al genere dei “morti viventi”. Non mancano i riferimenti ai personaggi della serie originale televisiva. Tuttavia, l’opera resta pienamente godibile anche per coloro che (è il caso di dirlo) sono a digiuno di carne umana.

L’uscita della saga sarà preceduta da una notte di festeggiamenti, La notte dei ratti viventi. Le fumetterie che parteciperanno all’evento potranno vendere il primo albo della trilogia , insieme a un esclusivo albetto da collezione di 16 pagine, già dalle 20:30 del 17 gennaio. In occasione della Notte dei ratti viventi, Leo Ortolani sarà presente al Panini Store di Bologna, in via Testoni 5, per una sessione di autografi.

Scheda tecnica
Formato: 16x21 cm, bross., b/n
Pagine: 64
Prezzo: € 2,50

TWR cover

LEO ORTOLANI

GLI ESORDI

Leonardo (Leo) Ortolani nasce a Pisa il 14 gennaio 1967, ma subito si trasferisce a Parma dove vive tuttora. Da sempre appassionato di fumetti, sin dall’età di 4 anni mostra una naturale predisposizione al disegno, che coltiva nel tempo. Terminati gli studi superiori si iscrive all’università di Parma, alla facoltà di Geologia, e proprio in quegli anni assistiamo alla genesi di Rat-Man, l’ormai celeberrimo topo giallo con un improbabile muso da scimmia che lo consacrerà al successo. Al suo esordio, “RAT-MAN” vince come migliore sceneggiatura a un concorso per autori esordienti, indetto dalla rivista L’ETERNAUTA. E’ il 1990. Da qui in poi, iniziano varie collaborazioni con riviste e fanzine, in particolare con Made in USA.

IL SUCCESSO

Nel maggio 1995, Leo instaura una proficua collaborazione con la casa editrice BD, che pubblica i primi albi del Ratto e la primissima edizione de La lunga notte dell’investigatore Merlo, ispirato al film Casablanca. Ha così inizio quella che sarà una lunga serie di parodie ispirate a un’altra delle passioni di Ortolani, e cioè il cinema.

Poco dopo Marvel Italia – che sarebbe poi diventata Panini Comics – pubblica Rat-Man controil Punitore, una storia breve destinata alla rivista Marvel Magazine e pubblicata nell'ottobre1996 su Wiz. Un anno più tardi, sempre Marvel Italia darà alle stampe la serie Rat-Man Collection, con periodicità trimestrale. Inizialmente la rivista raccoglie le vecchie storie di Rat-Man più alcuni crossover inediti in cui il protagonista incontra i supereroiMarvel. Nel 1998, conclusa la serie autoprodotta con la dodicesima uscita e con lo speciale Rat-Man controErinni, Rat-Man Collection passa definitivamente in edicola con periodicità bimestrale.

Parallelamente alla serie regolare, Ortolani realizza periodicamente degli speciali one-shot sotto forma di parodia, facendo il verso a film, opere letterarie o fumetti. Tra i principali ricordiamo Star Rats, Il Signore dei Ratti, 299+1, Avarat, Allen e Ratolik.

LO STILE

Le storie e le strisce di Leo Ortolani sono caratterizzate da una comicità apparentemente semplice, ma in realtà intrisa di citazioni e rimandi, più o meno espliciti, al mondo del fumetto supereroistico (per RAT-MAN) e, più in generale, alle arti visive e letterarie. In particolare, i suoi fumetti legati al mondo dei supereroi si ispirano graficamente alle opere diJack Kirby, riuscendo al contempo a rendere omaggio all'autore e a non uscire dal contesto umoristico, accorpando aspetti epici a storie in cui l'elemento grottesco e ridicolizzante sono preponderanti.

Il suo stile di disegno si evolve nel tempo, pur mantenendo un tratto smaccatamente umoristico, molto legato alla forma di fumetto della striscia.

CURIOSITÀ

Uno dei periodi più significativi per Leo è stato certamente il Servizio di Leva presso

L’Aeronautica Militare, causticamente documentato nella serie di strisce L’ultima Burba, inizialmente pubblicate in appendice a Sturmtruppen e poi nuovamente riproposte su Rat-Man Collection.

Da sempre legato alla città di Parma, nei primi anni Novanta collabora anche con La Gazzetta di Parma, che pubblica una serie di strisce intitolate Quelli di Parma, dedicate alla città.

Nel 2011 pubblica per Sperling & Kupfer il libro Due figlie e altri animali feroci. Diario di un'adozione internazionale, sulla sua personale esperienza adottiva in Colombia.

Nel gennaio 2014, si è svolta a Parma la RAT-CON, una convention dedicata all’autore e al suo personaggio che in quel mese ha festeggiato il centesimo numero.

Leggi tutto...

Esclusiva: Rat-Man continuerà a vivere dopo la fine della serie

  • Pubblicato in News

Inizialmente prevista per il numero 100, la fine di Rat-Man è rinviata a data da destinarsi ma, purtroppo, è sempre più vicina e inevitabile. Seppure non si conosce ancora con precisione quando arriverà in edicola l'ultimo albo, l'addio con il famoso personaggio creato da Leo Ortolani sembra che però non sarà del tutto definitiva. È infatti lo stesso autore che sul nostro forum, ad un lettore che sperava che dopo l'ultimo numero Ortolani proponesse qualche speciale magari a cadenza annuale, Leo ha così risposto:

"Tranquillo Il Ras! Ci sarà sempre spazio, per Rat-Man! Magari in veste di parodia di qualcosa (grazie, Disney, grazie, Lucas), o magari con storie mai narrate, che magari c'era qualcosa da dire...Seconda Squadra Segreta...Marvemouse...O, (perchè no?) infinite crisi su universi paralleli, quelli che hanno generato le parodie... :D".

Insomma, anche se l'autore si dedicherà ad altro, non lascerà Rat-Man rinchiuso in alcun cassetto. Dunque, lunga vita al ratto!

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.