Menu

 

 

 

np6-6-28

Torna per Mondadori Maxmagnus di Max Bunker e Magnus: anteprima

  • Pubblicato in News

Torna per Mondadori, nella collana Oscar Ink, Maxmagnus di Max Bunker e Magnus, la ristampa integrale della celebre opera satirica dei due autori. Di seguito trovate tutti i dettagli e un'anteprima nella gallery un basso.

"C’era una volta, «dove e quando molto bene non si sa», un castello, e nel castello un re… un re malvagio e avido, e accanto a lui, forse più malvagio e avido, il suo amministratore.

In un Medioevo tutt’altro che fiabesco, il despota Maxmagnus governa uno stuolo di sudditi pezzenti, affamati, ignoranti, che tartassa con imposte e gabelle…

Un capolavoro creato da Max Bunker e disegnato da Magnus.
Ventinove brevissime storie cariche di cinismo, humor nero e satira feroce."

Leggi tutto...

Oscar Ink: Femmes Magnifiques, anteprima - 50 donne che hanno cambiato il mondo

  • Pubblicato in News

È disponibile per Mondadori Oscar Ink il volume antologico Femmes Magnifiques che racconte le storie di 50 donne che hanno cambiato il mondo. Di seguito trovate tutti i dettagli e un'anteprima nella gallery in basso.

"Un’antologia a fumetti che celebra ogni donna capace di infrangere una barriera. Nell’arte, nella scienza e nella politica, ma anche nella vita di tutti i giorni. Femmes Magnifiques è come un libro d’avventura che spazia tra paesi, contesti culturali e dialetti molto diversi. Cos’hanno queste cinquanta donne in comune? C’è chi lavora per i diritti civili, chi per liberare altre donne e chi sul progresso tecnologico. Chi vuole affermarsi nel mondo dell’arte, della musica, della scienza, della politica, della letteratura. Chi, semplicemente, insegue il proprio sogno, e combatte per costruire il mondo in cui crede. Queste donne agiscono in tanti modi, ognuna con la sua missione, ma Femmes Magnifiques dimostra che il femminismo disegna un’unica mappa orientata a un futuro migliore."

 

Leggi tutto...

Mondadori Comics lancia la collana La grande letteratura a fumetti

  • Pubblicato in News

Mondadori Comics ha annunciato sul proprio sito il lancio di una nuova collana settimanale dal titolo La grande letteratura a fumetti. L'editore riporta:

"Una squadra di grandi scrittori, disegnatori e coloristi ha creato per ogni romanzo un adattamento a fumetti, sempre fedele al lavoro originale. Grazie al lavoro di sceneggiatura e alla qualità dei disegni e dei colori, il lettore troverà nei libri che compongono questa collana tutta l’intensità e l’atmosfera dei romanzi originali.

Con i suoi 37 volumi a colori da 56 pagine, in edizione di grande formato (21 x 26 cm), la collana avrà periodicità settimanale e sarà distribuita in tutte le edicole, fumetterie e librerie.

L’Isola del tesoro”, “Il giro del mondo in 80 giorni, “Robinson Crusoe“e “Odissea” sono solo alcuni dei volumi protagonisti di una collezione a fumetti realizzata da autori internazionali, che ripropone in versione a fumetti i grandi classici della letteratura che hanno appassionato e continuano ad appassionare intere generazioni."

La prima uscita, L’isola del tesoro, sarà disponibile in edicola, libreria, fumetteria e online dal 6 aprile al prezzo di lancio di € 1,90. I successivi volumi verranno pubblicati a € 7,90.

Di seguito trovate le cover e le sinossi delle prime tre uscite:

510jkWSydwL
L'isola del tesoro
di Robert Louis Stevenson, Christophe Lemoine, Jean-Marie Woehrel, Patrice Duplan
Il rumore del mare e il sapore dell'avventura, i personaggi indimenticabili ed estremamente originali fanno di questo capolavoro di Robert Louis Stevenson uno dei più celebri romanzi di formazione e, probabilmente, la storia di pirati per eccellenza. Questo magnifico adattamento a fumetti vi trascinerà in una folle corsa al tesoro al fianco del giovane Jim e dei suoi bizzarri, ma affascinanti complici... Seguite insieme a loro la pista della misteriosa mappa!

51YsbbWv00L
Il giro del mondo in 80 giorni
di Jules Verne e Chrys Millien
Fare il giro del mondo in 1920 ore, ovvero 115.200 minuti! È questa la folle scommessa proposta da mr. Phileas Fogg nel 1872 ai membri del Reform Club di Londra. Il gentleman trascina così il suo domestico Passepartout in una corsa sfrenata... tra piroscafi e treni, mentre viene inseguito da un agente della polizia inglese che lo crede il rapinatore della banca d'Inghilterra! Una grande avventura in cui bisognerà perfino salvare una bella ragazza indiana da un rogo, fra ponti che crollano e navi in fiamme... Una corsa contro il tempo per raggiungere la meta all'ora esatta!

51ObevX84vL
Robinson Crusoe
di Daniel Defoe, Christophe Lemoine
Nel 1652, il giovane Robinson si imbarca contro il volere di suo padre. Dopo un duro apprendistato come marinaio, diventa piantatore in Brasile, prima di ripartire con una spedizione diretta in Africa. Non arriverà mai a destinazione: una terribile tempesta, infatti, cola a picco la sua nave e lui, unico sopravvissuto al naufragio, finisce su un'isola deserta. Anno dopo anno, Robinson lotta per sopravvivere sull'isola, tentando di migliorare le proprie condizioni di vita e tormentato dalla terribile sensazione di subire un qualche castigo. Il suo unico conforto è la Bibbia... fino a quando non incontra Venerdì, un giovane indigeno che gli sconvolgerà l'esistenza.
Leggi tutto...

Historica Biografie 2: Mao Zedong, recensione: “L'altra metà del cielo”, l'altra metà della Storia

1496651284COPMao1

Scrivo questa recensione quando cade la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Coincidenza in realtà, ma occasione più che appropriata per parlare di questo volume Historica-Biografie di Mondadori Comics dedicato al Grande Timoniere della Rivoluzione cinese Mao Zedong, ma che sottopone al lettore, con forza e intelligenza, la questione del ruolo della donna nella Storia e nella società
È infatti, quella scritto da Jean-David Morvan e Frederique Voulyzè, una narrazione militante e divergente che propone, con passione e senza troppi artifici ideologici, il punto di vista di Deng Yingchao, comunista della prima ora e compagna di quel Zhou Enlai che fu uno più originali ideologi marxisti del comunismo cinese, oltre che abile e popolare diplomatico (come Ministro degli Esteri negli anni 70 riallacciò rapporti con Richard Nixon e gli USA). Ma è soprattutto un racconto dell'anima femminile della Rivoluzione, di quell'”altra metà del cielo”, nella definizione data dallo stesso Mao, che dalla fedeltà al partito e dalla militanza ebbe a guadagnare più oneri più che onori. E sofferenze. Il racconto di “Grande Sorella” Deng ci informa infatti continuamente di donne abbandonate, brutalmente giustiziate, tradite dall'uomo e dall'idea di società in cui credevano. Nomi che che recuperiamo dall'oblio: He Zizhen, Yang Kaihui. Sono le mogli e le compagne che Mao non si faceva scrupoli a sacrificare in nome delle proprie ambizioni politiche o di semplici desideri carnali.

maozedong-1

Storie molto tristi che scavano un solco immane fra le parole della propaganda attorno a Mao e la reale portata degli eventi che portarono a costruire la Cina come la conosciamo oggi. Ci sono tutti i principali eventi che ne hanno costellato la storia recente: l'apprendistato politico di Mao, la lunga marcia, il grande balzo in avanti, la rivoluzione culturale. Ma sotto lo sguardo pacato e le parole semplici e efficaci di Deng ne esce un ritratto impietoso, entro cui Mao si staglia indirettamente, come un fantasma, capace di sfruttare gli spiragli che la Storia gli offre e tuttavia incapace di aderire nella realtà a quel mito che aveva costruito intorno e che continuò a sopravvivergli.

maozedong-1

Partendo da un'attenta ricostruzione storico-iconografica, le tavole trovano la loro originalità ponendo le inquadrature quasi sempre “ad altezza uomo” e restituendo umanità alla vicende spesso inumane raccontate. I disegni Rafael Ortiz sono semplici e curati: volti “scolpiti nel legno e nella Storia”, mai impersonali. Nelle sue vignette la figura ingombrante di Mao, non occupa quasi mai un posto preponderante, molto spazio è lasciato a personaggi “secondari” e in senso più generale, attraverso scene collettive dettagliatissime, al popolo senza nome che la Rivoluzione l'ha fatta in concreto e che qui riconquista quindi visivamente i propri spazi di libertà. Belli anche i colori di Giulia Priori e Andrea Meloni che passano progressivamente dai grigi e dai toni generalmente tenui delle prima pagine ai colori caldi, mano a mano che il passo della guerra e della Rivoluzione si fa sempre più urgente.

maozedong-3

Complessivamente emerge quindi il ritratto di un idolo fragile, complesso e grande come la Cina stessa: veneratissimo all'esterno e oggetto in patria di culto della personalità e poi di prudenti revisioni e critiche mosse dall'interno. La narratrice Deng è in fondo una comunista fermamente consapevole e convinta del proprio percorso e della proprie scelte che decide di illuminare un altro percorso, quello di Mao, sbagliato, tragico e che ha tradito ideali originari di giustizia. Questa prospettiva consente un distanziamento doveroso con il lettore, permettendogli di fare raffronti, evitando le trappole di una rapida immedesimazione, e con gli autori stessi che, in modo molto intelligente, evitano le sterili polemiche, le condanne unilaterali e quindi il qualunquismo scegliendo una prospettiva che riesce a mantenere un equilibrio invidiabile fra rispetto delle ideologie di chi racconta e esigenze ineludibili di verità storica.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.