Menu

 

 

 

nintendo-sw

I Maestri dell’Avventura - L’isola del tesoro

Nel corso degli anni molti autori si sono cimentati nell’adattamento de L’isola del tesoro, il capolavoro della letteratura per ragazzi abilmente congegnato da Robert Louis Stevenson. Nomi altisonanti e dal respiro internazionale tra i quali Dino Battaglia e Hugo Pratt, ma anche preziosi artigiani del media fumetto, uniti nel segno dell’avventura.
Apparentemente perché la storia è già bella che scritta, perfetta nella sua trama coinvolgente, tanto che sarebbe sufficiente tradurla in immagini. Facile a dirsi, in realtà questa è un’iniziativa spigolosa da intraprendere: trovare una chiave di lettura, possibilmente nuova o meno consueta rispetto ai canoni tradizionali, capace di appassionare soprattutto il lettore più smaliziato, è un’impresa da far tremare i polsi. Eppure è possibile e questo volume ben realizzato dalla Star Comics all’interno della collana I Maestri dell’Avventura ne è la prova.

Dietro un segno grafico non sempre immediato e tuttavia efficace, distante dal mainstream più rassicurante e popolare, ad opera del semi esordiente Andrea Carenzi, alias Oscar, autore finora attivo maggiormente in altri ambiti artistici, lo sceneggiatore Michele Monteleone (tra i fondatori di Villain Comics e sceneggiatore anche per Aurea, Bonelli e Cosmo) focalizza l’attenzione non tanto sul capitano Long John Silver, autentico - ma banale, data la sua attitudine alla leadership - fulcro di tanti altri adattamenti dell’opera, quanto piuttosto sul giovane narratore Jim Hawkins.
Ed è una scelta saggia perché il lettore, attraverso una sceneggiatura senza fronzoli, viene costantemente consapevolizzato su quanto accade. Il ritrovamento della mappa e la conseguente caccia al tesoro, l’ingaggio della “Hispaniola”, le lotte intestine per la supremazia, l’inevitabile ammutinamento, il viaggio rocambolesco, l’incontro con personalità che simboleggiano quasi sempre nettamente il bene e il male… Tutte le tappe di un percorso anche interiore che condurranno i vari personaggi verso la loro sorte, nell’apoteosi dell’avventura intesa come un modus vivendi.

isoladeltesoro 1

Un’edizione valida nonostante le dimensioni ridotte, con un sapiente uso dei toni di grigio da parte di Oscar che compensa in questo modo la non semplice godibilità del suo tratto. Piuttosto interessante la postfazione-approfondimento firmata dal curatore e mentore della collana Roberto Recchioni, così come quella redatta dallo stesso Monteleone con i suoi sentimenti riguardo il romanzo che andava a rielaborare per questa pubblicazione.

 

Leggi tutto...

Arriva Elvis, prima serie a fumetti originale Verticomics

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Arriva Elvis, prima serie a fumetti originale Verticomics.
Ogni mercoledì solo online!

Roma, maggio 2016 - A un anno dal debutto, VERTICOMICS lancia la sua prima serie a fumetti originale: Elvis di Michele Monteleone (Dylan Dog, Orfani) e Mattia De Meo. La prima stagione sarà composta da cinque numeri disponibili ogni settimana su Verticomics - il fumetto del giorno a € 0,99. Inizia qui un percorso di produzioni inedite che VERTICOMICS porterà avanti con la già annunciata Universo A1, serie che verrà pubblicata prima da Verticomics in digitale e poi da Bao Publishing per l’edizione cartacea.

30 luglio 1969, l'uomo sbarca sulla luna. È il primo viaggio spaziale dei terrestri, ma presto scopriranno di non essere per nulla soli nell'universo. 18 anni dopo, nel 1987, New York è una megalopoli abitata da razze aliene di ogni tipo, una specie di porto franco per la criminalità di tutta la galassia. È una città pericolosa per una ragazzina... ma non per Elvis, la tostissima protagonista della storia, che fa di mestiere la cacciatrice di taglie e cerca di mettere insieme abbastanza soldi per comprare un viaggio nello spazio e ritrovare la sua famiglia. Lo sappiamo, Elvis è una femmina con il nome da maschio, ma non vi consigliamo di farglielo notare... é molto suscettibile sull'argomento!

Ogni episodio di Elvis ha un costo di € 0,99.

Per acquistare il n. 1, Big Babol e bastonate: https://store.verticomics.com/products/193307

Il prossimo numero di Elvis sarà disponibile dal 25 maggio.

VERTICOMICS è una società collegata a Verticalismi.it, primo laboratorio/magazine di fumetti online che offre spazio e organizza concorsi a premi e workshop per chi intende creare un fumetto concepito per l'esclusiva fruizione online. VERTICOMICS è controllata LVenture Group e fa parte del programma di accelerazione per start-up LUISS EnLabs.

ELVIS-verti

DOVE TROVARE VERTICOMICS

Play Market: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.VERTICOMICS.app

iTunes: https://itunes.apple.com/it/app/VERTICOMICS-fumetto-del-giorno/id989896754

Sito web: http://VERTICOMICS.com/

Facebook: https://www.facebook.com/VERTICOMICS

Twitter: https://twitter.com/VERTICOMICS

Instagram: https://instagram.com/VERTICOMICS/

Sito web: http://www.verticalismi.it

Facebook: https://www.facebook.com/Verticalismi

Twitter: https://twitter.com/verticalismi

Leggi tutto...

Crowdfunding per graphic novel Senzombra di Michele Monteleone e Marco Matrone

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Parte il crowdfunding per la graphic novel "Senzombra" di Michele Monteleone e Marco Matrone

Parte oggi la campagna di crowdfunding di
Senzombra, graphic novel ideata da Michele Monteleone, sceneggiatore di Dylan Dog e Orfani, e dal disegnatore Marco Matrone. Protagonista della storia è Tristan, un ragazzo di quindici anni in un mondo apparentemente normale, ma abitato da mostri che solo i Senzombra come Tristan possono sconfiggere! Con la campagna di crowdfunding i due autori vogliono dar vita a un volume di pregio e a gadget esclusivi.

Tristan è un ragazzo di quindici anni che, come tanti suoi coetanei, ha un'insana passione per il ramen istantaneo, una forte dipendenza dai giochi per smartphone e un'amore assoluto per i fumetti. Il mondo in cui vive Tristan è molto simile al nostro: ci sono automobili, supermercati, cellulari, ma ci sono anche i mostri! Tutti sanno dell'esistenza dei mostri, ma solo un gruppo di ragazzini orfani, guidati da uno strano demone interdimensionale noto come il Collezionista, gli dà la caccia. Questi ragazzini, a cui è stata strappata l'ombra  e la possibilità di crescere, sono noti come Senzombra. Tristan è un Senzombra e il suo lavoro è raccogliere le taglie sugli esseri che minacciano la società civile. Ha anche un’altra missone: riscattare la sua ombra, tornare a crescere e ad avere una vita normale come quella degli altri ragazzi.

Caratteristiche dalla graphic novel:
Formato: 22 x 29,5 cm, cartonato
Pagine: 80 pagine, a colori

Ricompense del crowdfunding:
oltre alla versione cartacea di Senzombra, sarà disponibile un’edizione digitale, sketch, tavole originali e molti gadget esclusivi, tra cui: adesivi, spille, t-shirt e shopper.

Campagna Indiegogo: https://igg.me/at/senzombra 
Facebook: https://www.facebook.com/Senzombra/
Preview: https://issuu.com/michelemonteleone/docs/impaginato

Leggi tutto...

Nick Banana - Gli anni segreti

Nick Banana, 54 anni, due figlie ed un divorzio, è l'uomo dietro il successo elettorale del Movimento Cinque Stalle, l'uomo capace di trasformare un comico, Peppe Grullo, e un imprenditore fallito nei leader di un partito populista in grado di raccogliere grandi consensi e influenzare il dibattito politico, economico e culturale del paese. Nick, però, è anche l'artefice della caduta del movimento, non appena questo ha iniziato ad assumere i connotati di una dittatura. Adesso, solo e senza lavoro, il nostro spin doctor decide di vendicarsi della sua creatura aiutando il Partito Confuso a trasformare il venditore di pentole Matteo Benzi nel perfetto candidato premier.   

Ma Nick Banana è anche il protagonista dei racconti satirici che il suo creatore, Nicolò "Nebo" Zuliani, posta sul suo blog. Affiancato ai testi da Michele Monteleone con le matite di Daniele "Kota" Di Nicuolo, le avventure di Nick diventano un graphic novel edito dalla Star Comics. Seguiamo, dunque, le avventure del giovane sindaco di Firenze attraverso il duro addestramento cui viene sottoposto dal guru della comunicazione. Per essere all'altezza di un vero animale da palcoscenico come Grullo, dovrà imparare a padroneggiare la merda, ovvero i nuovi media, ma soprattutto essere pronto ad affrontare un talk-show estremamente corporale e fisico.

nickb1

Ecco, finalmente, la finestra a fumetti sull'attuale scenario politico italiano. In un'epoca di incertezza in cui il partito più forte è quello degli astenuti, Zuliani decide di fotografare lo stato attuale di quelli che rappresentano i principali poli di preferenze e simpatie dei cittadini. Il primo, che cavalca l'onda del populismo, sempre pronto a fare proprie le lamentele e le frustrazioni che partono dal basso e seguire il proprio leader reprimendo i propri pensieri, e l'altro in piena crisi di identità, a metà strada tra il retaggio della sinistra e la deriva di pensiero che i suoi attuali esponenti stanno attuando. Per riuscire in quest'operazione delicata e rischiosa l'autore utilizza un'arma a lui congeniale, la satira. In questo modo, esasperando quelli che sono i tratti caratterizzanti dell'uno e dell'altro competitor, ed estremizzando le loro idee o ricette per uscire dalla palude della crisi, Zuliani smaschera le contraddizioni che emergono dai due schieramenti, svelandone la vera natura. Veniamo messi di fronte a scene che a primo impatto ci spingono a sorridere per la loro crudele comicità ma che, ben presto, lasciano in bocca un retrogusto amaro per la verità che nascondono.

Ci accorgiamo, mentre la risata inizia ad interrompersi, che il vero bersaglio di questo graphic novel non sono i politici di turno, bensì noi. Si, proprio noi, quelli pronti a credere nelle scie chimiche e nell'urinoterapia, noi convinti che gli alieni si nascondono tra la gente, noi che riempiamo le nostre bacheche di video di gattini. La rete ha trasformato la gente, regalandole diversivi che hanno distolto l'attenzione degli elettori dagli orrori della quotidianità. E in questo abbassamento della soglia dell'attenzione la politica è riuscita a chiudersi nei suoi palazzi sfarzosi, nelle sue case vista Colosseo, perdere il contatto con la realtà. E allora di colpo, ci rendiamo conto che Grullo e Benzi non sono parodia della loro controparte reale, ma sono la proiezione di chi, decisa quale corrente seguire, ha estremizzato il concetto e, persa ogni misura, urla da un palco o per strada fuori un bar le sue convinzioni, il suo dolore.

nickb2

La storia scorre veloce, mantenendo per tutto il volume alta la tensione e riempendola di continui colpi di scena. Gli autori ci fanno ridere, aprendo spesso a soluzioni di meta-fumetto che allentano la tensione, ma con il loro black-humor più di ogni altra cosa ci spingono a riflettere. La narrazione è in prima persona, e Nick, da novello Virgilio, ci mostra i nuovi dannati, i nuovi imbonitori, e per contrappasso ci ricorda che in fondo quelle macchiette comiche sono lì grazie ai nostri voti. È un personaggio scomodo questo signor Banana, estremamente antipatico, uno di quei tipi che si ama o si odia da subito. Ma nonostante questo, lui è qui, al nostro fianco a farci notare come siamo stati abili a renderci immemori, privi di valori storici cui fare riferimento. Ci hanno trasformato in pecore che a sera tornano nella loro stalla al fischio del pastore.

nick3

La copertina è opera di Lorenzo "LRNZ" Ceccotti, mentre l'intero albo è disegnato da Daniele "Kota" Di Nicuolo. La prova è davvero convincente e lo stile dell'artista ben si adegua al respiro generale dell'opera grazie ad un'essenzialità e una caratterizzazione dei personaggi che rendono piacevole la lettura. La tavola è lineare nella sua costruzione, con vignette squadrate e allineate. Il tratto è realistico ma sovente si abbandona a soluzione grottesche o cartoonesche, mantenendo sempre alto lo standard qualitativo di ogni pagina. L'aspetto predominante che cattura, però, è la dinamicità e la fisicità con la quale Di Nicuolo segue lo storytelling. La scena è dominata sempre dai protagonisti, dalle loro movenze, dalla loro gestualità, dall'espressività che dirompente segue l'incidere forte e caustico della narrazione.

E alla fine, quando la metamorfosi di Benzi è conclusa, Nick è pronto ancora una volta mettersi in gioco, ad affrontare una nuova sfida, a cogliere i desideri della gente e soddisfarli col nuovo candidato premier che giunge direttamente dagli '80. E noi ci fermiamo a riflettere su come sia stato possibile restare per anni fermi a condividere video di gattini.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.