Menu

 

 

Il Mitico Thor, recensione: il ritorno del Dio del tuono di Jurgens e Romita Jr.

MOMTH003ISBN 0

Gli anni ’90 dei comics americani sono stati uno dei periodi più vivi e interessanti della sua storia, in particolare per chi ne studia Il processo evolutivo. Il decennio, infatti, partì sotto i migliori auspici: i fumetti avevano raggiunto cifre da capogiro, molte testate si avvicinavano al milione di copie vendute al mese, quando non le superavano addirittura. Giovani autori erano alla ribalta e, consci del loro potere, fondarono un’etichetta indipendente (la Image Comics) in grado di rivaleggiare e superare Marvel e DC. Ci fu anche una speculazione mai vista: variant, copertine speciali etc., generarono un mercato collezionistico che scatenò una vera e propria mania e cifre folli. La conseguenza fu una delle maggiori crisi del settore. La Marvel, su tutte, era sull’orlo del fallimento.

Anche l’evoluzione stilistica sia visiva che narrativa portò a concepire gli eroi in maniera più dark, con corpi pompati al massimo, e con storie più cupe. Dopo che la Marvel tentò di riportare a sé alcuni talenti Image con l’operazione La Rinascita degli Eroi, arrivò la fase successiva denominata Il Ritorno degli Eroi che conciliava modernità a una visione più classica dei fumetti Marvel. In effetti l’operazione riuscì bene dando vita a serie interessanti con eccellenze come gli Avengers di Kurt Busiek e George Pérez o il Capitan America di Mark Waid, Ron Garney e Andy Kubert. All’appello, fra gli eroi, mancava però Thor di cui non si avevano più tracce.

mititco-thor-1

La Casa delle Idee fece tornare il Dio del Tuono qualche mese dopo gli altri eroi affidando la serie a Dan Jurgens, uno degli sceneggiatori/disegnatori più popolari dell’epoca che, proprio pochi anni prima, era salito agli onori della cronaca per il suo ciclo sulla morte di Superman. Jurgens, che per la Marvel aveva realizzato un breve ciclo di Sensational Spider-Man, si occuperà dei testi di Thor per ben 79 numeri e 6 anni e mezzo scrivendo un ciclo che è entrato nella storia del personaggio. Thor ritorna sulla Terra mentre Asgard è distrutta e gli dei scomparsi, Odino compreso. Nel suo lungo ciclo non solo vedremo il regno di Thor rinascere, ma assisteremo a eventi di vitale importanza quali la morte di Odino con Thor che ne prenderà il suo posto con conseguenze notevoli anche sulla sua personalità e sul suo ruolo, portando infine Asgard sopra i cieli di New York. Un ciclo, dunque, lungo e ben strutturato che porterà a pagine inedite e interessanti. Molte di queste cose, però, avverranno a run inoltrata, facciamo dunque un passo indietro.

mititco-thor-2

Al lancio della nuova serie, Jurgens viene affiancato da una superstar del fumetto Marvel: John Romita Jr. Il duo porta, in automatico, la testata in cima alla classifica di vendite. La coppia di fumettisti ha avuto il merito di coniugare gli elementi classici della serie, la mitologia cara a Jack Kirby e Walter Simonson, a un gusto moderno, soprattutto grazie alle matite esplosive di Romita Jr. che consegna una dimensione visiva di forte impatto esaltandosi negli scontri e nella definizione di Asgard.

Nell’omnibus edito da Panini Comics, dunque, sono riproposti i primi 25 numeri della testata, caratterizzati da tre grosse saghe, più i due annual 1999 e 2000 e gli albi che compongono il crossover L’Ottavo Giorno con Spider-Man e Iron Man. In questi albi facciamo conoscenza, innanzitutto, con Jake Olson, ovvero la nuova identità terrestre che lo sceneggiatore ha deciso di legare, in questa prima fase, a Thor. Olson è un paramedico che muore durante lo scontro fra i Vendicatori e il Distruttore, dove anche il Dio del Tuono ci rimette la pelle. I destini dei due, però, si intrecciano e ritornano in vita. Con Olson torna dunque anche l’ambiente ospedaliero presente nelle prime storie di Thor, quando il suo alter ego era Donald Blake, insieme al personaggio di Jane Foster.

mititco-thor-3

L’intreccio epico delle saghe, invece, vede Thor risolvere il mistero della sparizione degli dei, la battaglia con gli Dei Oscuri, la rinascita di Asgard, la battaglia con l’Incantatore e con Thanos. Jurgens è uno scrittore solido, non particolarmente introspettivo, ma capace di scrivere storie appassionanti senza perdersi in troppi fronzoli. La testata, pur partendo bene, propone però una certa ripetitività nelle saghe presentate e una lettura in sequenza non può che far risaltare quest’aspetto. Il ciclo parte dunque alla grande per poi calare d’intensità e offrire una lettura più che buona, ma tendenzialmente senza particolari guizzi e con una certa ripetitività che sparirà solo con le storie successive. Ad ogni modo, il Thor di Dan Jurgens e John Romita Jr. resta ancora oggi una lettura spettacolare e divertente che è entrata di diritto nella storia del personaggio e merita, per questo, una lettura.

Leggi tutto...

Il ritorno di Kick-Ass di Mark Millar e John Romita Jr.: anteprima e dettagli

  • Pubblicato in News

Tempo fa vi avevamo parlato dei nuovi progetti a fumetti relativi a Kick-Ass, la serie cult di Mark Millar e John Romita Jr. Ora, Entertainment Weekly ha pubblicato un'anteprima senza lettering del primo numero del nuovo ciclo, che potete vedere nella gallery in basso.

Le novità di questa pubblicazione saranno diverse. Innanzitutto la serie passa dalla Marvel Icon alla Image Comics. Kick-Ass e Kingsman, ricordiamo, sono le uniche due serie del Millarworld a non rientrare nell'accordo con Netflix.
Questa nuova incarnazione di Kick-Ass, inoltre, avrà un nuovo protagonista: Patience Lee, veterano dell'esercito nonché madre.

Per Millar, lasciata alla spalle la storia di Dave Lizewski, è tempo di passare il testimone a un personaggio completamente nuovo. "Ho sempre voluto creare una legacy come per Doctor Who o Flash, Kick-Ass è stato progettato per questo" ha dichiarato l'autore a EW. "L'idea è che lui ha ispirato altre persone a fare quello che ha fatto, semplicemente indossando un costume e ripulendo il loro quartiere, e questo è quello che succede qui."

Oltre al nuovo protagonista, cambia anche lo scenario da New York al New Mexico: "Volevo scuotere un po' l'ambientazione e spostare il tutto in New Mexico. La protagonista è una donna questa volta, una madre di 30 anni con due bambini piccoli. È anche un veterano che, tornata a casa, trova la sua vita in un contesto completamente rispetto a quando era andata in Afghanistan, quindi la dinamica della serie è molto diversa, ma allo stesso tempo il sapore è identico."

Kick-Ass #1 uscirà il prossimo 24 febbraio 2018, in occasione dei 10 anni della serie.

Leggi tutto...

SDCC17: Frank Miller parla di Superman: Year One disegnato da John Romita Jr.

  • Pubblicato in News

Già lo scorso ottobre, vi avevamo riportato la news che Frank Miller fosse al lavoro su una storia sulle origini di Superman. Lo scrittore ha parlato al San Diego Comic-Con di questa storia che parlerà dell'adolescenza di Kent a Smallville fino alla sua virilità.

"Attraverso il Cavaliere Oscuro ho toccato tutti i personaggi del pantheon DC, ma non sono mai andato a fondo su Superman", ha detto Miller a Vulture. "Nel caso della DC Comics, che ha di gran lunga la più grande e più ricca mitologia, ci sono tre pilastri fondamentali che sono Superman, Batman e Wonder Woman. Tutti gli altri personaggi in qualche modo li seguono, il che è incredibile.".

"La serie Dark Knight è tutta dal punto di vista di Batman", ha spiegato. "Ma se guardi a Dark Knight 2, vedrai un Superman molto più calmo di quello del primo Cavaliere Oscuro. Batman e Superman sono opposti. Amo Superman. Amo più Batman? Non sono persone. Sono solo linee su carta."

Superman: Year One sarà un graphic novel di 100 pagine e sarà disegnato da John Romita Jr. Di seguito la prima immagine di Miller diffusa.

MTUwMDc3NTY2Mg

Leggi tutto...

DC Comics, primo sguardo a Dark Days: The Casting #1

  • Pubblicato in News

Esce il prossimo 12 luglio Dark Days: The Casting #1 che, insieme a Dark Days: The Forge, pubblicato pochi giorni fa, andrà a completare il preludio a Dark Nights: Metal, che uscirà il 16 agosto e sarà il vero crocevia del nuovo corso post-Rinascita della DC Comics. Da esso, infatti, scaturiranno una serie di one-shot, di cui vi abbiamo riferito, e i nuovi titoli Dark Matter. Un evento ambizioso che, a detta di Scott Snyder, si prefigge di avere sull'universo DC un impatto paragonabile a quello di Crisis on Infinite Earths.

Il team creativo di The Casting è quello di The Forge, con Scott Snyder affiancato da James Tynion IV per la scrittura e Jim Lee, Andy Kubert, John Romita Jr. e altri artisti impegnati nella realizzazione grafica.

"L'attacco del Joker minaccia di rovinare i piani preparati con cura da Batman. Riuscirà il Cavaliere Oscuro a riguadagnarsi la fiducia di Green Lantern e Duke Thomas, e allo stesso tempo evitare che le forze provenienti dall'oscurità consumino il DC Universe? E gli avvertimenti di Hawkman, saranno sufficienti a impedire che gli eroi scrutino nell'abisso?".

In gallery, l'anteprima non letterata di Dark Days: The Casting #1. La cover è di Jim Lee e Scott Williams; le variant di Andy Kubert e John Romita Jr.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.