Menu

 

 

NPE Edizioni: Le firme del fumetto mondiale omaggiano Ray Bradbury

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Gli autori del fumetto mondiale omaggiano l'indimenticato Ray Bradbury, uno dei più grandi scrittori di fantascienza e autore del best-seller Fahrenheit 451.

Raymond Douglas Bradbury, insieme ad Isaac Asimov e Philip K. Dick è è considerato uno dei più grandi scrittori di fantascienza, un visionario innovatore del genere.
Raggiunse la fama con Cronache Marziane e la confermò con il suo capolavoro assoluto, Fahrenheit 451, la storia di un ipotetico mondo del futuro in cui i libri sono vietati e vengono bruciati da apposite forze di polizia. Indimenticabile il film che fu tratto dal libro dal celebre regista François Truffaut.

Alcuni dei più grandi autori viventi di fumetti, tra cui Neil Gaiman ed Eddie Campbell, hanno deciso di creare questo volume in occasione dei 5 anni dalla scomparsa del grande scrittore statunitense.
Esso contiene 9 storie a fumetti a colori che affrontano tutti i temi cari a Ray Bradbury. Alcune di esse sono adattamenti di sue opere, altre – come la storia scritta da Gaiman – prendono spunto da esse per andare oltre.
Il formato cartonato, interamente a colori con sovraccoperta, e i grandi nomi coinvolti per commemorare Bradbury, contribuiscono a conferire pregio a questa edizione, pubblicata per la prima volta in Italia.

Leggi tutto...

Fenomenologia di Diabolik, recensione: alla scoperta del mondo del Re del Terrore

COVER-Fenomenologia-di-Diabolik-low-res-RGB-per-web

Quando nel 1962 Angela e Luciana Giussani portano in edicola il primo numero di Diabolik, difficilmente avrebbero immaginato di dar vita non solo a uno dei personaggio più amati e longevi del fumetto italiano ma, addirittura, a un fenomeno culturale. L’idea era quella di creare un tascabile ideale da leggere nei viaggi che i pendolari affrontavano in treno ogni mattina, un fumetto rivolto agli adulti ispirato ai romanzi d’appendice francese stile Fantômas di Marcel Allain e Pierre Souvestre. Il resto è storia nota: Diabolik diventa un vero e proprio caso editoriale e di costume, dando vita a un intero genere, il fumetto nero, e una serie infinita di epigoni con la "K". Generando, inoltre, proteste da parte di numerose associazioni nell’Italia puritana degli anni ’60.

Diabolik è anche il primo protagonista negativo del fumetto mondiale, un ladro e un assassino, e anche se il suo carattere e il tono delle sue avventure si è mitigato nel tempo, resta un antieroe unico. Diabolik, infatti, di cui non conosciamo nemmeno il reale nome, visto che è ignoto allo stesso protagonista, in ognuno del suoi 850 albi (più speciali) si prodiga per effettuare un incredibile colpo, ai danni di ricchi o nobili, o di malavitosi. Naturalmente, ogni colpo prevede sfide da affrontare al limite dell’impossibile che Diabolik, insieme alla fidata e fedele Eva Kant, co-protagonista a tutti gli effetti della serie, dovrà superare. Ma cosa spinge Diabolik a effettuare colpi su colpi? Non certo la cupidigia, come spiegato da Andrea Carlo Cappi nel saggio Fenomenologia di Diabolik, edito da Edizioni NPE.

Fenomenologia-di-Diabolik-pg 6

In quest’agile libro di circa 100 pagine, Cappi, scrittore nonché autore di alcuni romanzi su Diabolik, parla della creatura delle sorelle Giussani non per tracciare la sua vita editoriale, parlando di storie e autori, ma analizzando tutta una serie di aspetti fondamentali nella definizione del personaggio, spiegandone anche aspetti legati alla psicologia e proponendo riflessioni interessanti. Un esempio, sull’economia. Siamo sicuri che lo stato di Clerville non debba addirittura ringraziare Diabolik piuttosto che dargli la caccia? I suoi furti, infatti, colpiscono fondi che sarebbero altrimenti rimasti fermi chiusi in una cassaforte, o addirittura si tratta di denaro sporco della mafia. Inoltre, i soldi che spende per le sue attrezzature o quelli che servono per riparare i danni da lui provocati, tengono viva l’economia di Clerville.
Altra considerazione: Diabolik fa colpi milionari, ma possiamo considerarlo un semplice benestante, non un "ricco". In effetti, il Re del Terrore non conduce una vita sfarzosa e i soldi dei suoi bottini servono a finanziare i suoi nuovi colpi. Da questo si evince che Diabolik ruba per una costante sfida con se stesso, e non per la ricchezza in sé.

Negli 11 capitoli del volume, più uno zero di presentazione, si affrontano questi temi e molti altri, come l’origine letteraria del personaggio, la geografia della serie, le declinazioni cinematografiche e animate realizzate e molto altro. Fenomenologia di Diabolik è dunque una lettura veloce e interessante anche per chi il personaggio lo segue da anni e un ottimo modo per comprenderne il suo mondo da parte di chi invece lo conosce poco.

Leggi tutto...

Edizioni NPE annuncia l'integrale di Gianni De Luca

  • Pubblicato in News

Con un post su Facebook, Edizioni NPE ha annunciato la pubblicazione dell'opera integrale di Gianni De Luca, il fumettista noto per il Commissario Spada, il ciclo shakespeariano e molte altre storie. Ecco quanto dichiarato dall'editore:

"A partire da marzo pubblicheremo bimestralmente tutti i suoi volumi ed una quantità di inediti strepitosa.

Partiremo con:
- "Shakespeariana" (volume unico con le tre opere che De Luca adattò);
- "Paulus" (praticamente un inedito, lo stile vi sconvolgerà!);
- "I Giorni dell'Impero".

In seguito annunceremo i nuovi titoli, ma già ora la collana consta di oltre 25 volumi. Come sempre bellini bellini e omogenei come le collane dedicate a Sergio Toppi, Dino Battaglia ed Attilio Micheluzzi (nonché Ivo Milazzo).

Resta solo escluso, si spera temporaneamente, il Commissario Spada, che viene pubblicato da Mondadori."

Di seguito, il post di Facebook completo:

Leggi tutto...

NPE inaugura la collana di Attilio Micheluzzi, ecco l'anteprima di Marcel Labrume

  • Pubblicato in News

È disponibile dal 26 ottobre il primo volume della collana NPE dedicata ad Attilio Micheluzzi, che ne presenterà l'opera integrale. Il primo volume è Marcel Labrume, che contiene le avventure del personaggio creato nel 1980 per la rivista Alter Alter.

"Marcel Labrume è un soldato francese di stanza in Africa settentrionale e l’anno in cui si svolgono le vicende è il 1942. Micheluzzi, grazie anche alle possibilità offerte da una rivista non destinata ai ragazzi (o almeno non solo), crea un personaggio più umano, cinico e disilluso, ricco di difetti e di contraddizioni, simbolo di una seduzione un po’ perversa, per quel suo ambiguo stato di persona poco chiara, senza ideali."

Il volume contiene entrambe le avventure di Marcel Labrume, ovvero:
– “Marcel Labrume”, storia di 48 pagine, ambientata nel Libano del 1940, pubblicata a puntate sulla rivista «Alter Alter», da ottobre 1980 a gennaio 1981;
– “Alla ricerca del tempo perduto,” storia di 84 pagine, ambientata nel Nord Africa del 1942, pubblicata a puntate sulla rivista «Alter Alter», da ottobre 1982 a giugno 1983.

Micheluzzi avrebbe dovuto lavorare a un terzo episodio ambientato in Indocina del 1947, ma non fu mai realizzato.
Di seguito, potete vedere un'anteprima del volume NPE.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.