Menu

 

 

 

np6-6-28

Commodore 64. Nostalgic edition

61EeQIm00rL

La prima cosa che balza all’occhio della copertina del volume Mondadori dedicato al Commodore 64, oltre all’enorme logo centrale, è il sottotiolo “Nostalgic Edition”. In realtà, quello delle nostalgia, è un sentimento spesso troppo predominante e che tiene in ostaggio la nostra mente offuscandone i ricordi. In un vecchio articolo affermavo provocatoriamente il rigetto di tale stato d’animo dichiarando che “nuovo è sempre meglio”, un imperativo affinché la nostra mente sia sempre aperta alle novità e non mitizzi il passato. In realtà, abbandonarsi alla nostalgia non è un male se si pone quest’ultima nella giusta prospettiva e non ci si fa soggiogare da essa. Tuttavia, parlare del Commodore non deve avere solo un valore nostalgico ma sopratutto storico e celebrativo. Ed è quello che in effetti fa il volume Mondadori.

È inevitabile che sfogliando le pagine di questo enorme libro si torni subito indietro nel tempo a un’epoca diversa da quella attuale. Il Commodore 64 è stato immesso nel mercato nel 1982 e la sua produzione è terminata 11 anni dopo, diventando così il computer più venduto della storia. Comprensibile, dunque, l’enorme affetto che ancora lo circonda. La sua particolarità si può ricercare nel fatto che la macchina si poneva come un ibrido fra un computer e una console, il cui mercato in quel periodo non stava vivendo una fase molto positiva. La sua enorme versatilità e il fatto che fosse uno strumento utile anche per studio e lavoro (ma utilizzato praticamente solo per i giochi) la resero appetibile al grande pubblico e apprezzata dagli stessi sviluppatori che, ancora oggi in un mercato di amatori, sviluppano videogame originali.

commodore-64-1

E così, sfogliando le pagine del volume la mente ritorna a quando avevo 3 anni e mi venne regalato il Commodore. Era il 1987 e ricordo ancora quei momenti come fossero ieri: il computer veniva collegato alla tv solo il sabato sera e la domenica mattina. A quel punto, inserivamo la cassetta con i giochi, digitavamo i comandi sulla tastiera e attendevano interminabili minuti di caricamento. Improvvisamente lo schermo diventava di mille colori e appariva la schermata iniziale del videogame. Ci immergevamo, così, in fantastici mondi a 8-bit pieni di pixel colorati in cui la nostra fantasia doveva sopperire a quelli che erano i limiti grafici dell’epoca. Ciò nulla toglieva al divertimento e alle ore passate con il joystick in mano.

Il volume Mondadori vuole in fondo rievocare quelle atmosfere e si presenta essenzialmente come un libro grafico, composto per il 90% da immagini a due o una pagina provenienti direttamente dai giochi con frame dal gameplay o dalla schermata iniziale mentre, in altri casi, ne viene mostrata la copertina. In un angolo leggiamo un breve commento di uno sviluppatore o di un appassionato che commenta il gioco in questione. Non c’è un intento divulgativo, non viene spiegata nel dettaglio la storia del Commodore o dei singoli giochi,  sfogliando le pagine sembra piuttosto di trovarsi davanti a un album dei ricordi. Il che non è un aspetto negativo, tutt’altro: l’opera è un libro d’arte perfettamente riuscito, interessante e dall’alto valore evocativo. Inoltre, occasionalmente, non mancano approfondimenti e interviste che ne aumentano il valore critico.

commodore-64-2

Commodore 64 – Nostalgic Edition è l’edizione italiana del volume Commodore 64: A visual commpendium, e si presenta come un must have per tutti gli amanti del mitico C64: a fronte del prezzo di copertina di 38€ è un tomo che non può mancare nelle librerie degli appassionati.

Dati del volume

  • Editore: Mondadori
  • Genere: Libro Illustrato
  • Formato: 17x23 cm, 472 pp., C., col.
  • Prezzo: 38€
  • ISBN: 978-8804680932
  • Voto della redazione: 8
Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.