Menu

 

 

 

np6-6-28

Redazione Comicus

Redazione Comicus

URL del sito web: http://www.comicus.it

317°: Iron Man, Thor, X-Men

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola
revisione testi e impaginazione di Annamaria Bajo; supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

 
Iron Man 2

Questa settimana, mentre alla Licensing Expo di Los Angeles veniva presentata una prima immagine promozionale per "Iron Man 2" ritraente appunto l'armatura del protagonista, il regista Jon Favreau è apparso in collegamento skype sulla NBC al "Late Night with Jimmy Fallon". In questa occasione, il regista non ha rivelato nulla di nuovo per quanto riguarda il film, precisando anzi che anche i suoi frequenti aggiornamenti su twitter non sono stati dei più graditi ai Marvel Studios, e facendo quindi intendere che bisogna attendersi una loro limitazione. In palese ed ironico contrasto con quanto affermava, comunque, il regista è apparso davanti al logo delle Hammer Industries, e ad un certo punto ha fatto entrare la propria mano nel campo della telecamera per grattarsi il naso… indossando un guanto di Iron Man. Il regista ha poi spiegato di trovarsi davanti a quello sfondo poiché si trattava del primo giorno di riprese sul set delle industrie di Justin Hammer (interpretato da Sam Rockwell). Nonostante l'aria giocosa e gioviale, comunque, è parso che le intenzioni della Marvel di limitare la fuoriuscita anzitempo di notizie sostanziali sulle sue produzioni sia seria.
Altra apparizione televisiva legata ad "Iron Man 2" è stata quella di Gwyneth Paltrow al "Tonight Show with Conan O'Brien" nella giornata di giovedì. L'attrice non ha raccontato molto delle riprese attualmente in essere, concentrandosi invece sui motivi che l'hanno spinta la prima volta a interpretare il ruolo di Virginia "Pepper" Potts: secondo le sue parole, la sua entrata nel cast di "Iron Man" nel 2007 dopo un periodo di lontananza dagli schermi è dovuta al fatto che la pellicola diretta da Favreau fosse il tipo di blockbuster con cui l'attrice aveva più confidenza, oltre che al desiderio di lavorare con Robert Downey Jr.
E anche Mickey Rourke è tornato negli ultimi giorni a parlare della pellicola, in occasione di un'intervista con l'inglese Guardian. L'attore ha descritto la preparazione al ruolo di Ivan/Whiplash, spiegando di aver voluto rendere l'interpretazione del personaggio quanto più realistica possibile, soprattutto considerando la sua provenienza russa: "Ho deciso di recitare metà del mio ruolo in russo, ed è difficile, perché la lingua russa non si accorda tanto facilmente con il modo di parlare l'inglese. Ho passato tre ore al giorno con un insegnante, e dopo due settimane so [solo] quattro frasi!"
Infine in settimana alcuni osservatori hanno avuto accesso a qualche set di "Iron Man 2" e, pur non potendo ancora scendere nel dettaglio delle descrizioni, hanno riportato che i set offrono molti richiami alla prima pellicola, introducendo al tempo stesso significative novità. E proprio da uno dei set della pellicola giungono ulteriori foto: si tratta della ricostruzione di una location che si riferisce al Gran Prix di Montecarlo, che, come vi abbiamo riferito tempo fa, ospiterà alcune sequenze del film.
 
 
 
Thor

Settimane movimentate per "Thor", che dopo i primi annunci riguardanti il casting sembra entrare decisamente nel vivo del suo sviluppo. Come già anticipato la settimana scorsa, l'attore Clifton Collins Jr. ha effettivamente avuto un incontro con le teste pensanti che stanno dietro "Thor": la conferma è arrivata da Collins stesso, il quale non ha però potuto chiarire quali siano stati l'oggetto e l'esito dell'incontro, limitandosi invece a tessere le lodi del lavoro portato avanti dai Marvel Studios e dal regista Kenneth Branagh.
E dopo i primi commenti forniti la settimana scorsa da Tom Hiddleston sul Loki che si appresta ad interpretare, nei giorni successivi è nuovamente intervenuto proprio Kenneth Branagh, il quale ha spiegato a grandi linee il lavoro di consultazione avvenuto finora, nonché i vari spunti avuti dalle diverse fonti fumettistiche: "Penso che [la storia di Thor abbia vari momenti] e che ognuno abbia i suoi preferiti. Gli archi narrativi recenti sono stati meravigliosi. La run di J. M. Straczynski è stata una conquista grandiosa. Ma sono andato a leggere anche indietro, ho letto archi narrativi classici e materiale d'annata. Ci sono molti Thor e molti punti di vista nelle storie che attraversano i quasi cinquant'anni del fumetto. Noi cerchiamo di prendere dal meglio. Molto del lavoro fatto finora è consistito nell'ascoltare persone che ne sanno più e meglio di me. Personalmente ho una visione molto forte di come approcciarmi alla faccenda, ma sto ancora felicemente ascoltando e imparando".
Tuttavia, l'intervento forse più interessante che si è avuto nei giorni scorsi è stato quello dello sceneggiatore Ashley Miller, che ha fornito qualche elemento in più su alcuni aspetti di massima della pellicola. In via preliminare, Miller ci ha tenuto ad abbattere le possibili distinzioni tra l'aspetto fumettistico del film e quello fantasy, sostenendo che entrambi possono accordarsi perfettamente. Lo sceneggiatore ha poi chiarito il suo pensiero su due delle questioni più delicate circa l'adattamento di Thor, vale a dire la sua natura divina e la difficoltà di calarlo nel contesto realistico ormai imposto dagli altri due film in continuity ("Iron Man" e "The Incredible Hulk") e dal prossimo "Iron Man 2": "I poteri di Thor sono divini, sì. E [la sua essenza] è un po' differente. Ma in fin dei conti, lui è un uomo. […] Non è perfetto. [All'inizio] è esuberante, arrogante. Persino presuntuoso. Conosciamo tutti quella persona. […] Il genio di Stan Lee è stato nel dare a Thor come eroe un percorso emozionale con il quale possiamo relazionarci. […] La sfida sta nel drammatizzarlo e far sì che il pubblico veda ciò che i fan hanno conosciuto e creduto riguardo il personaggio per tutto questo tempo". Simili argomenti sono stati usati da Miller per ribaltare i dubbi sullo scarso realismo del personaggio, in quanto sarebbe proprio la sua credibilità intima, più che quella "fisica", a dover essere curata per rendere credibile tutta la situazione: in tal senso, i poteri e il contesto divino non sarebbero che un contorno per la parte centrale della questione, che è appunto il personaggio. Per quanto riguarda le fonti di ispirazione, anche Miller ha confermato quanto detto da Branagh, spiegando che si è cercato di selezionare le parti migliori del materiale migliore, senza ignorare anche le origini mitiche del personaggio. Ad ogni modo, Miller ha voluto citare la gestione di Walt Simonson come un punto di riferimento particolare. Rispetto al personaggio in sé, invece, lo sceneggiatore non ha lesinato chiarimenti sul suo punto di vista: "Ruvido. Non nel senso che si voglia vedere un'angolazione genericamente 'dark' di Thor, ma nel senso che vuoi sentire la furia di Thor quando si infuria, Vuoi vederlo combattere come un demonio, prenderne quanto può e anche di più. Vuoi avere una reazione viscerale al personaggio e a quanto gli accade. […] Vuoi vedere lo sporco, la terra e il sangue. […] E quando scatena la tempesta, vuoi sentirti come se stessi vedendo il potere di un dio all'opera. Il miglior esempio che posso darti è la fine di Ultimates 2".

"Avengers Assemble"

Ashley Miller ha anche spiegato in che modo, nello sceneggiare "Thor", lui e il suo collega Zack Stentz si siano coordinati con gli scrittori e le storie degli altri film prodotti dai Marvel Studios che si andranno a inserire nello stesso contesto di continuity. A tal proposito, nei giorni scorsi è stato presentato in occasione della Licensing Expo tenutasi a Los Angeles una sorta di teaser poster delle prossime quattro pellicole Marvel ("Iron Man 2", "Thor", "The First Avenger: Captain America" e "The Avengers"). Il poster in questione presenta i loghi delle quattro pellicole legati da una sorta di sigillo con il simbolo dello S.H.I.E.L.D., l'organizzazione spionistica di sicurezza internazionale guidata da Nick Fury (interpretato da Samuel L. Jackson), già visto nel primo "Iron Man" (ma anche nel futuro "Iron Man 2"). Nonostante alcuni dei loghi presenti siano probabilmente provvisori (è evidente la somiglianza con i loghi delle testate a fumetti), il punto di interesse di questo nuovo poster risiede proprio nello stemma/slogan centrale, con la dizione "Avengers Assemble", vale a dire il classico grido di battaglia dei Vendicatori tradotto in Italia come "Vendicatori Uniti": proprio questo elemento dà una volta di più la sensazione di coesione e di un progetto di lungo periodo che riguarda i film che, per l'appunto, sfoceranno nel 2012 in "The Avengers".
Tornando a Miller, lo sceneggiatore ha così spiegato il modo di procedere fin qui adottato: "Abbiamo scritto con la storia più ampia decisamente in testa, o quanto meno con l'universo narrativo più ampio. Il nostro script affonda le radici in maniera davvero robusta nel mondo dei film Marvel. Stavamo sempre a cercare modi per connettere 'Thor' agli altri film ed eroi Marvel, anche se erano solo di passaggio. Parte del calare Thor nel mondo [narrativo della Marvel] è calarlo nel mondo specifico e funzionale nel quale abita. Quanti di quei riferimenti e connessioni riusciranno a essere nel prodotto finale è una cosa che va oltre il nostro controllo, ma [questi elementi] sono dappertutto". Miller ha infine rivelato che lo scrittore con cui hanno avuto maggiori contatti è stato Craig Kyle, nome ben noto ai lettori delle serie a fumetti Marvel, ed ulteriore indizio di come la Marvel stia adoperando anche gli scrittori della sua divisione fumettistica per dare una conformazione unitaria e coerente alla sua continuity cinematografica.

Spider-Man 4

Anche questa settimana, il regista Sam Raimi è tornato a rispondere ad alcune domande su "Spider-Man 4", ribadendo però per l'ennesima volta di non poter parlare approfonditamente della pellicola, soprattutto in considerazione del fatto che ancora non ha potuto leggere l'intera sceneggiatura che David Lindsay-Abaire sta ultimando. Raimi non si è voluto sbilanciare nemmeno per quel che riguarda il tono della pellicola, motivando anche questa riservatezza con l'imperfetta conoscenza dello script: "Abbiamo avuto ampie conversazioni ─ Tobey Maguire [l'interprete principale, ndr], io, lo scrittore e alcuni dei produttori. Abbiamo parlato di tematiche e situazioni, e io ho letto alcune delle pagine, ma prima che io abbia letto lo script nel giro di tre settimane, non sarò in gradi di dirvi che approccio userei per portarlo sul grande schermo. L'approccio dovrebbe supportare gli elementi tematici, e una volta che potrò images/rubriche/mc/090607/Hench_250.jpgmaneggiarli, sarò in una posizione migliore per parlarne".

Barbarella: nuovo regista

Pare proprio che i problemi riscontrati da Robert Rodriguez nella realizzazione del rilancio di Barbarella abbiano fermato la sua corsa su quel treno. Secondo Entertainment Weekly, infatti, Rodriguez sarebbe stato sostituito nella casella del regista da Robert Luketic ("21"), il quale sarebbe già al lavoro con il produttore Dino De Laurentiis per sviluppare a dovere la storia. Il settimanale di informazione cinematografica ha per altro riportato la dichiarazione di una fonte interna alla produzione, con una sommaria descrizione del tipo di film che bisogna aspettarsi: "Sarà una grossa avventura intergalattica con una declinazione sexy". Ricordiamo che ai tempi in cui Rodriguez era in sella come regista, l'attrice data come più probabile interprete della bella protagonista era Rose McGowan, il cui coinvolgimento pareva però strettamente legato a quello di Rodriguez stesso. Anche in questo caso, dunque, sembra sensato aspettarsi significativi cambiamenti.

Hench

Nell'ultima puntata vi abbiamo accennato al progetto di trasposizione di Hench, serie incentrata sullo scagnozzo di un terribile supercriminale. In settimana è stato intervistato al riguardo Danny McBride, ovvero colui che sarà sceneggiatore, produttore ed interprete del film. McBride ha spiegato che l'azione si svolgerà in un contesto con supereroi, i quali saranno una presenza tangibile nella vicenda: a tal proposito, essendo la Warner Bros. (proprietaria della DC Comics) coinvolta nella produzione, McBride non ha negato che adorerebbe usare anche qualche classico personaggio della DC anche solo come elemento di sfondo, anche se questa sembra un'eventualità alquanto improbabile. Più nello specifico della storia, poi, McBride ha spiegato: "Questo [film] si focalizza sull'insignificante, anonimo scagnozzo e su ciò che questo tizio fa quando smonta dal lavoro ─ dal lavorare per l'uomo più malvagio del mondo. Come si relaziona con la sua vita domestica e come salta da un lavoro all'altro… Descriveremo davvero al mondo ciò a cui vanno incontro questi scagnozzi".
Del progetto ha parlato anche il cocreatore della serie originale Adam Beechen il quale ha espresso tutto il suo entusiasmo e ha assicurato che nonostante i molteplici impegni McBride si metterà quanto prima al lavoro sullo script del film, insieme al suo cosceneggiatore Shawn Harwell. Proprio a proposito della sceneggiatura, Beechen ha affermato che qualche cambiamento rispetto alla storia originale del suo fumetto è già intervenuto: "Nel fumetto Mike [il protagonista, ndr] è un afroamericano, e questo è come l'ho sempre ritratto, Ma quando ho saputo che Danny era interessato [ad interpretarlo], ho pensato: 'Mio Dio, è perfetto'. E lo è davvero", ha concluso Beechen, sottolineando come la ricchezza di contatti e amicizie nel mondo del cinema che McBride può vantare possano costituire una risorsa aggiuntiva anche per il film.

Buck Rogers in brutte acque

Secondo un articolo della rivista Variety, il progetto di rilancio cinematografico su Buck Rogers che avrebbe dovuto avere Frank Miller alla regia sarebbe di fatto spirato, o quanto meno andrebbe incontro a importanti ostacoli. Il clamoroso flop di "The Spirit", l'altra pellicola diretta da Miller, infatti, avrebbe causato più di un problema alla casa di produzione Odd Lot Entertainment e, di riflesso, sui progetti riguardanti Buck Rogers. Pur non essendo l'unica causa dell'accaduto, l'esperienza negativa avuta con "The Spirit" avrebbe contribuito a far separare la strada della produttrice Deborah Del Prete da quella della Odd Lot dopo ventitre anni di collaborazione: proprio l'uscita della Del Prete dalla casa di produzione, di conseguenza, va a costituire una pesante ipoteca per quanto riguarda il potenziale "Buck Rogers" diretto da Frank Miller. Variety riporta inoltre una dichiarazione del presidente della Odd Lot, Gigi Pritzker, che con toni diplomatici cerca di stemperare le spigolosità della questione, confermando però di fatto che il coinvolgimento di Miller nel rilancio di Buck Rogers appare improbabile, anche se il progetto in sé non è da considerarsi necessariamente giunto al capolinea.

X-Men: Deadpool e altri possibili ritorni

Mentre "X-Men Origins: Wolverine" continua a far registrare una buona performance (è quinto alla quinta settimana di proiezione, con un incasso totale di quasi 316 milioni di dollari), i riflettori già si spostano sugli sviluppi futuri del resto del franchise mutante in mano alla 20th Century Fox. Oltre al seguito per Wolverine, uno dei progetti che sembrano essere partiti più speditamente è lo spin-off incentrato su Deadpool, personaggio appena portato al cinema dall'attore Ryan Reynolds. È stato proprio Reynolds, infatti, a fornire qualche aggiornamento in materia, confermando che il progetto è in fase di sviluppo attivo: "Sì, ci stiamo lavorando. È praticamente tutto ciò che posso dire. Lo stanno snocciolando in maniera attiva". Ma nonostante l'ostentata riservatezza, l'attore ha comunque fornito qualche elemento in più sulla direzione che si sta prendendo: "In questo momento stiamo solo provando a venire a capo della storia e immaginarci che sarà il villain e tutta quella roba lì. Io [come Deadpool] avrò una faccia tutta incasinata, e voi potreste vedere qualche flashback di Wade in anni precedenti della sua vita, ma ciò che vedrete prima di tutto è quello che c'è nei fumetti, e questo è l'obiettivo. E non c'è nessun posto migliore da cui estrarre materiale rispetto ai fumetti, che sono incredibili".
Intanto, il ritorno d'attenzione sul franchise degli X-Men garantito dall'avventura a solo di Wolverine ha fatto sì che anche diverse persone coinvolte in passato con i mutanti Marvel tornassero a mostrare il loro interesse. Il primo di questi è stato il regista Bryan Singer, generalmente amatissimo per il suo lavoro sui primi due "X-Men" e odiatissimo per il suo abbandono della terza pellicola. Singer ha dunque ribadito il suo affetto per il franchise: "Sarò eternamente legato agli X-Men. Quello che il pubblico impiega quattro ore a vedere — i primi due film — hanno preso sei anni della mia vita. Quindi, non farne parte… è un peccato. […] Naturalmente, amerei tornare a quell'universo". Su stimolo dell'intervistatore, inoltre, Singer ha anche commentato la possibilità di dirigere "X-Men Origins: Magneto", progetto in fase di sviluppo che attualmente risulta in mano a David Goyer (più conosciuto come sceneggiatore, ma già regista di "Blade: Trinity"): "L'unica cosa che mi riguarda circa Magneto è che se il prequel seguisse la traccia che ho usato io in 'X-Men', che è la storia di Magneto nel campo di concentramento, allora ho vissuto in quel mondo. 'L'Allievo', 'X-Men' e ora 'Valkyrie'… Ho vissuto nell'universo nazista per un bel pezzo. Dovrei proprio prendermi una piccola pausa prima di fare qualcosa del genere".
E dal passato del franchise è tornata questa settimana anche l'attrice Anna Paquin, interprete di Rogue in tutti e tre i film degli X-Men. Alla Paquin è stato chiesto se le piacerebbe riprendere il personaggio all'interno di "X-Men: First Class" (benché le parole dei produttori facciano dubitare che Rogue possa essere presente, in quanto il film dovrebbe concentrarsi sul primo gruppo di X-Men da giovani). L'attrice si è mostrata piuttosto propensa a riprendere il ruolo, chiarendo anche quali cambiamenti le piacerebbe introdurre: "Assolutamente sì, [mi piacerebbe tornare]. Però spererei di poter avere un po' più di azione la prossima volta. Trovo piuttosto ironico aver fatto tre grossi film d'azione e, in effetti, non aver avuto un minimo d'azione. Voglio dire, ho avuto qualche momento emozionale fantastico nella storia, ma non sono mai arrivata davvero a fare cose fisiche".

Brevi

- Anche per "Scott Pilgrim Vs the World", la pellicola diretta da Edgar Wright, è stato mostrato in settimana il primo poster ufficiale. Come potete vedere qui sotto, i personaggi sono raffigurati nella loro versione fumettistica, e non impersonati dai vari attori.


- Come vi abbiamo raccontato un paio di settimane fa, le riprese di "Jonah Hex" (del quale questa settimana sono circolate le prime foto del protagonista) si sarebbero dovute tenere in una zona paludosa della Louisiana. Questa zona è St. Charles, e qui è stata ricostruita in scala reale la replica di un battello dell'epoca della Guerra Civile, di cui è disponibile una foto.


- Ennesimo premio per Heath Ledger e per il suo Joker in "The Dark Knight". L'attore è stato premiato come "miglior villain" in occasione degli MTV Movie Awards.

- Tempo fa vi avevamo parlato di "Spider-Man: Oltre il Buio", un fan movie realizzato da Stefano Morandini, al quale avevamo rivolto alcune domande. Qualche mese fa, poi, vi avevamo rimandati al trailer su YouTube. Adesso, sempre su YouTube, è stato postato l'intero cortometraggio, che potete vedere seguendo questo link.

- L'attore Bradley Cooper ha negato di essere stato coinvolto nel casting per "Green Lantern".

- Enigmatica frase di Brian Michael Bendis su twitter: "Bozza di sceneggiatura per il film dello studio terminata. Mi sento come se avessi defecato una roba gigante". Non è ben chiaro a quale sceneggiatura Bendis si riferisse, avendo lo scrittore in ballo diversi progetti cinematografici in itinere.

- Ad una domanda su un suo possibile ritorno dietro la macchina da presa per un nuovo film su Superman, il regista Bryan Singer ha risposto con il massimo dell'incertezza, affermando che ancora tutto è da decidere.
 
Le news di questa settimana

Prime immagini di Brolin in Jonah Hex
Dunst in Spider-Man 4 e primi indizi sul villain




PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

X-Men Origins: Wolverine cinema: USA 01/05/2009, Italia 30/04/2009
Transformers: Revenge of The Fallen - cinema: USA 26/06/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Kick-Ass cinema: USA 2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009
Scott Pilgrim cinema: USA 2009
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
The Losers cinema: USA 2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.



Redazione Comicus

316°: Iron Man 2, Thor, Green Lantern (recensione script)

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola
revisione testi e impaginazione di Annamaria Bajo; supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

 
Anche questa settimana siamo in grado di offrirvi, oltre i consueti aggiornamenti, la recensione della sceneggiatura di uno dei prossimi blockbuster fumettistici, ovverosia "Green Lantern". L'attesa pellicola diretta da Martin Campbell ha tutte le carte in regola per rivelarsi uno dei grandi successi cinematografici del 2011 e con ogni probabilità a breve giungeranno prime notizie sul casting.

Buona lettura!

Iron Man 2: c'è anche War Machine?

Come vi abbiamo anticipato un paio di settimane fa, la lavorazione di "Iron Man 2" si è spostata nella location della base dell'aviazione militare Edwards, che già in occasione del primo film fece da set per alcune scene. Nei giorni scorsi, in occasione dell'arrivo del cast e della troupe alla base, sono state diffuse alcune foto ritraenti l'attore protagonista Robert Downey Jr. e il regista Jon Favreau insieme a del personale militare. Le riprese, svoltesi dall'11 al 13 maggio, hanno visto la collaborazione e il supporto di una sessantina di membri del personale della base. Il regista ha inoltre spiegato come abbia apprezzato in modo particolare il ritorno al centro di aviazione per il senso di realismo e di profondità storica che la famosa base è in grado di richiamare agli occhi dello spettatore: "Tutti questi asset militari rendono il film più autentico, e la topografia e bellezza del Deserto [del Mojave, ndr], e la linea di combattimento rendono il film grandioso. Ma sono la ricca storia della location e le profonde radici che ha con [la guerra] che danno a Tony Stark e a suo padre un pedigree nell'industria aerospaziale", ha concluso Favreau, confermando implicitamente una volta di più la parte rilevante che Howard Stark potrebbe avere nell'economia della storia. Da parte sua sull'esperienza alla Edwards Base, anche il produttore della pellicola Denis Stewart, il quale ha sottolineato l'importanza della partecipazione del personale della base alle riprese, soprattutto in considerazione della loro esperienza professionale: "Molto più del paesaggio o degli aerei, si tratta delle persone. È praticamente impossibile avere comparse che siano attori che riescano ad emulare un autentico personale militare. Il modo in cui si comportano, indossano le uniformi e parlano aggiunge altrettanto realismo al film quanto fanno gli aerei".
E intanto si è ormai giunti alla metà delle riprese per il film. Così, nei giorni scorsi Favreau è tornato anche a fare il punto spiegando brevemente alcuni aspetti di massima della storia, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo di Tony Stark: "Ci si aspetta che Tony diventi un modello da seguire, e non so se lui è pronto ad esserlo. È sottoposto a una grande pressione, e quando sei sotto pressione, credo che trovi una via di fuga. Questa è una delle linee di tensione del film". In secondo luogo, il regista ha anche parlato brevemente del personaggio di James "Rhodey" Rhodes (interpretato questa volta da Don Cheadle), facendo finalmente esplicito (anche se in parte sibillino) riferimento alla presenza di War Machine, elemento atteso da molti fan: "Rhodey farà decisamente un salto in avanti in questo film. Mettiamola così: Tony non è l'unica persona con della tecnologia in questo film".
E a proposito di gente con della tecnologia addosso, è tornato a parlare del suo coinvolgimento anche l'attore Mickey Rourke, che nella pellicola recita la parte del villain Whiplash. Rourke si è mostrato piuttosto entusiasta della sua attuale esperienza sul set di "Iron Man 2", e ha fornito qualche dettaglio in più sul suo personaggio (che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe mescolare a Whiplash anche qualche elemento della Dinamo Cremisi): "Sto davvero passando il miglior momento della mia vita! [L'approccio con il personaggio] è stato davvero brutale, perché la mia armatura […] Pesa dieci chili e mezzo. È una specie di mezza copertura, con la metà della mia pelle in vista, con un sacco di tatuaggi in russo, perché [Whiplash è appena] uscito da una zona di detenzione russa".

Scott Pilgrim Vs the World

Sta diventando ormai un uso, durante la realizzazione di alcuni film, rendere partecipi i fan di tutte le fasi di produzione attraverso una continua documentazione "in diretta" dei lavori, favorita dall'uso internet: una pratica tesa a rendere la realizzazione del prodotto un'esperienza partecipata, che sia in grado di fidelizzare i fan in quella che si potrebbe considerare una promozione anticipata di lungo periodo che poggia sull'esaltazione dell'hype.
Questo è quanto sta facendo anche il regista Edgar Wright durante la lavorazione di "Scott Pilgrim Vs the World": attraverso il sito ufficiale della pellicola, infatti, sono già stati diffusi sei video-diari di produzione, dai quali è possibile osservare alcuni costumi di scena e immaginare il grado di azione che sarà presente nel film.

Thor

Un paio di settimane fa sono stati resi finalmente noti i nomi e i volti che porteranno al cinema i personaggi di Thor e Loki nella futura pellicola Marvel. Mentre per l'attore protagonista Chris Hemsworth manca ancora la conferma definitiva da parte dei Marvel Studios, l'interprete del dio degli Inganni, Tom Hiddleston, ha invece già avuto modo di accennare brevemente del suo personaggio alla stampa: "Loki è come una versione fumettistica di Edmund in 'Re Lear', ma più malefico. […] È esperto di magia nera e stregoneria. È un mutaforma, e ha tutti quei poteri che gli derivano dalle arti oscure. Può trasformare le nubi in draghi, e cose di quel tipo". Hiddleston ha poi spiegato che il regista Kenneth Branagh intende differenziare fortemente Loki da Thor anche per quanto riguarda l'aspetto fisico, e per questo motivo, fino all'inizio delle riprese, l'attore dovrà sottostare a un preciso regime alimentare: "Ken vuole che Loki appaia con un look asciutto e famelico, come Cassio nel 'Giulio Cesare'. Fisicamente, non può essere piazzato come Thor". Si può notare con un qualche interesse l'abbondante riferimento a pièce teatrali shakespeariane fatto dall'attore, un retroterra che caratterizza fortemente anche il regista Kenneth Branagh.
Intanto, però, i due annunci principali sono ben lontani dal chiudere l'argomento casting. Come infatti ha rivelato l'attore Clifton Collins Jr. ("Star Trek") attraverso il suo microblog su Twitter, sono in corso di svolgimento i provini per assegnare le parti del film. E, per l'appunto, anche Collins parteciperà a uno di questi provini per un non meglio precisato ruolo.

X-Men Origins: Wolverine

Nel quarto finesettimana di proiezione, continua la lenta discesa in classifica di "X-Men Origins: Wolverine", che tuttavia si difende con gli artigli mantenendosi su un dignitosissimo quarto posto (anche se, considerando il week-end lungo che arriva fino a martedì scorso, ovvero il Memorial Day, la posizione del film è la sesta). Lunedì, l'incasso totale della pellicola ammontava a 310 milioni e 350 mila dollari, mentre l'incasso nel solo mercato statunitense era di 165 milioni e 354 mila dollari. Con questi dati, "X-Men Origins: Wolverine" si piazza al settimo posto nella classifica dei film Marvel che più hanno incassato (trovandosi dietro i tre "Spider-Man", "Iron Man" e gli ultimi due "X-Men"), e a giudicare dalle linee di tendenza questa dovrebbe essere la sua posizione definitiva.
Intanto, a conferma della popolarità del film su Wolverine, torna ad apparire l'attore Hugh Jackman nei panni dell'artigliato sulla copertina di una rivista di settore, Muscle and fitness Magazine.

Spider-Man 4

Qualche mese fa avevamo fatto accenno a una dichiarazione di Sam Raimi che attestava la sua passione e il suo interesse per il personaggio di Morbius. Da lì sembrerebbe essere nato un rumor (uno dei tanti) che vorrebbe proprio lo sfortunato dottor Morbius come possibile villain del prossimo "Spider-Man 4". Così, in occasione della presentazione del suo prossimo film horror, "Drag Me to Hell", il regista si è trovato di fronte a una domanda in materia e, pur senza confermare né negare l'eventualità, ha approfondito gli aspetti del vampirismo che renderebbero interessante l'uso di un simile personaggio: "Che? Non so niente, al riguardo. Penso che [i vampiri] siano molto affascinanti. Come i migliori dei villain, hanno qualche qualità positiva. Possono essere molto sexy e attrattivi, e il modo in cui ti attaccano è molto sensuale. È quasi qualcosa che desideri".
In una seconda intervista il regista ha poi spiegato di essere a conoscenza dell'antagonista su cui lo sceneggiatore David Lindsay-Abaire sta attualmente lavorando, ma di preferire non rivelarlo, in quanto il personaggio sarebbe ancora soggetto a possibili cambiamenti. Raimi ha poi spiegato la ragione di ciò chiarendo che l'identità del villain della pellicola dovrebbe essere rappresentativa del problema con cui Peter Parker si troverà ad avere a che fare e che di fatto diventerà il tema portante del film: "Con lo scrittore sto provando prima di tutto a trovare la storia [per] Peter Parker e trovare il conflitto giusto per farlo combattere, in modo che possa crescere come persona oppure cadere. Si tratta più che altro di trovare il villain che rappresenti la miglior storia per Peter", ha concluso il regista, per altro senza escludere che possa venire usato anche qualche personaggio minore. In ogni caso tutto dipenderà dalla reazione del regista stesso alla sceneggiatura, e da eventuali riscritture.

Cowboys and Aliens

È ormai da qualche anno che i diritti di Cowboys and Aliens, serie creata da Fred Van Lente e Ian Richardson, sono in giro per Hollywood, ed in particolare presso i Platinum Studios. Negli ultimi mesi, tuttavia, le cose si sono smosse, e il progetto è entrato in una prima, seria fase di sviluppo. Ad occuparsi della produzione saranno Roberto Orci e Alex Kurtzman. I due sono anche gli autori, insieme al creatore di "Lost" Damon Lindelof, della sceneggiatura che stanno sviluppando da una prima bozza realizzata da Mark Fergus (lo sceneggiatore di "Iron Man"). La fase di scrittura, secondo le parole dei due scrittori/produttori, sarebbe ormai alle battute conclusive.
Ma la cosa che più ha fatto discutere del film, nelle scorse settimane, è stato il possibile coinvolgimento di Robert Downey Jr. nel ruolo del protagonista. Dopo prime voci che davano l'attore praticamente per certo, è stato lo stesso Downey a smentirle, chiarendo che il tutto era ancora piuttosto aleatorio. Ma a rilanciare l'ipotesi dell'attore (che è già coinvolto nei franchise cinefumettistici di Iron Man e Sherlock Holmes) all'interno di questo progetto sono stati negli ultimi giorni proprio Orci e Kurtzman, facendo capire che l'eventualità non è ancora stata messa del tutto da parte e che c'è un interesse della produzione in tal senso: "Gliene abbiamo parlato. [Robert] è uno degli uomini più impegnati sulla faccia della Terra. Se riuscissimo a incastrarci con gli impegni, ci piacerebbe davvero".

Preacher

Il regista premio Oscar Sam Mendes è tornato ancora una volta, seppur brevemente, a parlare di "Preacher", l'adattamento della serie di culto targata DC/Vertigo scritta da Garth Ennis e disegnata da Steve Dillon. Mendes ha ribadito che al momento attuale John August è al lavoro sullo script del film, esplicitando per altro tutta la sua fiducia in ciò che lo sceneggiatore sta realizzando. Il regista ha inoltre spiegato che nelle loro intenzioni la pellicola non sarà affatto comprensiva dell'intera storia a fumetti, suggerendo implicitamente quanto già in precedenza affermato, ovvero che il film possa fungere più da primo capitolo per eventuali sviluppi futuri: "[John August] non metterebbe l'intera serie nel film. Sarebbe impossibile infilare tutti e nove i volumi in un unico film, che sarebbe un film veramente lungo, e neanche renderebbe giustizia [all'originale]. Non si proverà a farlo tutto, ma c'è così tanto materiale meraviglioso che proprio non saprei cosa lasciare fuori".

Brevi

- La 20th Century Fox ha annunciato l'uscita statunitense dell'home video di "Dragonball Evolution" per il 28 luglio.


- All'età di 94 anni è morta Joan Alexander, voce di Lois Lane nel programma radiofonico intitolato "The Adventures of Superman" trasmesso negli anni '40, storico show in cui nacquero molteplici elementi del mito dell'Uomo d'Acciaio, tra cui la kryptonite. Negli stessi anni, la Alexander aveva prestato la propria voce a Lois Lane anche nel doppiaggio della serie animata realizzata da Max Fleisher e in seguito, negli anni '60, nella serie intitolata "The New Adventures of Superman".

- Con una sibillina frase lasciata su Twitter, lo scrittore Brian Michael Bendis ha parlato di una "secret movie call" (segreto il film o segreta la riunione?) alquanto interessante avvenuta alla Marvel. Ricordiamo che i Marvel Studios stanno coinvolgendo vari scrittori anche del settore fumettistico in attività di brainstorming per realizzare le future pellicole della Casa delle Idee, in modo che la sinergia tra le menti creative possa contribuire a creare un quadro variegato e coerente nella continuity cinematografica targata Marvel.

- La Warner Bros. ha acquisito i diritti di trasposizione di Hench, serie creata da Adam Beechen e Mario Bello su un giocatore di football la cui carriera viene stroncata in seguito a un infortunio, e che nella ricerca di un nuovo lavoro finisce per diventare lo scagnozzo di un grosso criminale. Il film sarà prodotto, scritto e interpretato da Danny McBride, che alla sceneggiatura sarà accompagnato da Shawn Harwell, e alla produzione da Neal Moritz della Original Films e da Jason Netter della Kickstart Prods.

- Sono partiti i casting call per la nona stagione di "Smallville". Intanto, ha fatto discutere lo spostamento dello show al venerdì deciso alcuni giorni addietro: secondo alcuni, infatti, la nuova collocazione potrebbe danneggiare gli ascolti dello serial, con evidenti ricadute sul suo futuro. I responsabili del canale CW hanno comunque affermato la loro completa fiducia nel fatto che l'ormai consolidata base di fan di "Smallville" non abbandonerà il serial.

- La New Line Cinema ha lasciato scadere i diritti di adattamento di Hawaiian Dick, la serie Image creata da B. Clay Moore e Steve Griffin, nominata anche agli Eisner Award nel 2004. In quello stesso anno la New Line aveva acquistato i diritti, rinnovandoli poi nel 2006. Moore ha comunque affermato che le speranze per un film non sono del tutto morte, e che uno script è già sul tavolo.

- In una recente dichiarazione l'attrice Megan Fox ha silurato senza pietà l'ipotesi di vederla nei panni di Wonder Woman nel tanto tormentato adattamento del personaggio che prima o poi potrebbe vedere la luce. La Fox ha descritto esplicitamente il personaggio come "sconclusionato", e pur riconoscendo che dal punto di vista della sua carriera potrebbe rappresentare il salto definitivo, non ha avuto esitazioni nel dirsi non interessata.
 
 


PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

X-Men Origins: Wolverine cinema: USA 01/05/2009, Italia 30/04/2009
Transformers: Revenge of The Fallen - cinema: USA 26/06/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Kick-Ass cinema: USA 2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009
Scott Pilgrim cinema: USA 2009
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
The Losers cinema: USA 2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.



Redazione Comicus

315°: Kick-Ass, Jonah Hex, Iron Man, Thor

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola e Luca Montebarocci
revisione testi e impaginazione di Annamaria Bajo; supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

Kick-Ass

Nel relativo silenzio che circonda la postproduzione di "Kick-Ass", ogni tanto spunta qualche novità. Nei giorni scorsi è stata intervistata l'attrice Yancy Butler (l'interprete di Sara Pezzini nel telefilm "Witchblade"), che nel film diretto da Matthew Vaughn interpreta il personaggio di Angie D'Amico, moglie del cattivo Frank D'Amico (Mark Strong) e madre di Red Mist (Christopher Mintz-Plasse). La Butler ha raccontato di aver brevemente preso parte alle riprese del film nel mese di novembre a Londra, per circa una settimana e mezza. Inoltre, l'attrice ha affermato di essere rimasta colpita dalla portata degli effetti speciali presenti nel film, nonché dalla premessa di fondo della storia del fumetto originale scritto da Mark Millar e disegnato da John Romita Jr.: "Le prove e le tribolazioni di un ragazzo al liceo che prova a diventare il perfetto supereroe sono piuttosto interessanti… e comiche".

Jonah Hex

Giungono alcuni aggiornamenti direttamente dal set di "Jonah Hex", in Lousiana. Andando in ordine, un paio di settimane fa le riprese si sono tenute a New Orleans, in Dumaine Street, una delle strade della città con le case più antiche e tipiche: in questa occasione è stata girata una scena che ha visto la partecipazione di Megan Fox all'interno di quello che dovrebbe essere un locale poco raccomandabile. Una settimana dopo l'azione si è invece spostata nella località di Francisville, sul Mississippi. Infine, questa settimana la troupe e il cast si sono spostati per girare delle scene in una zona paludosa adiacente proprio al fiume Mississippi. Le riprese del film dovrebbero concludersi intorno al 20 giugno.

Iron Man 2

Continuano spedite le riprese di "Iron Man 2", ormai a meno di un anno dall'uscita prevista nei cinema statunitensi. Nei giorni scorsi sono filtrate alcune foto riguardanti un set in costruzione per un film intitolato "Rasputin", che come abbiamo già detto è il nome in codice con cui ci si riferisce a "Iron Man 2". Il set in costruzione mostra delle proporzioni considerevoli e si trova presso la Diga Sepulveda, come la maggior parte della produzione del film in California, presso la San Francisco Valley, lungo la 101 Ventura Freeway. La Diga Sepulveda ha già funto in molteplici occasioni da location per diversi film.
 

 
Intanto, dal set di "Iron Man 2" giungono anche immagini "rubate" di un allenamento che vede coinvolto l'attore Robert Downey Jr., e che rivela un Tony Stark/Iron Man con doti combattive tutt'altro che scontate.
 


 
Thor

All'inizio della settimana vi abbiamo riferito la notizia secondo cui sarebbero finalmente stati trovati gli interpreti principali per "Thor", diretto da Kenneth Branagh: si tratta di Chris Hemsworth per Thor e Tom Hiddleston per Loki. Nei giorni seguenti, però, i Marvel Studios hanno confermato ufficialmente solo Hiddleston, mentre riguardo Hemsworth (che fu il primo dei due su cui trapelò qualcosa) non è ancora giunta nessuna notizia di carattere definitivo. Va però detto che il suo nome rimane comunque, al momento, quello a cui guardare, non essendo giunta alcuna smentita né dalla Marvel, né dall'attore stesso: l'ipotesi più probabile è dunque che le fasi finali delle trattative si stiano protraendo piuttosto a lungo, cosa per altro abbastanza plausibile dato che Hemsworth dovrebbe sicuramente firmare, oltre che per "Thor" e suoi eventuali sequel, anche per "The Avengers". La particolare tipologia di contratti che la Marvel sta mettendo in campo, dunque, potrebbe essere una spiegazione più che sufficiente, anche se per avere elementi certi non ci resta che attendere.

X-Men Origins: Wolverine

Al suo terzo fine settimana di presenza nelle sale cinematografiche statunitensi, "X-Men Origins: Wolverine" ha lasciato anche il secondo posto scivolando al terzo, con un esito abbastanza scontato visto l'esordio di "Angeli e Demoni" (il secondo posto è invece di "Star Trek"). Buona non solo la resistenza sul podio, ma anche il livello degli incassi, con un ulteriore importo di 14,8 milioni di dollari che porta il totale statunitense a 151 milioni. L'incasso internazionale ammonta invece a circa 123 milioni di dollari, portando il totale a poco più di 247 milioni.
Intanto, Entertainment Weekly ha confermato quella che è ormai una consuetudine, ovvero che l'attore Taylor Kitsch (che ha appena portato Gambit al cinema) ha firmato per altri due film incentrati su Wolverine.

Green Lantern

In una recente intervista, Sol Romero, moglie del regista di "Green Lantern" Martin Campbell, ha rivelato di avere una parte nel film, anche se non ha specificato in cosa questa consista e quale ne sia la portata. Inoltre, senza scendere nei dettagli della storia, l'attrice ha fornito quelle che sono state le sue impressioni di massima: "Personalmente penso che il film sarà più grande di qualsiasi altro film fumettistico, tipo 'Spider-Man'. […] Ci sarà davvero un sacco d'azione e di intrattenimento". La Romero ha inoltre dichiarato che al momento si è attivamente al lavoro sul casting, e che proprio per questo motivo è ora necessario tenere una certa riservatezza.

Spider-Man 4

Anche questa settimana Sam Raimi è tornato a parlare di "Spider-Man 4", la quarta pellicola sull'Arrampicamuri per cui curerà la direzione. Il regista ha confermato ancora una volta che nel giro di poche settimane dovrebbe ricevere una prima bozza dello script da parte dello sceneggiatore David Lindsay-Abaire. Inoltre, Raimi è tornato su uno dei punti che più appassionano i fan (come anche i detrattori) dei primi tre film, ovvero la presenza dell'attrice Kirsten Dunst, il cui ritorno è ancora avvolto dall'incertezza: "Le ho parlato, e lei è molto eccitata da questa possibilità". Raimi ha però spiegato di non aver ancora confermato nulla all'attrice, in quanto aspetterebbe di valutare in base allo script l'opportunità di un suo ritorno: "Penso che avrò bisogno di leggere la sceneggiatura e accertarmi che tutto ciò di cui abbiamo parlato funzioni, prima di poter onestamente dirvi come la cosa potrebbe andare".
Riguardo l'altro interprete principale, invece, il regista ha spiegato di aver accettato di tornare dietro la macchina da presa per questo film proprio per il coinvolgimento di Tobey Maguire, ribadendo che l'esperienza accumulata riguardo il personaggio in occasione dei primi tre film sarà un bagaglio preziosissimo per indagare più a fondo l'essenza umana di Peter Parker. Proprio questa difatti sarebbe la "missione" che il regista si è imposto e il motivo di fondo per cui si è interessato al quarto capitolo sull'Arrampicamuri, avendo ben presente la volontà di cambiare direzione rispetto alle esperienze precedenti. A tal riguardo, Raimi ha anche dichiarato di tenere in gran conto le critiche mosse ai suoi precedenti film ─ e in particolare a "Spider-Man 3" ─ sostenendo che non ripeterà alcuni errori come l'eccessiva lunghezza, ma preferendo non sbilanciarsi circa la quantità di antagonisti che verranno contrapposti a Spider-Man (elemento, anche questo, per cui il regista attende la sceneggiatura).

Teenage Mutant Ninja Turtles

Dopo l’annuncio del mese scorso sul nuovo progetto di rilancio cinematografico delle Tennage Mutant Ninja Turtles, è ovviamente tornato l'interesse attorno ai personaggi, soprattutto in considerazione del fatto che siamo al venticinquesimo anniversario dalla loro creazione. Dopo un primo intervento del cocreatore Peter Laird, a parlare del nuovo progetto è stato nei giorni scorsi il produttore Scott Mednick, già coinvolto a vario titolo nei rilanci cinematografici di Superman e Batman (oltre che in "300"), il quale ha confermato a sua volta che si procederà con un reboot del franchise: "È esattamente questo il caso, è certamente il modo in cui lo stiamo immaginando. […] Ciò che vogliamo fare è realizzare la storia in una forma [che abbiamo modo di realizzare] avendo tecnologie ed abilità che non avevamo 25 anni fa, così da poter dire ai fan 'Questa è la storia', e attrarre un'intera nuova generazione di fan che allora potrà ripartire insieme a noi". Dal punto di vista dell'impostazione generale, Mednick ha spiegato che la cosa più probabile sarà un mix delle prime storie con elementi che siano però più adatti al nuovo pubblico d'inizio 2000. Su un piano più contenutistico, volendo raccontare l'origine dei personaggi, la presenza di Shredder non è oggetto di molti dubbi.
Il produttore è poi tornato su uno dei punti di maggior dubbio riguardanti la futura pellicola, ovvero il modo in cui le quattro Tartarughe e il Maestro Splinter verranno realizzati. Mednick ha così di fatto confermato quanto anticipato da Laird, ovvero un mix di live action e CGI: "Siamo nelle fasi iniziali di sviluppo del progetto, quindi ancora non è stata presa alcuna decisione definitiva. Ad ogni modo, detto questo, posso dirvi che sì, è un film in live action. Per un po' abbiamo considerato una versione animata delle Tartarughe, ma se si torna ai film originali, erano in live action. […] Quindi useremo la computer grafica dove necessario, e useremo il migliori costumisti di cui disponiamo", ha concluso il produttore facendo riferimento, a titolo esemplificativo, ai due "Hellboy".
Sul fronte del casting, Mednick ha ovviamente messo le mani avanti spiegando che si è in una fase troppo prematura per poterne parlare, anche se ha rivelato di essere già stato contattato da diversi professionisti con una gran passione per i personaggi. In ogni caso, naturalmente, il lavoro cruciale da svolgere al momento è quello sulla storia.

Takeru e Paradise Kiss per il grande schermo

Due manga sono stati presi di mira per essere trasposti in forma di un film live action. Il primo di questi è Takeru, di Buichi Terasawa, che si avvarrà della regia di Takeshi Miike ("Yatterman"). Takeru racconta la storia di un ninja in un mondo immaginario fatto di echi di un Giappone antico e futuribile al contempo. La sceneggiature del film, che avrà un budget intorno ai 30 milioni di dollari e si avvarrà delle tecniche di green screen, è stata commissionata a Yoshiya Nagasawa.
Per quanto riguarda Paradise Kiss, invece, il progetto è in mano alla Fox International e alla casa di produzione nipponica IMJ, che intenderebbero sviluppare il manga di Ai Yazawa in un film in lingua giapponese, con un budget di 3 o 4 milioni di dollari. Paradise Kiss si incentra su una giovane studentessa liceale introdotta nel mondo della moda e che avvia una carriera nel settore, scoprendola come sua passione.

Watchmen home video

La settimana scorsa abbiamo iniziato a parlarvi di alcuni contenuti che saranno presenti nelle edizioni home video di "Watchmen" (le quali si preannunciano come il modo più approfondito di approcciarsi alla pellicola diretta da Zack Snyder), presentandovi inoltre le copertine del DVD e del Blu-ray Disc dell'edizione director's cut. Oltre a potervi mostrare altre immagini delle confezioni, è stato ora annunciato che l'uscita statunitense dell'home video è prevista per il 21 luglio (in anticipo di una settimana rispetto a quanto precedentemente annunciato). Il film uscirà in edizione da un DVD nella sua versione cinematografica, e in edizione a due DVD e due Blu-ray Disc per il director's cut (che conterrà 24 minuti aggiuntivi rispetto quanto visto al cinema). In seguito, probabilmente verso la fine dell'anno, dovrebbe uscire la versione "definitiva" del film, con l'integrazione de "I Racconti del Vascello Nero", uscito a parte, ormai anche in Italia.
Ma le maggiori novità riguardo l'home video sembrano riguardare la spinta multimediale impressa al supporto Blu-ray di cui già vi abbiamo parlato nella scorsa puntata: dopo l'accordo con Facebook, infatti, è stata annunciata una seconda integrazione, questa volta con il videogioco ispirato al film, "The End Is Nigh". Si tratterà di un Blu-ray contenente una versione del gioco "ibridata con il film". Il titolo del prodotto dovrebbe essere "Watchmen: The End Is Nigh Part 2", e l'uscita è prevista in contemporanea con le versioni home video del film, ma solo per il mercato nord americano.

Human Target

Come vi abbiamo raccontato meno di una settimana fa, il canale televisivo Fox ha approvato la produzione di un serial televisivo ispirato alla serie DC/Vertigo Human Target, in seguito al buon riscontro avuto dal film pilota. È stato ora reso noto che la prima messa in onda del serial è prevista per il 17 gennaio 2010.
Intanto, sono disponibili alcune immagini sia promozionali, sia tratte dal film pilota, ritraenti gli attori Mark Valley, Jackie Earle Haley e Chi McBride.
 


 
Sono inoltre state diffuse quattro clip tratte dalla pellicola.


Diabolik: trattative per il telefilm e possibile film in vista

Mario Gomboli, direttore generale della casa editrice Astorina, ha recentemente rilasciato delle anticipazioni sui nuovi progetti in cantiere riguardanti Diabolik. Il progetto più concreto attualmente allo studio sarebbe un telefilm ispirato alle gesta del famoso ladro e della sua compagna Eva Kant. A tal proposito, sono in fase avanzata le trattative tra una casa di produzione italiana ed una francese. Se il progetto andrà in porto, potrebbe svilupparsi in una serie di dodici episodi della durata di un’ora ciascuno la cui messa in onda potrebbe aver luogo per la primavera del 2011.
Lo stesso Gomboli ha inoltre affermato l’intenzione di realizzare anche un film su Diabolik per il grande schermo. L'intenzione sarebbe di portare a termine il progetto per il 2012, anno in cui si celebreranno i 50 anni dalla nascita del personaggio, ma il tutto è ancora ampiamente in fase di studio.

Brevi

- Dopo quelli della settimana scorsa, un altro scorcio giunge dal set di "Scott Pilgrim Vs the World", questa volta raffigurante il martello e il costume di scena di Ramona Flowers (interpretata nel film dall'attrice Mary Elizabeth Winstead).


- Ancora un'aggiunta al cast di "The Losers", l'adattamento dell'omonima serie DC/Vertigo che vede già coinvolti, tra gli altri, gli attori Jeffrey Dean Morgan e Chris Evans. Il nuovo acquisto è invece l'attore spagnolo Oscar Jaenada, che entra nel cast nel ruolo di Cougar.

- Arclight Films e Jeff Most Productions hanno acquistato i diritti di Razor, serie creata da Everette Hartsoe e incentrata sulle vicende di una supereroina. Il film godrà di un budget di 15 milioni di dollari, e le riprese inizieranno in Australia nei primi mesi del 2010.

- L'atttore Christian Bale ha per l'ennesima volta ribadito di non aver nulla da dire a proposito di un nuovo capitolo cinematografico su Batman, demandando qualsiasi decisione al regista Christopher Nolan.

- Nei mesi scorsi la Sony/Columbia Pictures ha immesso sul mercato una linea di DVD che vanno sotto il nome "ecocinema". Nell'ambito di questo progetto sono stati rieditati venticinque film in una confezione slim in cartone riciclato (e con un particolare design). Tra i titoli coinvolti, anche i tre film su Spider-Man diretti da Sam Raimi.
 
Le news di questa settimana




PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

X-Men Origins: Wolverine cinema: USA 01/05/2009, Italia 30/04/2009
Transformers: Revenge of The Fallen - cinema: USA 26/06/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Kick-Ass cinema: USA 2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009
Scott Pilgrim cinema: USA 2009
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
The Losers cinema: USA 2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.

 



Redazione Comicus

314°: Iron Man 2, Thor, Wolverine

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola e Luca Montebarocci
revisione testi, impaginazione e supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

Iron Man 2

Continuano le riprese per "Iron Man 2", ancora una volta sotto la direzione di Jon Favreau. Nei giorni scorsi si è tornati in un'ambientazione militare, e le riprese si sono svolte presso la Edwards Air Force Base, la base dell'aviazione situata in California che già ospitò alcune scene durante la produzione della prima pellicola. Durante i lavori è stato fatto uso di svariati modelli di jet e aeroplani, e sul set sono comparsi gli attori Don Cheadle (James "Rhodey" Rhodes) e Sam Rockwell (Justin Hammer). Sempre alla base Edwards, sarebbe atteso anche l'arrivo (e la partecipazione alle riprese) di Robert Downey jr. (Tony Stark/Iron Man) e Gwyneth Paltrow (Virginia "Pepper" Potts).
Una seconda location "particolare", stando a quanto riportato da alcune fonti di informazione del Principato di Monaco, dovrebbe essere proprio Montecarlo, con sequenze girate sia presso il circuito di Formula 1 del Gran Prix, sia al Casinò. Non è chiaro se in questo caso sarà coinvolta la troupe principale o solo la seconda unità.
Nel frattempo, in preparazione al ruolo di Whiplash, l'attore Mickey Rourke è stato fatto mettere dal regista Jon Favreau a stretto regime alimentare, in modo da perdere parte dell'abbondante peso in muscoli guadagnato per girare "The Wrestler".

Scott Pilgrim Vs. the World

Prime immagini quasi ufficiali dal set di "Scott Pilgrim Vs. the World", l'adattamento dell'omonima serie creata da Bryan Lee O'Malley per la Oni Press, diretto dal regista Edgar Wright e interpretato da un cast sterminato composta da alcuni nomi anche piuttosto amati dal pubblico giovanile. Le immagini si riferiscono a del materiale promozionale del gruppo musicale The Clash At Demonhead, la band rivale di quella del protagonista del film. Nelle immagini è possibile riconoscere la figura dell'attrice Brie Larson (al centro), che interpreterà il ruolo di Envy Adams, una ex-ragazza di Scott Pilgrim.





X-Men Origins: Wolverine

Dopo il secondo fine settimana di permanenza nelle sale cinematografiche, "X-Men Origins: Wolverine" ha portato il suo incasso totale negli Stati Uniti a 131 milioni di dollari, e quelli mondiali a 210,7 (i dati arrivano alla giornata di lunedì). In termini di classifica statunitense, la pellicola sull'artigliato ha ceduto il primo posto a "Star Trek" (il quale, alla sua prima settimana nei cinema, non ha comunque eguagliato i dati di apertura di "Wolverine", facendo mantenere alla pellicola Marvel il primato della miglior apertura del 2009). "X-Men Origins: Wolverine" si è comunque assestato al secondo posto della top ten.
Sull'onda di questi dati, l'attore protagonista e produttore Hugh Jackman, oltre a ringraziare i fan per aver premiato la pellicola con i dati di incasso, ha confermato che un sequel per Wolverine è già in fase di sviluppo, e che questo si svolgerà in Giappone: "Faremo la storia del samurai. I fan l'hanno chiesta a gran voce, e quella è una [storia] che io voglio fare da molto tempo, quindi andremo in Giappone".
Infine, sul fronte commerciale, è stato rilasciato un nuovo contenuto multimediale che è possibile scaricare da iTunes per iPhone. si tratta di un gioco intitolato "Feral Sense", il quale dovrebbe dare accesso a ulteriori contenuti riguardanti il film.

Thor

Nei giorni scorsi il regista Kenneth Branagh è tornato a parlare degli sviluppi di "Thor", affermando che nonostante il sostanziale silenzio (rumor a parte) sul casting della pellicola, le cose si stanno muovendo e sono anzi vicine a una conclusione: "Siamo nelle fasi finali. [...] La mia riluttanza a parlarne è dovuta semplicemente al rispetto per le persone [coinvolte] che sono state così corrette nei nostri confronti. Ciò detto, penso che siamo estremamente vicini, e spero di annunciare una decisione prima di quanto pensiate". Branagh ha inoltre spiegato quali, nello specifico, siano i criteri che stanno condizionando la scelta dell'attore protagonista: "Là fuori c'è una grossa base di fan, di devoti entusiasti e davvero esperti che hanno tutte le risposte in merito. Tutto ciò che posso dire è che tengo tutto ciò a mente insieme alla mia educazione su Thor. Ho letto un paio di fumetti tutti i giorni, nel corso degli anni, ho letto le leggende e le saghe nordiche, e [il ruolo di Thor] ha bisogno di trarre qualcosa da tutto ciò che è grande nei fumetti e nelle leggende, e ha bisogno di vivere nel nostro film".

Green Lantern

Com'è normale, intorno al casting di "Green Lantern", e in particolare per quanto riguarda il ruolo del protagonista Hal Jordan, i pettegolezzi si sprecano. Uno dei nomi più quotati, in queste settimane, è quello di Sam Worthington (il Marcus Wright nel "Terminator Salvation" di prossima uscita). In questo caso, però, da una recente dichiarazione dello stesso attore pare che la voce sia qualcosa di più di una semplice speculazione, e che le possibilità di vederlo nella divisa del Corpo delle Lanterne Verdi non siano troppo scarse, anche se il tutto è sottoposto a un condizionale piuttosto consistente: "Ne ho parlato con [il regista] Martin Campbell. È una di quelle cose in cui stanno ancora completando lo script. Gli ho detto: 'Dammi lo script, fammici dare un'occhiata'. Martin mi piace un sacco. L'ho incontrato nel lavoro su [James] Bond, e il suo lavoro mi piace, ma il secondo passo è: 'Questo è un film che andrei a vedere?'".

Preacher: aggiornamenti da Mendes

Questa settimana il regista Sam Mendes ha fornito in un paio di occasioni alcuni aggiornamenti su "Preacher", l'adattamento della serie di culto targata Vertigo creata da Garth Ennis e Steve Dillon. Mendes, che non ha ancora accettato definitivamente l'incarico, ma che ha sempre affermato il suo interesse, ha spiegato che al momento si è ancora in fase di scrittura della sceneggiatura, e ha ribadito il suo interesse a dirigere la pellicola, in ragione della particolarità della storia e dei molteplici rischi che comporterebbe, un elemento di sfida molto apprezzato dal regista. Mendes ha per altro fornito qualche dettaglio in più sulla lavorazione dello script che sta realizzando lo sceneggiatore John August: "Sta facendo un lavoro piuttosto buono. È più o meno a mezza strada. C'è ancora molta strada da fare, ma io sono davvero, davvero ottimista. Penso che potrebbe venirne fuori qualcosa di straordinario". Il regista ha infine spiegato di vedere "Preacher" come un progetto da sviluppare su più film, anche se la prima cosa a cui pensare dovrebbe essere fare un buon primo film che possa vedersi singolarmente: "Bisogna provare a fare davvero bene un [primo film] e dopo, se si è fortunati, si può fare un secondo o un terzo. Si può creare qualcosa che possa procedere. Ma penso che di sicuro ci sia [materiale] più che basta e avanza abbondantemente per un buon film".

Youngblood

È stato il creatore di Youngblood, Rob Liefeld, a fornire qualche aggiornamento sull'adattamento della serie che dovrebbe essere diretto da Brett Ratner. Liefeld ha rivelato che una buona metà di una prima bozza di script è già stata realizzata da J.P. Lavin e Chad Damiani, (al lavoro anche su un altro adattamento di una serie di Liefeld, Capeshooters, prodotto da Bryan Singer). Liefeld ha ammesso di non aver saputo chi fossero i due sceneggiatori fino al loro coinvolgimento in entrambi i suoi progetti, e che nella scelta si è fatto piuttosto guidare: "Mi incontrai con Brett e il suo partner nella produzione, e Brett disse: 'So esattamente chi dobbiamo ingaggiare per scriverlo: Lavin e Damiani'". Liefeld ha comunque assicurato di essere ora coinvolto in pieno e attivamente nella realizzazione dello script, con incontri pressoché continui con i due sceneggiatori. Per quanto riguarda il tipo di film che si vorrebbe realizzare, il creatore della serie ha spiegato di mirare a qualcosa tipo "Iron Man" in termini di tono e rating, magari leggermente più violento. Qualcosa è stato detto anche sui contenuti del film: in primo luogo, non sarà presente il personaggio di Badrock (un uomo interamente di pietra), che a detta dell'autore "non è adatto al primo film". Un secondo accenno è stato fatto all'aspetto visuale che si vorrebbe imprimere alla pellicola: "Ci sono personaggi con delle microcamere installate nei loro archi, nelle loro frecce, nelle loro pistole semiautomatiche, nelle loro aste. Si potrà girare da un migliaio di angolazioni, dal rivestimento delle loro armi alle loro armature".

Witchblade: aggiornamenti dalla Top Cow

Qualche tempo fa vi abbiamo parlato degli sviluppi sul progetto cinematografico riguardante Witchblade, la celebre bad girl targata Top Cow. Rispetto ad allora, pare che le cose si siano un po' inceppate. Dalla stessa Top Cow, infatti, il presidente Matt Hawkins ha fornito qualche aggiornamento, spiegando come, nonostante i piani per l'adattamento siano ancora in vigore e di grande interesse, al momento si è in una fase di ri-progettazione e ripensamento: "Potrei sedermi e maledire tutta la faccenda dell'economia, e sarei anche credibile... ma non sincero. Semplicemente, non abbiamo ancora uno script che ci convinca. Avevamo una finestra per iniziare la produzione che chiaramente è passata, ma il progetto è davvero vivissimo e scalpita. non penso che tirerò fuori qualche data a questo punto, visti i ritardi, ma stiamo procedendo a lavorare con un nuovo sceneggiatore". Hawkings ha poi spiegato a grandi linee ciò che è andato storto e come ora si intende porre rimedio: "La prima volta abbiamo avuto qualche incontro con la scrittrice per discutere il progetto, e poi lei se ne andava e scriveva la sceneggiatura. Questa volta abbiamo sviluppato un trattamento che delinei con un po' più di specificità ciò che cerchiamo in quello che lo sceneggiatore sta scrivendo al momento". Infine, il presidente della Top Cow ha spiegato come già tutto fosse pronto, dal punto di vista dei mezzi, e come sotto questo profilo non sussistano grossi problemi per quando la produzione potrebbe entrare in moto: "Se avessimo avuto uno script che fosse piaciuto a tutti noi, avevamo il finanziamento per fare il film in quella finestra temporale. Abbiamo ancora tutti gli elementi di produzione, il più cruciale dei quali è il finanziamento, ma abbiamo bisogno di uno script!".

Watchmen home video: il Blu-ray e Facebook

La Warner Bros. ha recentemente rilasciato alcune anticipazioni sui contenuti speciali che faranno parte della versione Blu-ray disc di "Watchmen". Alcuni di questi extra saranno resi disponibili utilizzando la tecnologia BD-Live che permette, a chi dispone di un lettore Blu-ray con connessione ad internet e compatibile con il profilo 2.0, di accedere a contenuti in rete e scaricarli direttamente sulla memoria interna del lettore. Nello specifico, grazie al BD-Live e ad un accordo siglato tra la casa di produzione statunitense e il social network Facebook, tutti coloro che acquisteranno il Blu-ray disc avranno modo di interagire con gli altri acquirenti, vedere il film in contemporanea e scambiarsi commenti ed opinioni in tempo reale. Un altro contenuto speciale del disco consentirà di vedere il film in split-screen (ovvero a schermi affiancati), dando così allo spettatore la possibilità di mettere direttamente a confronto la versione standard del film e quella girata con appositi commenti del regista Zack Snyder. L'uscita del Blu-ray disc e del DVD di "Wacthmen" negli Stati Uniti è prevista per la fine di luglio 2009, mentre non è ancora nota una data per l'Italia.



Smallville

Lo scorso 8 maggio, "Smallville" si è aggiudicata un Leo Award (premio inglese per il cinema e la televisione) nella categoria "Miglior production design in una serie drammatica".
Intanto, in un'intervista rilasciata nei giorni scorsi l'attrice Allison Mack, che nel serial interpreta Chloe Sullivan, ha dichiarato che oltre all'ormai certa nona stagione, anche le probabilità per una decima sono buone: "L'ultima notizia su 'Smallville' è che abbiamo un'altra stagione. Tom Welling [l'interprete di Clark, ndr.] ha firmato per altre due, quindi lo show andrà avanti fino alla decima stagione. Io completerò il mio contratto il prossimo anno e sto cercando nuovi ed eccitanti modi compiere l'uscita del mio personaggio".

Brevi

- Un nuovo risultato dell'accordo tra Universal Pictures e Dark Horse Comics sarà l'adattamento di The Secret, di Mike Richardson e Jason Shawn Alexander. Lo stesso Richardson produrrà la pellicola insieme a Scott Stauber, mentre della sceneggiatura si occuperà Scott Milam. Il fumetto racconta la storia di un gruppo di studenti liceali autori di una burla, che rivelerà però avere dei risvolti inquietanti.

- Piano piano ci si avvicina anche ad entrare nel vivo di "Spider-Man 4". Il regista Sam Raimi ha infatti dichiarato che nel giro di tre settimane dovrebbe avere la prima versione della sceneggiatura scritta da David Lindsay-Abaire, in modo da potersi mettere al lavoro con maggior cognizione di causa.

- Il costume indossato da Christopher Reeve in "Superman III" è stato messo all'asta presso Bonhams & Goodman a Melbourne, in Australia.

- L'attore Christian Bale ha fatto sapere di voler mantenere il "silenzio stampa" rispetto a un possibile "Batman 3" finché non sarà il regista Christopher Nolan a riaprire i giochi.

- L'8 settembre la Warner Bros. distribuirà, negli Stati Uniti, il Blu-ray di "Catwoman", la pellicola del 2004 con Halle Berry.


Le news di questa settimana




PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

X-Men Origins: Wolverine cinema: USA 01/05/2009, Italia 30/04/2009
Transformers: Revenge of The Fallen - cinema: USA 26/06/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Kick-Ass cinema: USA 2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009
Scott Pilgrim cinema: USA 2009
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011
Thor cinema: USA 17/06/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
The Losers cinema: USA 2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.



Redazione Comicus
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.