Menu

 

 

Redazione Comicus

Redazione Comicus

URL del sito web: http://www.comicus.it

Ultimate Fantastic Four 10

ULTIMATE FANTASTIC FOUR 10 (Paninicomics, spillato, 48 pagine a colori, € 2.50) Testi di Mike Carey, disegni di Jae Lee

Terminata ormai la saga di “Zona-N” del duo Ellis/Kubert, in cui abbiamo potuto fare la conoscenza di Nihil, i nostri F4 Ultimate si ritrovano catapultati in una nuova avventura che stavolta ha come padri Mike Carey e Jae Lee.
“Think Tank”, questo il nome della nuova saga, ci propone innanzitutto l’inserimento di un nuovo super-cattivo che, in quanto contrario alle ragioni che hanno spinto il governo ad accettare Reed Richards nel progetto del Baxter Building, prepara il “bentornati a casa” al nostro quartetto. La storia viaggia veloce e porta verso un finale che dà adito a risvolti davvero succosi. Ma se la trama, fino ad ora, risulta ben strutturata e orchestrata, quello che appare sotto tono è il lavoro di Lee. Come citato del resto nelle note dell’albo, Lee avrà sicuramente avuto poco tempo per le consegne date le troppe silhouette e le scene in cui l’uso del Photoshop aiuta le sue matite. Il prodotto comunque rimane sempre di buon livello e come detto sopra il finale vi metterà addosso tanta curiosità…

Vittorio "The Slim" Candido



Carlo Del Grande

Questo non è il mio corpo

QUESTO NON E' IL MIO CORPO - Manga San 6 (Kappa Edizioni, 264 pagine, brossurato, b/n, € 9,50) testi e disegni di Moyoco Anno

Manga San è una collana che la Kappa Edizioni ha lanciato da pochi mesi per presentare dei fumetti giapponesi meno commerciali e più “all’europea”. Finora sono stati pubblicati titoli piuttosto interessanti e particolari, come What a wonderful world! di Inio Asano e Witches di Daisuke Igarashi. Purtroppo non risulta essere un titolo altrettanto valido Questo non è il mio corpo di Moyoco Anno (compagna di uno degli autori del lungometraggio animato di Akira). Il tema dell’anoressia è trattato in maniera troppo superficiale, a causa anche di personaggi troppo stereotipati e che non riescono a coinvolgere il lettore. Sebbene poi sia una lettura molto veloce, le pagine sono addirittura troppe in considerazione del fatto che non accade quasi nulla di concreto, se non pochi eventi ripetuti. Il tratto sottile e nervoso della Anno non contribuisce a entrare in sintonia con le vicende raccontate. Un passo falso, insomma, nel cammino di una collana da tenere in ogni caso in buon riguardo.



Andrea Antonazzo

Happy Mania 1

HAPPY MANIA 1 (Star Comics, Express 95, brossurato, 160 pagine, b/n, 3.50 €)
Testi e disegni di Moyoco Anno

La storia, spesso definita un Sex and The City giapponese e paragonata alle opere di Ai Yazawa, racconta di Kayono, una ragazza ossesionata dalla ricerca della felicità, che si trova ad andare a letto con ragazzi sempre diversi convinta che si tratti dell'uomo giusto, finendo inevitabilmente sedotta e abbandonata.

Happy Mania è uno shojo manga mediocre. La protagonista ricorda la Nana Komatsu del Nana di Ai Yazawa, nel suo essere alla disperata ricerca di un uomo, nel suo dipendere dalle mode, dal suo appoggiarsi a un'amica più matura, ma con una grossa differenza: se il lavoro di Ai Yazawa è un attento approfondimento di un personaggio superficiale che ci mostra perché Nana è così "frivola", Moyoco Anno fa invece un lavoro incosistente. Non c'è approndimento su Kayono, che semplicemente passa da un letto all'altro perché le capita, ma non c'è neanche dei vari personaggi secondari che risultano estremamente piatti.

La struttura a episodi del volume e i disegni abbastanza abbozzati sono poi la ciliegina sulla torta che rendono Happy Mania un prodotto indigesto e da evitare.

Gianluca Reina



Carlo Del Grande

Vagabond 33

Vagabond 33 (Panini comics, brossurato, 144 pagine, b/n e colori, 3,00 €) testi e disegni di Takehiko Inoue

Per mantenere la promessa fatta un anno prima, Musashi Miyamoto torna a Kyo intento a sfidare Denshichiro Yoshioka. Mentre lo scontro si avvicina, Takehiko Inoue spinge il lettore, assieme al protagonista, a ragionare sul vero significato della "via della spada", mostrandoci un ragazzo ancora rozzo e arrogante, ma inconsapevolmente maturato.
Nel frattempo ruotano attorno alla capitale giapponese le storie di vecchie conoscenze, mentre uno straniero fa la sua comparsa in città: Kojiro Sasaki.
Dopo un lungo intermezzo riguardante il temibile spadaccino muto, Inoue torna a parlare del vero protagonista della serie, Musashi Miyamoto, e pone le basi per i prossimi avvenimenti riunendo i vari comprimari della serie. Come al solito i disegni dettagliatissimi e tavole a colori arricchiscono questo volume rendendo ancora più affascinante l’attesa per l’imminente scontro.
A completare questo numero contribuisce un interessante redazionale sulle armi tradizionali giapponesi.

Andrea Briganti



Carlo Del Grande
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.