Menu

 

 

 

np6-6-28

Giorgio Parma

Giorgio Parma

URL del sito web:

Assassination Classroom 1-2

La Planet Manga si è mobilitata molto per pubblicizzare questo fumetto: poster, contest, distribuzione gratuita del primo capitolo dell'opera, magliette, adesivi e chi più ne ha più ne metta.
Una campagna di marketing virale come non se ne vedevano da tempo, anzi, sinceramente un'attività simile non credo abbia precedenti, neanche per Shingeki no Kyojin ci si è spinti a tanto.
Ma la vera domanda è: ne è valsa davvero la pena, l'opera è davvero così valida? Fornire una risposta a questi quesiti non è per niente semplice; ci sono molteplici aspetti di cui tenere conto, molti dei quali anche contrastanti. Infatti questa è un'opera sicuramente molto valida, divertente, frizzante e alquanto insolita ma in fin dei conti non è neanche poi così straordinaria, non lascia nel lettore particolari ricordi o sensazioni come altre opere pubblicate dalla stessa casa editrice che però sono uscite in sordina o comunque non con l'attenzione che meritavano.

Ma passiamo alla trama. La storia narra delle vicende di una bizzarra classe studentesca giapponese alle prese con un insolito insegnante dalle fattezze di un polpo giallo umanoide che oltre ad educare gli studenti nelle diverse discipline scolastiche insegna loro a migliorarsi nell'arte di uccidere, di assassinare, in particolare il loro docente stesso. Questi studenti sono tra i peggiori dell'istituto, hanno voti bassissimi e non si applicano come dovrebbero nello studio e per questo vengono confinati in una sede distaccata della scuola, lontana dagli studenti modello, la 3-E, la End Class, più in basso di così non si può andare. Questo particolare professore ha giurato di distruggere il pianeta, dopo aver disintegrato gran parte della luna, entro un anno dall'inizio delle lezioni con i suoi studenti e che si sarebbe preso cura di loro per tutto il tempo, a seguito di una promessa fatta ad una donna misteriosa, presumibilmente un'insegnante; l'unico modo per fermarlo è quindi ucciderlo, ma solo i suoi studenti potranno farlo e colui che ci riuscirà riceverà anche un bel premio in denaro. Fin qui tutto semplice se non fosse che Korosensei, composto aplologico creato come soprannome del docente dalle parole "non eliminabile" e "professore", sia più o meno invincibile: si sposta a velocità superiori a Mach 20, ha capacità rigenerative strabilianti ed è in grado di fare praticamente qualunque cosa.

assclss1

Yusei Matsui ci mostra poi come tutti questi studenti, bollati come stupidi o scansafatiche, solamente non vengano seguiti a sufficienza, non vengano supportati nel momento più critico della crescita adolescenziale; si distinguono nelle materie che più li rappresentano, che preferiscono, ma hanno lacune pesanti nel restante scibile. Ma come già visto nel Great Teacher Onizuka di Toru Fujisawa o in moltissime altre opere contemporanee, anche letterarie e non solo fumettistiche, il sistema educativo giapponese è spesso troppo severo, troppo competitivo e stressante, troppo ipocrita e molto meno improntato alla pedagogia che al successo. E la critica a questo sistema è sicuramente uno dei cardini del manga del maestro Matsui; tant'è che più e più volte viene messa in luce l'amorevolezza, la pazienza e la passione con cui il professore si prende cura dei propri studenti seguendoli passo per passo e aiutandoli a trovare la loro strada, supportandoli nei loro interessi, trattandoli con quell'umanità e quel rispetto dovuto ma che per assurdo viene loro concesso da un polpo gigante, intenzionato a distruggere la Terra, piuttosto che dai loro simili.

Per quanto riguarda il tratto grafico non c'è molto da dire. Non è per nulla eccezionale ma presenta dei character design validi, in primis quello del professore stesso, essenziale e scarno, di una semplicità disarmante che esalta ancora di più l'assurdità del personaggio. I suoi tratti infine diventano quasi grotteschi e terrificanti quando perde le staffe, senza però complicarne troppo la figura. Gli studenti invece sono disegnati quasi tutti alla stessa maniera a parte gli elementi più rilevanti come Nagisa, Karma e Irina.

assclss2

La caratteristica che fa però risaltare questo manga è sicuramente il forte umorismo che permea tutta la storia. Le continue gag e gli spiritosi intermezzi, spesso davvero esilaranti, rendono la lettura molto piacevole e mai monotona; questo manga non si prende mai sul serio, continua a mettersi in gioco senza remore in una scanzonata e parodistica rivisitazione del genere action. L'omicidio viene presentato come un gioco, un'attività extracurricolare di svago per gli studenti, che nei loro buffi e maldestri tentativi di assassinio scoprono le loro potenzialità e acquistano sempre più fiducia in loro stessi. Ma non bisogna soffermarsi troppo a ricercare secondi fini dell'autore, sottotrame criptiche o messaggi subliminali che fanno da sfondo all'opera. È una storia giocosa e divertente e come tale deve essere recepita; sarà eventualmente lo scrittore stesso a mettere chiaramente in luce certi dettagli o certe letture suggerite in determinati passaggi.

In sé quest'opera si presenta bene; è divertente, leggera, semplice, diretta e lineare. Una lettura sicuramente piacevole per chi ricerca uno svago, il problema è che finito il divertimento non rimane molto altro. Non resta vivida nel cuore del lettore, non ha altro da offrire se non un passatempo spiritoso. Chiariamoci, non è per nulla una cosa malvagia, solo non bisogna aspettarsi di più oltre a questo.

L'edizione è ben realizzata e anche la traduzione è ben fatta; prezzo più che valido per questo manga. Piccolo omaggio della Panini nella prima pagina del primo volume dove è contenuto un adesivo raffigurante Korensei.

Wonder Woman: Meredith e David Finch nuovo team creativo

WONDER-WOMAN-36-COMICSLa DC Comic ha rivelato a USA Today la coppia, sono rispettivamente marito e moglie, di artisti che andrà a realizzare la nuova run di Wonder Woman a partire dal numero 36 di novembre; alle matite ci sarà David Finch mentre la storia sarà affidata alla moglie Meredith Finch. Subentrano al duo acclamato dalla critica che ha realizzato la serie sin dall'inizio dei Nuovi 52 nel settembre del 2011 ossia Brian Azzarello and Cliff Chiang.

Il nuovo arc si distaccherà dalla mitologia greca che è stata molto approfondita dalla precedente coppia di artisti e si dedicherà maggiormente alle "relazioni interpersonali e alle responsabilità nei confronti delle Amazzoni e dei compagni della Justice League".

Mentre conosciamo bene David in quanto autore molto affermato e di alto livello (Ultimate X-Men, Ultimatum, Second Coming), la moglie è invece alla sua prima serie importante, sebbene abbia già scritto delle brevi storie per la Zenescope Entertainment, e si è dichiarata molto contenta che ci sia una donna a scrivere le gesta di una eroina celeberrima come Wonder Woman; scelta importante della DC che cerca sempre più di espandere il suo mercato anche ad un pubblico femminile.

"Gran parte di quello che vuole realizzare Meredith consiste nello scrivere una storia riguardo ad una donna che cerca di affrontare tutte le vicissitudini che le si presentano davanti tentando di far funzionare tutto al meglio," ha detto David; e ancora "volevamo renderla un po' più imperfetta. Non deve necessariamente avere la risposta per tutto".

"Questo è un aspetto che una scrittrice femminile può far confluire nel personaggio. Le donne tendono a reagire in un modo diverso e io posso portare un po' di questo (pensiero) reazionario, che spesso proviene più dal cuore che dalla testa,'' dice Meredith.

"Mi auguro che tra tutti e due saremo in grado di portare equilibrio in questo complesso personaggio man mano che procederemo con le storie" hanno concluso.

La scelta di un nuovo team per rinfrescare la serie e umanizzare maggiormente il personaggio la si deve sicuramente anche all'imminente Batman v Superman: Dawn of justice che vedrà comparire in scena anche la nostra eroina interpretata da Gal Gadot.

Gli anime di Go Nagai in DVD da Yamato Video

La Yamato Video ha di recente annunciato la pubblicazione in formato DVD delle più famose serie robotiche che il maestro Go Nagai realizzò per la Toei Animation. UFO Robot Goldrake (UFO Robot Grendizer), Mazinga Z (Mazinger Z), Jeeg Robot d'Acciaio (Kotetsu Jeeg), Il Grande Mazinga (Great Mazinger) sono i titoli annunciati che a breve godranno finalmente della loro edizione Home Video. Seguiranno nei prossimi giorni ulteriori informazioni a riguardo.


Batman: arrivano Gotham Academy e Arkham Manor

La DC Comics ha annunciato via EW l'inizio di due nuove serie legate all'universo di Batman: Gotham Academy e Arkham Manor. La prima vedrà la luce il 1 ottobre mentre per la seconda si dovrà aspettare il 22 ottobre.

gotham-academy-101679

Gotham Academy sarà un teen-drama mensile che sarà ambientato nella più prestigiosa scuola di Gotham di cui Bruce Wayne è uno dei maggiori benefattori. Faranno sicuramente la loro apparizione anche altri importanti personaggi familiari del Batverso. Le storie sono scritte da Becky Cloonan e Brendan Fletcher e disegnate da Karl Kerschl.

arkham-manor 612x968

Arkham Manor invece vedrà la famosa tenuta Wayne trasformata nella nuova prigione per i criminali psicopatici di Gotham. Ma le cose cominceranno a complicarsi quando un paio di detenuti verranno trovati privi di vita. La serie sarà scritta da Gerry Duggan e disegnata da Shawn Crystal.


Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.