Menu

 

 

Leonardo Cantone

Leonardo Cantone

URL del sito web:

I Maestri del Mistero. I delitti della Rue Morgue e altri racconti da Edgar Allan Poe: recensione

71vLMeUTIDL

Il maestro dell’orrore e della suspense Edgar Allan Poe ha ispirato, spaventato e incantato numerosi artisti provenienti da media diversi, con sensibilità e pratiche artistiche diverse che, in circa un secolo e mezzo, si sono dedicati alla materia narrativa dello scrittore di Baltimora.
Le Edizioni Star Comics, per la collana I Maestri del Mistero (curata da Roberto Recchioni), hanno affidato ad un trio creativo l’adattamento a fumetti de I Delitti della Rue Morgue e di altri tre racconti scritti da Poe.

delitti-rue-morgue-1

Il cartonato si apre con la storia di cui porta il titolo: I Delitti della Rue Morgue, scritto da Michele Monteleone e disegnato da Oscar. La trama è nota a tutti gli appassionati di Poe e del genere mistery, e non solo: alcuni efferati omicidi vengono commessi a Parigi e, mentre la polizia brancola nel buio, il detective Auguste Dupin, insieme all’anonimo narratore del racconto, cercano di risolvere il mistero dietro la morte di Madame L'Espanaye e di sua figlia. Essendo, la vicenda raccontata, molto nota da quasi due secoli (Poe la scrisse nel 1841), Monteleone e Oscar scelgono un felice approccio narrativo che si concentra più sulla messinscena che sul mero svolgimento della trama. Evidente dai divertenti rimandi metanarrativi è la presenza dello stesso Poe all’interno del racconto, non come solo easter egg: essendo il narratore del romanzo (come del fumetto) nascosto dall’anonimia, i due autori hanno scelto di rappresentarlo attraverso la caricatura dello scrittore di Baltimora. Evidente, inoltre, è il taglio da “libro game”: come nell’altro adattamento del duo Monteleone-Oscar, La Lettera Rubata, numerosi sono gli accorgimenti visivi che interrompono lo svolgimento della trama a favore di una ricostruzione grafica degli indizi esaminati dal detective Dupin. Tale stratagemma narrativo strizza l’occhio al lettore che si ritrova a decifrare gli indizi e a collocarli all’interno di quella che è una vera e propria mappa del luogo in cui svolgono le indagini.

delitti-rue-morgue-2

L’adattamento del famoso racconto orrorifico Il Gatto Nero (ancora una volta una storia di grande fama) vede alla sceneggiatura Jacopo Paliaga che – strizzando l’occhio a un approccio dal sapore cinematografico – lascia all’arte di Oscar il compito di narrare la vicenda dell’uomo ossessionato dal gatto di nero di casa, a tal punto da commettere involontariamente l’assassinio della moglie: l’adattamento, infatti, non ha alcun dialogo, né alcuna voice over, l’unica voce che emerge è all’inizio e alla fine. Il risultato è una veloce discesa nella follia e nell’ossessione dell’uomo protagonista, come se non si stesse leggendo un racconto a fumetti, ma piuttosto guardando un breve cortometraggio animato. Paliaga e Oscar hanno anche il compito di adattare Lo Scarabeo D’Oro, racconto dal sapore avventuroso e non solo mistery, il cui protagonista è ossessionato – il tema dell’ossessione (in diverse declinazioni) è il fil rouge dei quattro racconti – da un pezzo di carta (in cui era avvolto uno scarabeo d’oro) che crede possa nascondere la parte di una mappa del tesoro. Il personaggio Edgar Allan Poe torna come anonimo narratore, e ritornano le sospensioni narrative dedicate alla ricostruzione degli indizi. Paliaga, dunque, si allinea agli intenti narrativi del volume, arricchendolo con un testo strutturato sul continuo interscambio tra presente e passato. Dimensioni temporali che convergeranno alla fine del racconto.

delitti-rue-morgue-3

I disegni di Oscar descrivono visivamente tutte e quattro le storie e lo fanno con un tratto caricaturale, spesso deformato, che delinea i personaggi attraverso una fisionomia esasperata, matrice estetica su cui regge il grande movimento all’interno delle tavole e delle vignette.
Il volume, infine, è ricco di contenuti extra: ogni storia è intervallata da un testo scritto dagli sceneggiatori con il compito di descrivere le suggestioni che ruotano attorno alle opere di Poe da loro selezionate per l’adattamento. Gustosi sono gli approfondimenti in calce al cartonato, dedicati allo scrittore e ad alcune curiosità legate alla sua figura.

Anteprima di Star Wars: DJ: Most Wanted

Con l’uscita di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, il vasto affresco di personaggi si arricchito di DJ, misteriosa e ambigua figura interpretata da Benicio Del Toro. È stata diffusa l’anteprima del fumetto one shot dedicato a questo nuovo personaggio.

Gli autori che hanno il compito di raccontare la storia di DJ e i legami con la saga, saranno Ben Acker e Ben Blacker ai testi e Kev Walker ai disegni. Tutti e tre gli autori hanno già esplorato l’universo di Star Wars: i primi si sono occupati dei testi di Star Wars: Join the Resistance e Star Wars: The Last Jedi – The Storms of Crait, mentre il secondo ha lavorato sulla mini Star Wars: Doctor Aphra.

Chi è DJ? Cosa faceva prima di incontrare FInn e Rose nella buia cella della ricca città dii Canto Bight?
In attesa di avere risposte, di seguito trovate le prime tavole di Star Wars - DJ: Most Wanted # 1 in uscita il 31 gennaio. La cover è ad opera di Java Tartaglia.

Immortal Men di James Tynion IV & Jim Lee arriverà ad aprile

Uscirà finalmente l'11 aprile Immortal Men #1, della linea New Age of DC Heroes, realizzato da James Tynion IV e Jim Lee. L'albo, era stato inizialmente annunciato per aprile 2017, in seguito posticipato al 6 dicembre dello stesso anno, per poi essere destinato, insieme all'intera linea editoriale, al 2018, per un uscita prevista il 14 marzo.

Non è stata fornita alcuna spiegazione per questo ulteriore slittamento, il sospetto cade sulla ragione per cui Jim Lee è stato incaricato di disegnare la storia di Brian Michael Bendis per Action Comics #1000 in uscita proprio nel mese di aprile.

Di seguito, la sinossi ufficiale:
Immortal Men #1
Testi di da James Tynion IV, disegni e cover di Jim Lee e Scott Williams
“The end of forever" part one
“C'è una storia segreta dell'Universo DC, riguarda eroi che hanno protetto l'umanità dall'ombra sin dall'alba dei tempi... e che possono vivere per sempre. Gli Immortal Men! La squadra, guidata dall'Uomo Immortale, ha intrapreso una guerra segreta contro la House of Conquest per innumerevoli anni, ma Conquest ha inferto un colpo devastante. Quando la loro base operativa, nota come Campus, viene selvaggiamente attaccata, gli Immortal Men devono cercare la loro ultima speranza, un metaumano noto come Caden Park! I poteri ancora acerbi di Caden potrebbero essere in grado di assicurare la sopravvivenza degli Immortal Men - ma Conquest arriverà per prima da lui?".

immortal-men-1

(Via Newsarama)

Geoff Johns conferma che Doomsday Clock diventa bimestrale

Subito dopo l'uscita del nuovo numero di Doomsday Clock, arriva l'annuncio che la serie subirà un cambiamento di programma: Geoff Johns, scrittore e mente della serie, ha annunciato su Twitter che la serie diventerà bimestrale.

"Passeremo al bimestrale", si legge nel tweet dell'autore: "so quanto sia deludente, davvero. Stiamo cercando di realizzare il miglior lavoro possibile con 32 pagine, e scendere a 20 pagine al mese non era un'opzione".

La serie a fumetti, scritta da Johns e illustrata dall'artista Gary Frank, è stata originariamente presentata come una testata mensile di 12 numeri per la durata, dunque, di un anno. Ma, piuttosto che ridurre il numero di pagine a numero o utilizzare artisti di ripiego Johns, Frank e la DC Comics hanno preferito cambiare la programmazione della serie.
Ritardi simili non sono certo nuovi nel settore dei fumetti, specialmente quando sono coinvolte serie di eventi importanti che utilizzano grandi talenti creativi. Doomsday Clock è un progetto ambizioso, e dodici numeri di 32 pagine destinati ad un’uscita mensile sono una grande sfida, considerando inoltre l’apporto grafico di Frank, ricco di dettagli.

La serie, che avrebbe dovuto concludersi nel dicembre 2018, ora terminerà nel 2019. Doomsday Clock si ambienta a circa un anno nel futuro dell’universo DC Comics, bisogna attendere per capire come questo potrebbe influenzare i piani per il resto delle serie della casa editrice.

(Via CBR)

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.