Menu

 

 

 

Leonardo Cantone

Leonardo Cantone

URL del sito web:

La Marvel cancella le serie di Bendis dopo il suo trasferimento alla DC Comics

La Marvel Comics ha cancellato l’uscita di Powers #9 e United States of Murder Inc Annual #1. L'editore ha annunciato che i due titoli di Brian Michael Bendis e Michael Avon Oeming, fin ad ora solo “in ritardo”, sono stati cancellati e non verranno ripresi successivamente.
Questa decisione arriva dopo che Bendis ha annunciato il suo accordo esclusivo con la DC Comics a partire dal 2018.

La cancellazione di entrambe queste serie lascia la Icon Comics – etichetta della Marvel – senza titoli e, perciò, inattiva.

In seguito a questa notizia, Bendis ha twittato sinteticamente sullo stato dei suoi fumetti. È possibile, infatti, che possa trasferire i propri titoli in DC o in una delle sue etichette. Lo sceneggiatore ha, infatti, scritto:
"Se un autore ritira un fumetto da un editore per un nuovo editore, non viene "cancellato" ma "sta cambiando editore”". Aggiungendo che ci saranno molto presto notizie in arrivo su Jinxworld.

Arriva il film di Danger Girl dai produttori di Resident Evil

THR riporta che la Constantin Film, che ha già trasposto su pellicola la saga videoludica di Resident Evil, produrrà il film dedicato alla serie a fumetti degli anni ’90, Danger Girl, con la possibilità di costruire anche una serie televisiva parallela.

La serie, creata da Scott Campbell e Andy Hartnell, racconta la storia dell’archeologa e avventuriera Abbey Chase che ha il compito di trovare e recuperare una serie di reliquie mistiche e tenerle lontane dalle mani della Hammer Syndicate, un'enorme rete criminale decisa a dominare il mondo. La serie originale consta di soli 7 numeri, ma ha visto in seguito la produzione di miniserie, one shot e persino crossover con G.I. Joe e Batman.

Dopo la realizzazione per un gioco targato Sony Play Station, Danger Girl era già stata opzionata per una riduzione cinematografica per la regia di Todd Lincoln.

The Brave And The Bold: Batman and Wonder Woman: i miti celtici incontrano la DC Comics

Dopo aver lavorato in coppia con Greg Rucka su Wonder Woman, il disegnatore Liam Sharp sarà autore unico della mini serie in sei parti The Brave and The Bold. Se il nome della testata non è una novità per i fan DC, lo è il soggetto: l’antica mitologia irlandese e celtica incontrerà quella moderna di Wonder Woman e Batman.

La trama non è stata ancora rivelata, se non che i protagonisti indagheranno sulla morte di un dio celtico, ma l’autore ha già suggerito un intreccio romantico tra i due eroi DC, in una storia ricca di mistero, avventura, che promette di allinearsi con la run sull’amazzone appena realizzata da Sharp.

L’uscita di The Brave and the Bold: Batman and Wonder Woman #1 è fissata per il 21 febbraio 2018.

aHR0cDovL3d3dy5uZXdzYXJhbWEuY29tL2ltYWdlcy9pLzAwMC8yMTMvNzE5L29yaWdpbmFsL0JCX0JNX1dXX2N2cjEuanBnPzE1MTA4NTQ0NDg

Gal Gadot non tornerà in Wonder Woman 2 se sarà coinvolto il produttore Brett Ratner

Gal Gadot, non avendo ancora firmato il contratto, sarebbe decisa a non tornare nei panni dell’eroina DC Comics se non dopo l’allontanamento di Brett Ratner dal progetto.
Il produttore ha co-finanziato parte del primo capitolo cinematografico dedicato all’amazzone con la sua casa produttrice RatPac-Dune Entertainment, cosa che in un eventuale sequel si sarebbe replicata.

Ratner è stato accusato di molestie sessuali e, secondo un insider della Warner Bros, come riportato da Page Six, l’attrice israeliana non vuole essere associata al nome del produttore ed è pronta a non firmare il contratto se Ratner sarà ancora a bordo del progetto del cinecomic.

Il potere contrattuale della Gadot è forte, ma comunque la Warner Bros. ha già dichiarato in precedenza che sta rescindendo ogni legame lavorativo con Ratner, che, a sua volta, ha comunicato il proprio allontanamento dai progetti dello studio cinematografico.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.