Menu

 

 

 

Napoli Comicon 2015: il manifesto di Milo Manara e i Premi Attilio Micheluzzi

  • Pubblicato in News

Comunicato stampa:

Milo Manara firma il manifesto di Napoli COMICON 2015!

CC2015 YELLOWKID-ManaraDa quest’anno Napoli COMICON si dota di uno strumento tematico fenomenale: il Magister. Un Presidente, che concentra su di se molti aspetti del Salone e molte scelte scelte culturali. Fra i compiti dell’Autore scelto come Magister, individuato anche per la sua vicinanza al tema della manifestazione (che per i prossimi tre anni tratterà del rapporto tra Fumetto & Media), c’è quello di creare l’icona simbolo del Festival, declinata poi, dal nostro bravissimo studio d’immagine Doppiavù Design, nel manifesto che nella campagna promozionale del Salone del Fumetto (e di tanto altro) renderà Napoli capitale mondiale della Nona Arte, dal 30 aprile al 3 maggio.

Il Magister di quest’anno è Milo Manara, il più grande e importante autore italiano di fumetto e illustrazione, il Maestro dell’immagine disegnata. Abbiamo studiato con lui la strada da seguire per indirizzare il suo estro visionario alla creazione del nostro simbolo grafico. Il pensiero è tornato ad un personaggio che gli appassionati di fumetto non possono non riconoscere, con la veste gialla e lunga indossata dalla sempre bellissima “mulier” Manariana: The Yellow Kid, ovvero il bimbo protagonista delle strisce giornalistiche a cui si fa risalire la nascita del nostro Linguaggio fumettistico.

Creato da Richard Felton Outcault, il “Giallo” pargolo di nome Mickey Dugan, fra i più noti della storia del Fumetto, ebbe il suo successo maggiore sul supplemento domenicale del New York World di Joseph Pulitzer, pubblicato per la prima volta a colori il 5 maggio del 1895 (quasi a 120 anni esatti dal nostro Salone!) ed a quella data si fa risalire la nascita del fumetto moderno. The Yellow Kid era un bambino impacciato proprio da quella veste gialla lunga fino a oltre i piedi, su cui scorrevano frasi spesso strampalate e in un linguaggio sgrammaticato e “bambinesco”.

Ecco, quindi, come la protagonista del manifesto, o meglio la sua gialla mise, descriva da par suo la tematica del nostro festival: il rapporto tra Fumetto & Stampa, il Quarto Potere dove anche il nostro Kid nasceva e veniva diffuso, e che poi ha via via lasciato il posto a evoluzioni tipografiche per il nostro Medium, che iniziò ad avere vita propria, tra albi, volumi e librerie specializzate. È così che nascono interi periodici che pubblicano solo fumetti, le cosiddette “riviste”, che in Italia hanno tanto successo nella seconda metà del secolo scorso. A partire da Linus, che quest’anno compie 50 anni suonati da noi omaggiato in questa edizione con una meravigliosa mostra e con una citazione nello stesso manifesto, sul quale la “Yellow Kidda" di Milo Manara richiama esplicitamente le indimenticabili copertine della rivista creata da Giovanni Gandini nel 1965.

Il gioco di richiami e di citazioni del manifesto realizzato dal maestro veronese non è che negli occhi e nelle menti degli appassionati che lo guarderanno, nascondendosi dietro una geniale semplicità e essenzialità delle linee e dei movimenti del personaggio, che con un semplice gesto della mano vi invita a partecipare alla grande festa che si consumerà alla Mostra d’Oltremare dal 30 aprile al 3 maggio.

Premi Attilio Micheluzzi 2015

Durante il prossimo Napoli COMICON, Salone Internazionale del Fumetto, saranno assegnati i Premi Attilio Micheluzzi relativi al mondo dell’Editoria a Fumetti Italiana, per l’anno 2014. Un Premio sempre più ambito grazie alla partnership rinnovata con le Librerie Feltrinelli, che nel mese di giugno daranno particolare visibilità ai titoli vincitori.

La procedura è semplice: un comitato di selezione (composto da esperti di varie categorie, esterno a COMICON) sceglie 5 nomination per 10 categorie. I membri del Comitato di Selezione 2015 sono: Loris Cantarelli (Direttore di Fumo di China), Laura Pasotti (della trasmissione radiofonica Garage Ermetico), Andrea Antonazzo (esperto e critico), Susanna Scrivo (traduttrice e esperta di manga), Stefano Perullo (giornalista e libraio).

Le case editrici spediscono ai giurati le copie nominate; la Giuria, con il presidente che da quest’anno è anche il Magister di Napoli COMICON, Milo Manara, e altri 3 quinti scelti tra personaggi di altre arti notoriamente interessati nel medium Fumetto, si riunisce a Napoli il 1° maggio e celebreranno il Premio più solido del panorama fumettistico nazionale, con una rinnovata cerimonia, nel Teatro Mediterraneo, il 2 maggio, per la prima volta in diretta streaming!
Quest’anno accanto al presidente di giuria Milo Manara, ci saranno il critico e responsabile del portale Fumettologica, Matteo Stefanelli, il regista Giancarlo Soldi, il musicista David Riondino, e lo scrittore, fresco nominato al Premio Strega, Iacopo Barison.

NOMINATION PREMI ATTILIO MICHELUZZI 2015

Miglior Fumetto
Dimentica il mio nome – Zerocalcare – BAO Publishing
Lo strano caso del Dr. Ratkyll e di Mr. Hyde (su Topolino 3070/3071) – Bruno Enna e Fabio Celoni – Panini/Disney Italia
Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra –
Ratigher – Autoproduzione PrimaOMai
Fun – Paolo Bacilieri – Coconino Press
Gli Amari Consigli – Nicolò Pellizzon – BAO Publishing

Miglior Serie dal Tratto Realistico
Dragonero – Stefano Vietti e Luca Enoch/AA.VV. – Sergio Bonelli Editore
Orfani (4-12) – Roberto Recchioni e Emiliano Mammucari/AA.VV. Sergio Bonelli Editore
Tex – AA.VV. – Sergio Bonelli Editore
Highway to Hell – Victor Gischler, Davide “Boosta” Dileo, Riccardo Burchielli e
Francesco Mattina – Panini Comics
Long Wei – Diego Cajelli/AA.VV. – Editoriale Aurea

Miglior Serie dal Tratto Non Realistico
Rat-Man – Leo Ortolani – Panini Comics
Football Club (su il Giornalino) – Beppe Ramello e Giuseppe Ferrario – Periodici San Paolo
Le Strabilianti Imprese di Fantomius Ladro Gentiluomo (su Topolino) – Marco Gervasio – Panini/Disney Italia
Tobia e l’oceano capovolto (Super G) – Otto Gabos – Periodici San Paolo
Lupo Alberto – Silver – McK Publishing

Miglior Disegnatore
LRNZ – Golem – BAO Publishing
Luigi Cavenago – Orfani – Sergio Bonelli Editore
Fabio Celoni – Lo strano caso del Dr. Ratkyll e di Mr.Hyde (su Topolino 3070/3071) – Panini/Disney Italia
Paolo Bacilieri – Fun – Coconino Press
Andrea Bruno – Cinema Zenith/1 – Canicola Edizioni

Miglior Sceneggiatore
Casty - Topolino e i 7 Boglins (su Topolino 3077) – Panini/Disney Italia
Leo Ortolani – Rat-Man – Panini Comics
Bruno Enna – Saguaro – Sergio Bonelli Editore
Giovanni Eccher – Nathan Never – Sergio Bonelli Editore
Zerocalcare – Dimentica il mio nome – BAO Publishing

Miglior Fumetto Estero
Poco Raccomandabile – Chloé Cruchaudet – Coconino Press/Fandango
Come Prima – Alfred – BAO Publishing
E la Chiamano Estate – Mariko e Jillian Tamaki – BAO Publishing
Trillium – Jeff Lemire – Rw Lion Comics
Hobo-mom – Max De Radiguès e Charles Forsman – Delebile Edizioni
Il Muretto – Céline Fraipont e Pierre Bailly – Eris Edizioni

Miglior Serie Straniera

Soil n.1 – Atsushi Kaneko – Planet Manga
Mix nn.1/3 – Mitsuru Adachi – Edizioni Star Comics
Occhio di Falco nn.6/11 – Matt Fraction e David Aja – Panini Comics
Annihilator nn.1/2 – Grant Morrison e Frazer Irving – Italycomics
Blacksad (n.5): Amarillo – Juanjo Guarnido e Juan Díaz Canales – Rizzoli Lizard
The Sandman: Overture n.1 – Neil Gaiman e J.H.Williams III – RW Lion Comics

Miglior Webcomics
To Be Continued, di Lorenzo Ghetti
Johnny Dynamic, di Andrea Dotta
Il Quarantenne Immaginario, di Sergio Varbella
From Here to Eternity, di Francesco Guarnaccia
Vivi e Vegeta, di Francesco Savino, Stefano Simeone

Miglior Edizione di un Classico
Miraclemen – Alan Moore – Panini Comics
Spirou e Fantasio L’Integrale – Franquin – RW Lineachiara
Flash Gordon sul Pianeta Mongo – Alex Raymond – Editoriale Cosmo
Tormenta Nera – Yoshihiro Tatsumi – BAO Publishing
Signal to Noise – Neil Gaiman e Dave McKean – Edizioni BD
Lady Snowblood – Kazuo Koike e Kazuo Kamimura – J-Pop

Miglior Storia Breve
Minni e il guaio coi fiocchi (su Topolino 3064) – Silvia Ziche – Panini/Disney Italia
Natale Nero da “Natali Neri e altre storie di guerra” – Fabio Visintin – ComicOut
Are you Lonesome Tonight – AkaB – This is not a love song
Il Braccialetto – Cristina Portolano – su Work (Delebile Edizioni)
Star Wars Episode VJJ – Giacomo Gambineri – su Wired Italia (febbraio 2014)

Leggi tutto...

Milo Manara presidente di Napoli Comicon e altre novità

  • Pubblicato in News

Comunicato stampa:

Napoli COMICON, alle soglie della sua 17^ edizione, trova ancora una volta la forza di cambiare e di rinnovarsi, venendo incontro alle aspettative sempre più alte del proprio pubblico in costante crescita.

Almeno 4 sono le fondamentali modifiche, fra il piano culturale e quello logistico-organizzativo. Ancora più padiglioni e più spazio esterno alla Mostra d’Oltremare, per agevolare la capienza e la movimentazione interna alla manifestazione. Inoltre un ritorno alla formula “giornaliera” per il biglietto, con la possibilità di abbonamenti plurigiornalieri.

Dal punto di vista culturale, COMICON lancia un nuovo triennio tematico ponendo il Fumetto in relazione al sistema dei Media. Si comincia quindi nel 2015 con il rapporto con la carta stampata; una relazione che passa subito dalla presenza su giornali, quotidiani e settimanali, passando per la grande stagione internazionale (e italiana) delle Riviste, e che può poi essere individuata in maniera larga anche nel successo dell’attuale “graphic journalism”, con il linguaggio del fumetto che si fa anche racconto di realtà per immagini.

L’altra grande novità culturale è l’introduzione della figura emblematica e sostanziale del “Magister”, un’icona di riferimento tra i grandi autori di fumetto, che rispecchi parte delle caratteristiche del tema annuale, e che faccia da “guida” per alcuni sezioni del programma culturale.

Per iniziare questo percorso Napoli COMICON non poteva scegliere che il più importante degli autori viventi della Nona Arte italiana, ovvero il maestro Milo Manara, a cui dedicare la mostra principale.

Molte altre saranno le esposizioni sul tema ed altri focus fumettistici di alto profilo, a partire dalla mostra dedicata ai 75 anni della Marvel USA. Presentazioni editoriali, eventi letterari e incontro con gli autori, le novità del mercato ma anche del mondo dei giochi e videogiochi: tutto ciò forma il programma della Manifestazione di maggiore spessore culturale d’Italia.

Naturalmente Napoli COMICON è moltissimo altro, oltre quanto già scritto. Èsoprattutto una festa per tutti, giovani e famiglie, nella Mostra d’Oltremare, sede di alcuni eventi ormai “must” del festival, dal COMICON COSPLAY Challenge, al rinnovato Asian Village, al cartellone ampio e variegato di CartooNA, alla crescente sezione delle Web-Series, ed a tanti altri eventi legati anche ad altre arti come la musica.

Si amplia anche il già enorme spazio a disposizione degli appassionati di Giochi e Videogiochi, riuniti nella sezione GameCON.

Ma è anche in tutta la città di Napoli che si sviluppa il COMIC(ON)OFF, cartellone che raggruppa le mostre, le presentazioni, le performance, tutto ciò che riguarda le molte anime di COMICON e che si svolge in sedi altre da quella principale di Fuorigrotta, dagli storici partner delle Istituzioni Culturali estere, oltre a tanti altri luoghi di cultura della nostra città.

Leggi tutto...

Spider-Woman #1: anteprima

  • Pubblicato in News

Finalmente ci siamo. Ancora pochi giorni e potremo leggere l'albo d'esordio di Spider-Woman, sugli scaffali USA a partire da mercoledì 15 novembre.

Si è discusso tanto, forse troppo e spesso senza cognizione di causa, sulla variant cover realizzata dal maestro Milo Manara, e noi di Comicus vi abbiamo esposto la nostra opinione sulla questione. Adesso l'attenzione si deve focalizzare sul reale valore dell'opera dello scrittore Dennis Hopeless e disegnata da Greg Land

L'universo del tessiragnatele è stato sconvolto dall'esordio di Spider-Verse, e Spider-Woman rappresenta un tie-in] a questo evento in cui ogni personaggio ragnesco rappresenta un obiettivo. Jessica Drew è stata un agente dello S.H.I.E.L.D., agente dello S.W.O.R.D., un Vendicatore e molto altro ancora. Ma sarà pronta per questa follia multidimensionale, lo Spider-Verse?

Jessica ha una missione, e con Silk al suo fianco, capirà se sarà in grado di sopravvivere a questa follia.

Segnaliamo che oltre alla variant cover di Manara e quella ufficiale di Land, Skottie Young e Siya Oyum hanno realizzato le altre due cover variant.

Nella gallery in basso sono disponibili le prime tavole dell'albo.

SWOMAN2014001-DC11-ab35d

Leggi tutto...

Milo Manara/Marvel: Axel Alonso parla della cancellazione delle nuove variant cover

  • Pubblicato in News

L’arte non si discute. O si ama o si odia. Punto. Tutti conoscete la querele che ha coinvolto il grande maestro italiano Milo Manara e la sua variant cover realizzata per l’esordio della nuova serie dedicata a Spider Woman. Noi di Comicus abbiamo già espresso la nostra opinione sulla questione, ed aggiungere altro risulterebbe di sicuro ridondante.
 
Ma la rete vive di pettegolezzi, indiscrezioni che spesso si rivelano false ma che, nel frattempo, gettano ombre sulle persone, sulle loro opere e carriere. Le malelingue, infatti, sono entrate in azione non appena è trapelata la news che le due variant commissionate dalla Marvel a Manara (per Axis #1 e Thor #2) sono state cancellate.
 
Subito siti come Vox.com o l’inglese Telegraph, hanno scritto che la decisione è stata presa a seguito del pubblicità negativa che il lavoro svolto dal disegnatore italiano ha riversato sulla casa delle Idee. Il Telegraph, addirittura, parla di sospensione da parte della Marvel.

A cercare di fare chiarezza sull'episodio è intervenuto il Editor in Chief della Marvel, Axel Alonso, che in un comunicato ha dichiarato: “Senza ombra di dubbio, voglio affermare che si è trattato esclusivamente di un problema di programmazione. Le cover commissionate a Manara sono state posticipate a causa del suo programma di lavoro. Realizzerà più cover per noi, infatti, ne abbiamo messa una in cantiere che annunceremo presto. È difficile lavorare insieme sia su quella di Axis #1 che Thor #2. La tempistica non ha funzionato".

Non abbiamo motivo per non credere alle parole di Alonso, e speriamo che si tratti realmente solo di scelte sbagliate. Ma non possiamo assolutamente restare indifferenti, ed anche un pò indignati, per le tante parole, giudizi e critiche (spesso inutili) piovute addosso all'arte di Milo Manara.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.