Menu

 

 

 

Warner Bros.: la serie "Titans" inaugura la piattaforma digitale DC Digital Service

  • Pubblicato in Screen

Warner Bros. e DC Entertainment stanno per lanciare DC Digital Service, un nuovo servizio digitale, a marchio DC Comics, che esordirà nel 2018 con due nuove serie TV: Titans, live-action ispirato ai Giovani Titani, e Young Justice: Outsiders, nuovo capitolo della serie animata Young Justice.

Titans è scritta da Akiva Goldsman, Geoff Johns e Greg Berlanti, che ne sono anche produttori insieme a Sarah Schechter e Warner Bros Television.
Vedremo Nightwing diventare il leader di un gruppo di giovani aspiranti supereroi, tra cui Starfire e Raven.

Un pilot sui Titani era stato realizzato nel 2014 dal canale TNT, scritto sempre da Akiva Goldsman insieme a Marc Haimes, ma poi il progetto non era stato portato avanti.
Warner Bros TV e DC Comics, pertanto, hanno affidato il progetto a Greg Berlanti, sceneggiatore, produttore e supervisore di tutte le serie DC della CW, e hanno deciso di farne caposaldo per l'esordio del nuovo servizio digitale.

Young Justice: Outsiders è la terza stagione di Young Justice, la serie animata trasmessa da Cartoon Network tra il 2010 e il 2013. È Prodotta da Warner Bros Animation, Brandon Vietti e Greg Weisman; Sam Register ne è produttore esecutivo e Phil Bourassa Art Director.
I supereroi adolescenti raggiungono la maggiore età e si trovano a dover affrontare grandi sfide, come un traffico di meta-umani e una terribile minaccia genetica che attraversa il pianeta e la galassia.

Le prime due stagioni sono attualmente su Netflix, dove si pensava sarebbe stata trasmessa anche la terza. L'arrivo di DC Digital Service scombina un po' le cose.

Titans, prima serie live-action ad andare sulla piattaforma digitale DC Entertainment, si unisce pertanto alle altre sette serie DC attualmente attive, di cui 5 trasmesse su CW (Flash, Arrow, Supergirl, Legends of Tomorrow, iZombie) e due su Fox (Lucifer e Gotham).

Leggi tutto...

Rebirth, The Button: in Europa la spilla del Comico non sarà in copertina, ecco perché

  • Pubblicato in News

La questione, invero curiosa e per certi versi paradossale, è piuttosto datata ma, in occasione di The Button, il crossover (di cui vi abbiamo parlato) che vede Batman e Flash alle prese con i misteri dietro Rebirth, diviene nuovamente d'attualità; vale pertanto la pena farne cenno per chi non ne fosse al corrente.
Forse non tutti sanno che la spilla del Comico, la faccina sorridente e insanguinata, non può apparire sulle copertine dei fumetti in Europa.
Come è noto, infatti, dietro gli eventi che segnano il passaggio da Flashpoint a Rebirth, passando per il New 52, pare esserci l'influenza dei personaggi di Watchmen e, mentre nel mercato americano si potranno godere, oltre alla cover regolare, una bella cover 3D lenticolare, in Europa dovremo accontentarci di una cover in cui non appare la famosa spilla.

Cover USA di The Button:
190240 1060279 1

batman-21-cover-2

Cover europea di The Button:
batman-21-international

Il motivo risale agli anni '70, quando il franco-algerino Franklin Loufrani commercializzò e registrò il famoso Smiley creando la Smiley Company.
Per avere un'idea della serietà della questione è utile l'esempio della multinazionae USA Walmart che utilizzò a lungo la faccina ma che però smise di usarla quando la Smiley Company di Loufrani ne reclamò i diritti.

Nel 2008 una Corte americana per i Marchi e Brevetti stabilì che lo smiley è un marchio troppo generico per essere registrato e che, di conseguenza, è di pubblico dominio negli USA.
In Europa invece il marchio rimane protetto, ed ecco perché, per esempio, la copertina di Watchmen da noi è diversa da quella dell'edizione americana.

Cover USA di Watchmen:
watchmen-trade

Cover europea di Watchmen:
watchmen-international-edition

(Via CBR)

Leggi tutto...

La DC presenta Dark Matter e annuncia l'uscita di sei nuovi titoli

  • Pubblicato in News

"Forgiata dal metallo". Dopo Dark Days e Dark Nights, arriva Dark Matter, il terzo step dell'inizio della "nuova era degli Eroi DC Comics".

Il Co-Editore DC Comics Dan DiDio ha presentato ieri l'iniziativa durante il Diamond Comics Distibutors'Retail Summit a Chicago.

Come tiene a precisare Didio, Dark Matter "non è un evento, un mondo o un universo", è un banner, ovvero uno slogan che ha molto a che fare con la "materia" presente nelle storie e sotto cui si articolerà la nascita di 6 nuove testate, nuovi titoli e nuovi eroi.
È inquadrato e scaturisce direttamente dall'evento di agosto Dark Nights, di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa, che, a sua volta, seguirà l'uscita in luglio di Dark Days: The Forge #1 e Dark Days: The Casting #1, di cui vi avevamo parlato il mese scorso.
Eventi che vedranno impegnati i maggiori artisti attualmente in forza alla DC: Scott Snyder, Greg Capullo, James Tynion IV, Andy Kubert, Jim Lee, John Romita Jr.

Novità e continuità col passato. Grandi promesse dal team creativo, con Jim Lee che ha parlato di storie ambientate nell'universo DC, ma con una sensibilità diversa e l'influenza di action, sci-fi, horror.
Dan DiDio ha fatto riferimento al classico storytelling del supereroe che però emergerà con fantasiose nuove opportunità creative, più grandi di qualsiasi cosa vista su uno schermo cinematografico.
Se "Rebirth è stato pensato per i lettori di vecchia data, Dark Matter è pensato per conquistarne di nuovi".

darkmatter2

- Dark Matter prenderà il via pertanto in agosto, "forgiata dal metallo" di Dark Nights: Metal, di Snyder e Capullo. Una storia che "apre mondi forgiati da incubi". Qui saranno introdotti e presentati i personaggi e le storie delle altre 5 testate.

- A settembre uscirà Sideways, di Dan DiDio e Justin Jordan con i disegni di Kenneth Rocafort. Un'adolescente liceale, cambiata dagli eventi di Dark Nights: Metal, entra in contatto con la Dark Matter (Materia Oscura) e potrà teleportarsi nella Dimensione Oscura. Ma ogni volta che lo farà si avvicinerà un po' di più a soccombere al fascino del suo potere e alle sue origini oscure.

- A settembre arriverà anche The Silencer, di Dan Abnett e John Romita Jr., che avrà come protagonista Honor Guest, la più letale assassina del pianeta che ha deciso di cambiare vita e diventare una persona normale e tranquilla, lontano da morte e distruzione. Ma quando la sua vecchia vita torna a tormentarla, Honor deve rinunciare alla sua identità "civile" e proteggere la sua famiglia come The Silencer.
Il fatto che Silencer sia una donna "non è un elemento di diversità, ma è un nuovo personaggio", ha detto Romita che, prendendo ad esempio il tema della diversità adottato in casa Marvel, ha fatto notare come fare di Francine Castle il nuovo Punitore possa mettere in dubbio l'integrità della storia agli occhi dei lettori, cosa che non succede se l'artista si pone l'obiettivo di creare qualcosa di totalmente nuovo.

- A ottobre uscirà poi Immortal Men di James Tynion IV e Jim Lee: nati all'alba dei tempi, cinque fratelli scoprono che la vita eterna comporta la guerra eterna. Quando le forze del male muovono verso il mondo moderno, loro operano dalle ombre reclutando un'elite contro coloro che cercano di portare l'Armageddon. Sono l'unica speranza dell'umanità.

- Sempre ad ottobre vedrà la luce Damage, di Robert Venditti e Tony S. Daniel. Ethan Avery è una recluta che viene trasformato in quella che dovrebbe essere l'arma definitiva: per il tempo di un'ora, si potrà trasformare in un terribile mostro. Ma se riesce a domarlo, potrà fare più bene di quanto si sarebbe mai aspettato.

- A dicembre sarà infine il turno di New Challengers, di Scott Snyder e Andy Kubert, con protagonisti gli Esploratori dell'Ignoto. Si tratta di un ritorno, con nuovo cast, nuove missioni, ma restando in contatto con le storie e la grandezza dei personaggi originali, impegnati a sfuggire alla morte andando incontro ai grandi misteri, meraviglie e terrori dell'universo.

L'idea alla base di Dark Matter è quella di dare maggiore peso e importanza nelle scelte ai disegnatori, che hanno partecipato tanto quanto gli scrittori al progetto creativo.
"Coinvolgimento" e "collaborazione" sono i termini più ricorrenti nelle dichiarazioni degli artisti impegnati.
Nel video pubblicato dal canale YouTube di DC Entertainment, potete ascoltare le parole dei creatori che hanno lavorato a Dark Matter:

"Ciò che amo di Dark Matter" - ha detto Jim Lee - "è il ritorno al portare alla ribalta sia lo scrittore che il disegnatore".
"Al nostro 'talent summit' abbiamo messo insieme alcuni dei nostri creatori, scrittori e artisti chiave, ci siamo seduti a un tavolo e abbiamo parlato di cosa fosse andato perso nei comics, di cosa potevamo fare per creare qualcosa di diverso e che magari i lettori di questa generazione non avevano ancora visto"

Per Greg Capullo Dark Nights: Metal "aprirà le porte" ai lettori che non si sarebbero mai aspettati. Tipo quanto si vede nel promo da lui realizzato, Batman con in mano due asce da guerra "questo è il genere di cose folli che vedremo" ha aggiunto.

Sullo stesso tema, ieri John Romita Jr è stato più incisivo "La gente ha l'impressione che gli scrittori siano gli "dei" di questo processo: non lo sono. In realtà è un'idea che mi offende. L'idea che gli artisti non possano influire sulle decisioni è folle, così come lo è per uno scrittore. Si tratta invece di 'collaborazione'."
E non risparmia una frecciata alla Marvel, dicendo che la sua sensazione riguardo alla riluttanza della Casa delle Idee a promuovere i fumetti realizzati attorno alla figura del disegnatore, è che questo dipenda soprattutto dal rifiuto della casa editrice di pagare un artista dal nome "più costoso". "Le loro vendite stanno rispecchiando questo".

Di seguito, alcuni sketch, promo, banner e cover di Dark Matter.

Leggi tutto...

Il trailer di Krypton, la serie DC in onda su SyFy

  • Pubblicato in Screen

È stato diffuso il primo trailer di Krypton, la serie Syfy incentrato sul pianeta di Superman e della Casa di El duecento anni prima della sua distruzione. Potete vederlo qui di seguito:

Scritto da David S. Goyer (Man of Steel) e Ian Goldberg (C'era una volta), la serie avrà Damian Kindler (Il mistero di Sleepy Hollow) come showrunner e produttore esecutivo insieme a Goyer.
Colm McCarthy (Doctor Who/Sherlock) dirigerà il pilota.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.