Menu

 

 

 

Arrestati 5 "pirati" per la diffusione illegale di One Piece

Come riportato da The Asashi Shimbun (via Newsarama), 5 persone sono state arrestate per aver violato le leggi sul copyright in materia di pirateria e per aver fatto trapelare prima dell'uscita vari capitoli di One Piece di Eiichirō Oda.

I sospetti hanno presumibilmente ottenuto copie in anteprima di Shonen Jump, la testata che serializza One Piece, le hanno scansionate e messe online prima che la versione ufficiale venisse diffusa pubblico. La polizia giapponese ha dichiarato che il gruppo ha ottenuto le copie da un negozio non identificato che vende le riviste prima della data di rilascio.

I sospettati avrebbero guadagnato oltre 379 milioni di yen (3,47 milioni di dollari) dai ricavi pubblicitari per pirateria e leaking di manga nel corso di diversi anni.

"Il manga è stato creato dall'autore che gli dedica il suo cuore e la sua anima. Siamo arrabbiati per il fatto che i sospetti abbiano pubblicato il manga in modo inappropriato e abbiamo guadagnato da questo", ha dichiarato l'editore Shueisha in una dichiarazione." Speriamo che questi arresti servano da monito contro la continua epidemia di pirateria e uso illegale delle pubblicazioni".

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.