Menu

 

 

Nuovi artisti nell'annual del Millarworld di Mark Millar

Mark Millar è un autore poliedrico di incredibile successo, una delle più importanti ed influenti menti creativa del fumettomondo e non solo, che è stato in grado di dar vita a numerosissime storie indimenticabili e personaggi iconici, costruendosi addirittura un universo narrativo, il Millarworld, in cui ambientare le sue serie creator owned, intrecciandole con grande maestria. Tra i suoi ultimi lavori troviamo Huck, Empress e Starlight. Qui trovate un nostro recente articolo sullo sceneggiatore.

Ma arrivare fino a questo punto non è stato facile e Millar se lo ricorda bene, per questo vuole aiutare altri artisti ad emergere nel panorama fumettistico. Ecco che quindi ha deciso di realizzare il Millarworld Annual, una antologia di storie, in uscita il 13 luglio 2016, con protagonisti i suoi personaggi più famosi che vengono per la prima volta affidati a nuovi artisti e scrittori, che ne avranno la completa padronanza per la realizzazione di queste brevi storie.

"È una cosa strana; puoi anche essere bravo a suonare la chitarra, ma potresti non sapere nulla di come si formi una band. La stessa cosa vale per il fumetto. Io sono cresciuto nel nulla, a migliaia di chilometri da dove venivano fatti i fumetti, ma volevo fortemente esserne parte. Si è fatta molta strada [in Inghilterra], con la rivista 2000 AD, dove autori come Alan Moore e Neil Gaiman, hanno avuto il loro inizio. Avevano un programma di tirocinio dove i nuovi scrittori potevano farsi pubblicità e questo ha aperto le porte per un lavoro alla Marvel e alla DC per tutti", ha dichiarato a ComicBook.com.

Millar ha così lanciato un bando a cui hanno partecipato moltissimi artisti, di cui "solo circa il 20% proviene dagli USA. Alcuni provengono dall'Asia, altri dall'Africa e da altri paesi in cui non sapevo che le mie serie avessero grande seguito", ha aggiunto l'autore.
L'editor del progetto, Rachael Fulton, sostiene che "l'obiettivo è quello di realizzare un annual a fumetti con un gruppo di talentuose ed entusiaste persone. Una volta trovate, fare questo volume è stato facilissimo". E la selezione delle personalità che avrebbero partecipato al lavoro è stata effettuata dallo stesso Millar insieme ad un gruppo di amici che hanno analizzato e visualizzato tutti i partecipanti, e sembra che le persone selezionate siano molto promettenti.

"Credo fermamente che queste persone possano avere una carriera professionale e credo che alcune ce l'avranno di sicuro, 3 o 4 di loro ce la faranno molto velocemente, nel giro di qualche settimana, verranno presi da Marvel o DC. Sono davvero bravi. Credo che siano tutti bravi, a livelli professionali".

"Sono un gruppo di autori che provengono da paesi diversi e con diverse esperienze di vita. C'è un pittore indiano di 22 anni, uno scrittore ex medico filippino che vive a Brooklyn, un artista nigeriano che ha inviato dei disegni incredibili anche se ha una scarsa connessione a Internet, uno scrittore della Nuova Zelanda e rappresentante di birra di Dumfries, in Scozia, solo per citarne alcuni". Alcuni scrittori poi, non hanno ancora visto le pagine ultimate dagli artisti per le loro storia.

"Non voglio fare le preferenze, ma il ragazzo che ha scritto la storia di Hit-Girl (Mark Abnett, lo scozzese di prima), mi ha fatto davvero pensare ‘è meglio delle mie storie!’. È un po' paurosa, ma mi rende fiero. È così che deve sentirsi Stan Lee quando legge un buon fumetto Marvel. È una sensazione adorabile quella di vedere delle tue proprietà fatte così bene. Non ho mai permesso a nessuno a parte ai creatori di mettere le mani su questi personaggi, e credo che gli standard si siano mantenuti".

Ma questa bella iniziativa è destinata a diventare un appuntamento annuale, tanto che ad ottobre Millar comincerà a vagliare i nuovi artisti che compariranno nell'Annual del 2017. Tutti i proventi dell'opera andranno alla Hero Initiative, organizzazione no-profit che mira a dare sostegno ad autori del mondo fumettistico qualora lo necessitino. Di seguito infine vi riportiamo le ragioni per cui dovreste acquistare l'albo, secondo Millar stesso, e una breve bio degli artisti coinvolti.

"1, è fatto davvero bene. 2, credo che questi personaggi vengano benissimo in queste storie. 3, poter vedere questi nuovi talenti al lavoro. E 4, i proventi andranno alla Hero Initiative per aiutare gli autori che hanno bisogno".

Cliccando sui nomi potete accedere ai siti personali degli artisti.

Satine Zillah [Cover]
Mark Abnett  [Scrittore, Hit Girl]
Ozgur Yildirim [Artista, Hit Girl]
Cliff Bumgardner [Scrittore, American Jesus]
Steve Beach [Artista, American Jesus]
Philip Huxley [Scrittore, Kingsman]
Myron [Artista, Kingsman]
Deniz Camp [Scrittore, Starlight]
Pracheta Banerjee, [Artista, Starlight]
Ricardo Mo [Scrittore, Kick Ass]
Ifesinachi Orjiekwe [Artista, Kick Ass]
Shaun Brill [Scrittore, Chrononauts]
Conor Hughes [Artista, Chrononauts]

(Via ComicBook.com)

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.