Menu

 

 

 

Giuseppe Zimbalatti

Giuseppe Zimbalatti

URL del sito web:

Dark Nights: Metal, Scott Snyder introduce la materia oscura nella cosmologia DC Comics

Nel corso di due lunghe interviste, con CBR e con Newsarama, Scott Snyder ha parlato approfonditamente di Dark Nights: Metal, l'evento centrale dell'estate DC Comics di cui è autore, accompagnato alle matite da Greg Capullo, col quale è andato così a ricostituire il "dinamico duo" della fortunata run di 51 numeri su Batman.
La sintonia e l'intesa con il disegnatore sono per Snyder il principale ingrediente di Metal, che rappresenta un po' la summa del lavoro dei due creatori in questi anni, e spera di riuscire a trasmettere ai lettori il loro entusiasmo nel realizzarlo.

L'autore sembra proprio non stare nella pelle in attesa dell'uscita dell'albo che si ripromette di modificare in maniera incisiva la cosmologia DC Comics, e rivela alcuni particolari interessanti che cercheremo di riportare nei loro passaggi fondamentali.

Cominciamo dal titolo. Il termine "Dark", presente anche nei due tie-in Dark Days e nel successivo Dark Matter, si riferisce letteralmente alla materia oscura, ossia quella parte di materia di cui l'universo è costituito per il 90% della propria massa e che però i nostri sensi non riescono a percepire, se non per i suoi effetti gravitazionali.
L'idea a Snyder è venuta guardando il documentario di astronomia e astrofisica Cosmos e scoprendo che "la stragrande maggioranza del nostro universo è costituita essenzialmente da materia oscura ed energia oscura". Da qui l'idea di applicare la stessa formazione anche all'Universo DC. Il Multiverso di Grant Morrison immerso in un oceano di materia oscura, un vaso di Pandora dalle infinite possibilità, un nuovo reame nella cosmologia DC, il Multiverso Oscuro.

dark-nights-metal-spread

Lo spirito della storia, dice Snyder, "sarà tutto tranne che dark", ma vedremo battaglie in armatura, dinosauri, robot e inattesi team-up tra i vari personaggi DC. 
Aspettiamoci una storia bizzarra, dal tono fuori di testa, come se "Frazetta e Jack Kirby avessero avuto un bambino da una colonna sonora heavy metal" dice Snyder. "Voglio nella stessa storia un dragone, un robot gigante e voglio vedere i nostri personaggi agire in maniera straordinaria in tutto questo".

Il termine "Metal", invece, sembrerebbe decisamente riferirsi al metallo NHT di Hawkman. Infatti, nonostante Batman sia stato utilizzato un po' come front-man nelle anticipazioni dell'evento, non si tratta in realtà di un evento Batman-centrico. Certo, il Cavaliere Oscuro giocherà un ruolo importante, da play-maker, ma saranno la Justice League e tutti gli altri personaggi DC ad essere protagonisti, anche quelli scomparsi da un po' di tempo o che ultimamente erano stati messi un po' da parte, soprattutto Hawkman e il suo metallo NTH.
Hawkman è il personaggio su cui Snyder avrebbe voluto lavorare finita la run su Batman. "Ero davvero affascinato dalla malleabilità e dal mistero del metallo NTH. Ti permette di reincarnarti all'infinito, o di volare, o di guarire, ti dà super-forza e ti può permettere di ottenere i poteri mistici di Doctor Fate".

La Justice League scoprirà l'esistenza di questo oceano di materia oscura, nel quale è immerso l'intero Multiverso DC. Uno dei suoi membri accidentalmente aprirà un varco verso il Multiverso Oscuro, dal quale arriverà una spaventosa invasione.
"Voglio sorprendere le persone. Non credo che sarà quello che voi pensiate che sia." Non una versione spaventosa dell'universo DC, ma "qualcosa di molto più ampio e differente" puntualizza Snyder.

"Il metallo NHT fa parte del nostro universo? Si tratta di qualcosa che conduce energia da qualche altra parte? È la chiave per sbloccare un intero nuovo reame della cosmologia DC?". "È un elemento che mi permette di esplorare un mistero che mi riporta alle origini del DC Universe, attraverso alcune grandi storie cui ci saranno riferimenti e allo stesso tempo verso nuovi territori ancora inesplorati, interi nuovi reami del DCU che stiamo costruendo da zero ma che hanno corollari nel mondo reale".

"Si tratta di esplorazione, si tratta dei modi in cui i nostri eroi ci danno coraggio ad andare avanti nel buio ed esplorare sia la nostra stessa natura sia il mondo fisico che ci circonda. Non vedo l'ora che la gente lo veda".
"Stiamo giocando con la cosmologia messa su dai miei scrittori e disegnatori preferiti attraverso tanti eventi e tante storie DC".

Dark Nights: Metal, sarà preceduto da due storie con le quali non c'è vera soluzione di continuità. "Dark Days: The Forge e Dark Days: The Casting saranno un preludio a Dark Nights: Metal, una sorta di Metal #0. Ne è autore James Tynion, su soggetto di entrambi"  - dice Snyder, che aggiunge - "Ci saranno tre linee narrative, una focalizzata su Hawkman, una su Batman e una non voglio rivelarla. Tre storie i cui elementi di mistero condurranno a ritroso nel tempo fino alle origini del DC Universe e forniranno elementi che confluiranno in Metal e negli albi "Dark Matter", integrandoli nel DCU."

In The Forge e The Casting la storia ha elementi che affondano le radici nell'intera run di Snyder e Capullo e in quella di Tom King e un ruolo da protagonista lo avrà quella versione del Joker. "Ciò che Batman realizza è che questo mistero è qualcosa che è stato preparato per lui a sua insaputa nel corso di questi anni".
"Avevamo bisogno di un personaggio capace di dire "Sono sempre stato qui con te dall'inizio, e lascia che ti mostri qualcosa che tu non vuoi vedere. Quel personaggio è il Joker, nessun altro sarebbe stato adatto a quel ruolo. Farà un'apparizione e avrà un ruolo-chiave che credo sorprenderà veramente i lettori".
"Per la prima volta, Batman scoprirà un mistero che non vorrà risolvere oltre un certo punto, perché avrà paura di ciò che sta per scoprire".

Altro argomento trattato, i rapporti tra Metal e Rebirth. "Geoff (Johns) ha fatto un grande lavoro" - dice Snyder - "Se Rebirth recupera i personaggi storici e ristabilisce la legacy, onorando alcuni dei grandi classici DC, noi siamo una specie di "fratello cattivo" che crea cose nuove e folli."
Infatti Dark Matter proporrà nuovi personaggi e la reinvenzione di altri già esistenti, come i Challengers.
"Cerchiamo di fare cose rischiose e diverse, e lo facciamo per ringraziare i lettori, perché quando le cose vanno bene credo che sia il momento di rimettersi in gioco e rischiare". "Metal è un po' come il 'gemello strano' di Rebirth"

Ci saranno elementi di congiunzione con tutte le serie più importanti, dalla run di Tom King su Batman a quella di James Tynion su Detective Comics; dalla serie di Green Lanterns al Superman di Pete Tomasi, fino a The Button.
Ci sarà "l'essenza delle origini stesse del DC Universe e cose che sono veramente, veramente nuove".
Coordinazione con gli altri filoni narrativi in atto, collegamenti senza conflitti o contraddizioni e senza troppe interferenze. "Abbiamo lavorato duramente per consentirci vicendevolmente ampi spazi, e allo stesso tempo assicurarci di non essere isolati e che le storie fossero tutte parte di un grande piano".

Quindi conclude Snyder "Il nostro obiettivo è quello di offrirvi le migliori e più grandi storie che possiamo, senza mai farle sembrare un modo per fare cassa, o una correzione in corsa per adeguarci al momento positivo che stiamo attraversando."
Si tratta piuttosto di essere additivi, celebrativi, di realizzare una grande, nuova storia che sia audace e che cambi davvero le cose in modo da darci nuove opportunità per ulteriori nuove storie". Senza dover uccidere qualcuno, senza che un personaggio debba morire solo per aumentare l'appeal della storia.

Per Snyder i lettori "vogliono sentire che, come azienda, ci sia una pianificazione, che tu sappia cosa stai facendo e che tu abbia delineato una storia su cui procedere in maniera coordinata". "Ciò che posso promettere è che abbiamo un grande piano molto, molto serio."
"Non sarei qui a parlare di cose di cui non sono orgoglioso". "Sono molto eccitato non solo per quello che è stato Rebirth, ma per i piani a venire, per l'estate, l'autunno, l'inverno e oltre. È un buon momento.

In gallery, alcune tavole e sketch di Greg Capullo per Dark Nights: Metal, via Newsarama.

L'iniziativa benefica di Aspen Comics e Humble Bundle contro il cancro

Aspen Comics, la casa editrice di fumetti fondata nel 2003 dal compianto Michael Turner, anche quest'anno ha messo in vendita su Humble Bundle, sito web di raccolta di fondi per beneficenza, una serie di propri titoli di punta, con l'iniziativa congiunta Humble Comics Bundle - The Art of Michael Turner presented by Aspen Comics.

Su Humble Bundle sono gli acquirenti a stabilire il prezzo di ciò che vogliono acquistare, da 1 dollaro in su, e possono stabilire come suddividere la cifra offerta tra Humble Bundle, Aspen e due organizzazioni benefiche, in questo caso Hero Initative, organizzazione no-profit americana che aiuta i creatori di fumetti in difficoltà, e la Prevent Cancer Foundation, organizzazione per la diagnosi precoce e la prevenzione del cancro.

Offrendo da un dollaro in su, è possibile ricevere i seguenti titoli:

- Executive Assistant: Iris Omnibus #1
- Michael Turner’s Fathom Omnibus #1
- Michael Turner’s Soulfire Omnibus #1
- Michael Turner’s Fathom: Kiani Omnibus
- Art of Aspen Comics Omnibus #1
- Shrugged Volume One
- Aspen Sourcebooks: Omnibus #1
- Aspen Seasons: Omnibus #1

Offrendo da 8 dollari in su, si può inoltre ricevere:

- Aspen Universe: Revelations issues 1-5
- Executive Assistant: Iris Omnibus #2
- Michael Turner’s Fathom Omnibus #2
- Michael Turner’s Soulfire Omnibus #2
- Michael Turner’s Fathom Dawn of War Volume 1
- Michael Turner’s Fathom: Cannon Hawke Volume 1
- Soulfire: Chaos Reign Volume 1
- Soulfire: Dying of the Light Volume 1
- Aspen Showcase: Omnibus

Chi invece dovesse offrire più di 15 dollari, riceverà un codice per ottenere l'esclusiva Aspen Comics Variant Cover di Harley Quinn #1 su AspenStore.com. E inoltre potrà ricevere:

- Executive Assistant: Assassins Volume 1
- Michael Turner’s Fathom (Volume 6) #1
- Michael Turner’s Soulfire (Volume 6) #1
- Michael Turner’s Fathom: The Elite Saga Issues 1-5
- Trish Out of Water Volume 1
- Michael Turner’s Soulfire: Shadow Magic Issues 0-5
- Michael Turner’s Soulfire: New World Order issues: Beginnings, 0-5
- Ekos Preview
- Worlds of Aspen Omnibus
- Michael Turner Art Edition #1
- Michael Turner Art Edition #2
- Michael Turner Remastered Sketchbook

L'iniziativa sarà attiva fino al 7 giugno 2017 alle 11,00 a.m orario del Pacifico al seguente link.

Dynamite Entertainment annuncia James Bond: Moneypenny

Nel quadro dell'espansione del "Bond Universe" di Dynamite Entertainment è stata annunciata l'uscita per il prossimo 30 agosto di James Bond: Moneypenny, primo titolo in assoluto dedicato al personaggio di Miss Moneypenny, la fedele segretaria di M, presenza costante nelle storie di 007.
Il fumetto, autorizzato da Ian Fleming Publications Ltd, scritto da Jody Houser e disegnato da Jacob Edgar, sarà tra le anticipazioni del mese di giugno di Diamond Comic Distributors; dovrebbe trattarsi di uno one-shot, ma non è da escludere una possibile mini-serie.

Secondo quanto riportato nella nota di Dynamite Entertainment, il personaggio uscirà dalla dimensione routinaria di segretaria, per entrare in azione quando scopre il complotto di un assassinio che le ricorda un attacco terroristico vissuto nell'infanzia e che le ha cambiato la vita.

Jody Houser, prima scrittrice donna ad occuparsi del Bond-universe nei fumetti, dice di aver scoperto tardi il mondo di 007 e di essere assolutamente entusiasta di poterci lavorare. "In questa storia vedremo esattamente come Moneypenny opera ed alcuni degli eventi che la hanno resa la donna che è", ha aggiunto.
Nel curriculum della scrittrice ci sono, tra le altre cose, titoli come Mother Panic (DC Comics), Faith (Valiant Comics) e Orphan Black (IDW).

"Siamo entusiasti per il lancio di James Bond: Moneypenny che porterà una voce fresca e nuova al Bond universe" ha scritto Nick Barrucci, CEO ed Editore di Dymamite Entertainment.  "Abbiamo seguito la carriera di Jody e da molto tempo desideravamo lavorare con lei, e questo è il progetto perfetto su cui lavorare insieme. In quanto prima donna a scrivere un fumetto sul mondo di James Bond, porterà sicuramente una nuova prospettiva e una ventata di freschezza ai personaggi, cui si aggiungerà quel tocco extra di classe che mette in tutti i suoi lavori".

Moneypenny, apparsa per la prima volta nel 1953 in Casino Royale, primo racconto di Ian Fleming, è presente con piccoli ruoli in quasi tutti i racconti di 007. Nel 2006 il personaggio è stato sviluppato nella serie spin-off The Moneypenny Diaries e nel 2015 assume maggiore rilevanza in James Bond: Eidolon, serie scritta da Warren Ellis per Dynamite.
Adesso il personaggio ha, per la prima volta nella storia dei fumetti, un titolo tutto suo.

James Bond: Moneypenny sarà disponibile da agosto anche sulle piattaforme digitali Comixology, Kindle, iBooks, Google Play, Dynamite Digital, iVerse, Madefire, e Dark Horse Digital.

BondMoneyPenny-Cov-Lotay

Neil Gaiman leggerà l'intero menù di Cheesecake Factory per beneficenza

Neil Gaiman leggerà pubblicamente l'intero Menù di Cheesecake Factory, la grande catena di ristoranti USA specializzata nella distribuzione di cheesecakes, se verrà raggiunta la quota di 500.000 dollari da devolvere all'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.

La provocazione era stata lanciata dall'autrice e attrice, nonché amante delle cheesecake, Sara Benincasa con un tweet, cui Gaiman ha prontamente risposto, accettando la sfida e proponendo poi l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) come beneficiario della somma raccolta.

Sara Benincasa ha quindi creato la campagna di raccolta fondi sul sito di crowdfunding Crowdrise.com.
"Se raggiungiamo quota 500mila dollari, Neil ha gentilmente accettato di eseguire una lettura dal vivo del più grande menù di tutti i tempi. Si tratta di circa 8000 pagine".
"Spero di raggiungere questo obiettivo entro il 20 giugno, giornata mondiale dei rifugiati" - ha scritto sul sito l'autrice, che sta pensando di pianificare con Gaiman una lettura dal vivo in pubblico, su un palco oppure online. Ed eventualmente devolvere ancora all'UNHCR i proventi della vendita di eventuali biglietti di un'esibizione dal vivo.

"UNHCR fa un lavoro straordinario per i rifugiati" - aggiunge Benincasa, che riporta i dati ufficiali dell'Agenzia "65,3 milioni di persone in tutto il mondo sono state costrette a migrare. Tra loro ci sono circa 21,3 milioni di rifugiati, oltre la metà dei quali sono sotto i 18 anni".
 "Ai rifugiati vengono spesso negati diritti fondamentali come l'istruzione, la sanità, il lavoro e la libertà di movimento. Neil è stato attivo in favore dei rifugiati di tutto il mondo per anni. Si tratta di una causa fantastica".

La cifra da raggiungere è stata fissata a 510mila dollari per coprire le spese di gestione su Crowdrise.com.

Dopo due giorni la raccolta è a quota 38400 dollari e l'obiettivo è ancora lontano. Lanciata su twitter con l'hashtag #NeilCake, l'iniziativa ha catturato l'attenzione di personaggi famosi e della stessa Cheesecake Factory e, per tutto il mese, avrà bisogno di tutto il sostegno possibile per rimanere attiva e raggiungere l'obiettivo entro il prossimo 20 giugno.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.