Menu

 

 

 

Lego Batman 3: Gotham e oltre: recensione

Le mode vanno e vengono, ma due tipi di giochi sono sempre attuali e amati da grandi e piccini: i videogame e i Lego. Due categorie opposte se ci riflettiamo un attimo: i primi sono il simbolo stesso della tecnologia, sempre più avanzati e realistici. I Lego, invece, sono il gioco classico di costruzioni, ma la bravura della casa produttrice è stata quella di associare i celebri mattoncini colorati ai più famosi brand nel corso dei decenni: film, telefilm, cartoon etc., tutti i franchisee di successo hanno una loro versione Lego.
Cosa accade, dunque, se ai mattoncini uniamo la giocabilità e l'attrattiva dei videogame? La risposta è un brand che da anni sforna decine di titoli, tutti di successo e per tutte le piattaforme, di cui l'ultimo capitolo è Lego Batman 3: Beyond Gotham.

Il titolo tradotto "Gotham e oltre" ci fa subito capire che il Cavaliere Oscuro spazierà oltre la sua zona di competenza. A inizio gioco, infatti, vediamo un filmato con Brainiac che utilizza i poteri degli Anelli di ciascun Corpo delle Lanterne. Il suo scopo è quello di prendere possesso dell'intero universo miniaturizzandolo. Batman, alleandosi con tutti gli eroi (ed i cattivi) della DC, dovrà evitare che il folle piano si realizzi.

Da questo spunto, TT Games sviluppa un titolo che arricchisce il solito e consolidato gameplay tipico della saga videoludica. Se inizialmente gli scenari, e il gioco stesso, sembrano non offrire nulla di particolarmente nuovo e avvincente, la situazione cambia con l'avanzare dei livelli e con l'introduzione di nuove ambientazioni e nuovi personaggi.
La cosa sicuramente più divertente è la possibilità di guidare ben oltre 150 personaggi dell'universo DC Comics. Questo fattore permette di ampliare notevolmente il gameplay visto che ogni personaggio possiede determinati costumi e determinate caratteristiche fondamentali per risolvere alcune situazioni critiche. Questa varietà, ad ogni modo, non risulta mai dispersiva seppure a volte dovrete fermarvi un attimo a riflettere su quale character utilizzare. C'è da dire, comunque, che il gioco non è particolarmente difficile in quanto è rivolto a tutte le fasce d'età, e nella maggior parte dei casi le soluzioni per risolvere gli enigmi vengono praticamente suggerite. Ad ogni modo, la gran varietà di situazioni e personaggi potrebbe confondere i più piccoli.
Il team Traveller's Tales ha il pregio di conoscere bene l'Universo DC Comics e i fan riconosceranno molte citazioni. Una chicca è la presenza di Adam West, il Batman del telefilm anni '60, in continue situazioni di estremo pericolo. Queste piccoli accorgimenti rendono, dunque, il titolo una chicca imperdibile per i lettori dei fumetti.

La versione testata da noi per XBox 360 presenta un comparto tecnico notevole. Ottima la grafica, dunque, ma anche l'audio pure nella versione italiana che non sfigura affatto rispetto a quella inglese. La qualità del titolo, la longevità e la possibilità di provare numerose combinazioni di personaggi, rende in definitiva Lego Batman 3: Beyond Gotham un titolo consigliato ai fan della saga e non, in attesa del film Lego Batman in uscita nel 2017.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.