Menu

 

 

AVE: le molteplici declinazioni dell'incontro, intervista ad Ariel Vittori e Laura Guglielmo

Il 2017 è un anno importante per Attaccapanni Press, l'etichetta editoriale nata da un’idea di Ariel Vittori e Laura Guglielmo e fondata insieme a Laura Vivacqua che, dopo aver dato vita all'antologia erotica Melagrana, di cui vi abbiamo parlato approfonditamente, presenta il suo nuovo progetto in crowdfunding AVE - Nice to meet you, di cui vogliamo parlarvi un po' più a fondo. Per farlo, abbiamo fatto quattro chiacchiere con due delle tre fondatrici, Ariel Vittori e Laura Guglielmo: trovate qui di seguito le risposte alle nostre domande oltre ad alcune illustrazioni relative a questo progetto editoriale, di cui continueremo a parlarvi nelle prossime settimane, essendo ancora una volta media partner principali dell'iniziativa.

AVE logo

Il crowdfunding inizia oggi sulla pagina Indiegogo dedicata a cui potete accedere a questo indirizzo, oppure cliccare sull'immagine qui sopra, acquistando il perk che preferite per sostenere quest'opera.

Bentornate su Comicus!

Parliamo un po' di Melagrana: la raccolta fondi alla fine ha dato i suoi frutti. Come analizzereste a posteriori questa campagna? Cosa avete appreso di nuovo da questa esperienza?

A.V.: La campagna di Melagrana ci ha lasciato sul filo del rasoio, per via delle molte pagine e quindi della richiesta di fondi per noi più alta del solito, e l'analisi finale è sicuramente soddisfacente: la pagina di crowdfunding ha raggiunto più persone, questo anche perché abbiamo imparato a muoverci un po' meglio sul piano della comunicazione con la stampa. Più di ogni altra cosa in realtà abbiamo appreso molto dalla realizzazione del libro in sé, mille dettagli preziosi da aggiungere al bagaglio per far libri sempre migliori.

Ora vi lanciate in un progetto di genere molto diverso dai precedenti: da dove nasce Ave?

L.G.: Ave nasce, come sempre, dalle idee che io e Ariel ci rimbalziamo a caso mentre scriviamo le fatture in fiera. Approcci poco ortodossi a parte, questo libro è nato dalla volontà di affiancare a Melagrana, che era stata la prima uscita che avevamo stabilito per il 2017, un libro meno legato a un genere affermato e riconoscibile (in questo caso il fumetto erotico) e più libero di raccontare quello che è in molti casi il miglior motore narrativo in circolazione!

aragno 6

Che cosa vi ha spinte a scrivere una raccolta di storie sul tema dell'incontro? Le storie narrate saranno in qualche modo intrecciate tra loro oppure mantengono solo il fil rouge tematico dell'incontro?

L.G.: Le storie brevi raccolte dal libro saranno scollegate tra loro, ma unite da alcuni fili conduttori tematici che sono emersi con molta spontaneità durante la lavorazione. È stata una grandissima soddisfazione vedere il libro prendere forma attraverso le idee degli autori, che hanno interpretato il tema in maniere sia classiche che molto sopra le righe. La motivazione che ci ha spinte a scegliere l’incontro come tematica è stata fondamentalmente la solita: un tema ampio ma che potesse dare sia libertà che appigli agli autori.

Avete selezionato voi stesse i partecipanti a colpo sicuro o avete anche in questo caso vagliato delle candidature?

A.V.: Sì, questa volta come per Grimorio abbiamo pensato già alla lista di persone con cui volevamo collaborare (o alcune di cui amavamo già il lavoro, e l'anno prima ci hanno detto 'voglio lavorare con voi!', forse conta come candidatura?) e ci siamo messi al lavoro.

Potreste dirci a grandi linee come sarà strutturato il volume, a livello contenutistico e di prodotto finale?

L.G.: Il libro sarà un bel volumetto in formato 16x23, contenente 10 storie da 10 pagine. Ammetto di avere un debole infinito sia per le storie brevi che per i numeri tondi, quindi Ave è stato una goduria su tutti i fronti.

guarnaccia 7

Come è stato occuparsi di ben due crowdfunding quest'anno?

L.G.: Quello di Melagrana è stato una sfacchinata enorme, e quello di Ave sta per iniziare. Non posso che dire SPERIAMO BENE! Sicuramente è un impegno di pianificazione molto maggiore rispetto all’anno scorso, ma siamo convinte che ce la caveremo anche questa volta. Si sta creando un piccola comunità di lettori che ci segue a ogni uscita, e faremo del nostro meglio per continuare a pubblicare libri all’altezza delle aspettative.

Quando vedremo ultimate le vostre due creazioni più recenti, Melagrana e Ave? Quando verranno commercializzate?

A.V.: Melagrana è già in stampa, e farà il suo debutto al Treviso Comic Book Festival, con una mostra il primo giorno di fiera, giovedì 21 settembre. Ave invece verrà spedito a chi selezionerà tale opzione poco prima di Lucca Comics & Games, ed è alla grande fiera toscana che per la prima volta sarà esposto al nostro stand, in Self Area.
Assieme ad altre due piccole novità dell'Attaccapanni Presenta: Crescent 3, il seguito della miniserie fantasy di Laura Guglielmo, e Historia, concept book narrativo di Mirko Failoni (di cui vi abbiamo parlato qui).

vivacqua 03

Avete già in mente progetti per l'anno venturo? Svelerete qualcosa già a Lucca?

A.V.: Oh, certo. Abbiamo già progetti in mente per molti anni venturi. Ma a Lucca abbiamo già abbastanza carne al fuoco, attenderemo l'inizio del 2018 per darvi i primi indizi!

Ricordiamo che gli autori presenti in questo progetto saranno Rachele Aragno, Noemi De Maio, Brian Freschi, Francesco Guarnaccia, Laura Guglielmo, Stefano Martinuz, Martina Naldi, Monica Sangermano, Sara Silvera Darnich, Ste Tirasso, Ariel Vittori e Laura Vivacqua. Di seguito trovate la cover realizzata da Rita Petruccioli.

AVE lowres

Ringraziamo Ariel Vittori e Laura Guglielmo per la disponibilità e vi invitiamo a contribuire al crowdfunding per Ave e a sostenere i progetti di Attaccapanni Press, che potete seguire anche sulla pagina Facebook ufficiale.

Leggi tutto...

Attaccapanni Press pubblica Historia: Di magi e briganti, vigliacchi ed eroi

  • Pubblicato in News

Verrà presentato in anteprima a Lucca Comics & Games 2017 il concept book fantasy Historia: Di magi e briganti, vigliacchi ed eroi, realizzato dall'artista Mirko Failoni in associazione con Attaccapanni Press, che pubblicherà il volume coprodotto assieme all'autore.

Per ora si sa ancora poco di come sarà sviluppato il libro, di quali saranno i suoi contenuti e di come verrà strutturato il prodotto, ma potete cominciare a farvi un'idea sui personaggi antropomorfi che verranno ritratti e descritti all'interno del volume dando uno sguardo ai post che trovate qui di seguito, in cui vengono per l'appunto mostrati alcuni dei personaggi creati e illustrati da Failoni.

Potete seguire il progetto sulla pagina Facebook ufficiale a questo indirizzo.

Leggi tutto...

Attaccapanni Press presenta il progetto Ave

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

"In queste ultime settimane di luglio, Attaccapanni Press è orgogliosa di presentarvi il suo ultimo progetto a fumetti: AVE!

Dopo il successo ottenuto con l’antologia sull’Eros, Melagrana, Attaccapanni Press, l’etichetta nata da un’idea di Ariel Vittori e Laura Guglielmo e fondata insieme a Laura Vivacqua, si lancia in un nuovo progetto editoriale, AVE - Nice to meet you!

AVE è un’antologia a fumetti sul tema dell’incontro, da quelli improbabili a quelli gioiosi, quelli inevitabili e quelli pericolosi, per finire con quelli che non si possono dimenticare. Un’opera dai toni prettamente intimisti e con un tema ampio e malleabile come quello dell’incontro che lascia spazio all’interpretazione sia degli autori che degli stessi lettori.

Sul progetto AVE, la seconda pubblicazione antologica del 2017 firmata Attaccapanni Press, sono coinvolti 12 giovanissimi e talentuosi fumettisti: Rachele Aragno, Noemi De Maio, Brian Freschi, Francesco Guarnaccia, Laura Guglielmo, Stefano Martinuz, Martina Naldi, Monica Sangermano, Sara Silvera Darnich, Ste Tirasso, Ariel Vittori, Laura Vivacqua.

Il volume, di circa 120 pagine completamente a colori e impreziosito da una cover disegnata da Rita Petruccioli, conterrà un totale di 10 storie a fumetti in cui personaggi e situazioni si intrecciano in trame coinvolgenti e atipiche. E alla fine di ogni storia, qualcosa sarà cambiato.

AVE lancerà una campagna di crowdfunding su Indiegogo il 1 settembre 2017, e se il finanziamento avrà successo, uscirà in occasione del Lucca Comics & Games dello stesso anno.

Per contatti, richieste e informazioni potete andare sulla pagina facebook ufficiale di Attaccapanni press e tenervi sempre aggiornati sugli sviluppi del progetto con Sketch, news, e anteprime.

Manca ormai poco al lancio ufficiale di AVE, tenetevi pronti a questo fantastico incontro. Lasciate passare l’estate e preparatevi ad AVE. Hold on...

...and Stay Tuned!

AVE - Nice to meet you è un progetto a fumetti creato dall’etichetta indipendente Attaccapanni Press.

“Solidamente vostri per appoggiare qualsiasi cappello o giaccone”

Attaccapanni Press."

Leggi tutto...

Melagrana: insicurezza e libertà nelle tavole in esclusiva di Flavia Biondi e Fabio Mancini

  • Pubblicato in News

In questo ultimo articolo di approfondimento su Melagrana, l'antologia erotica di Attaccapanni Press che ha da poco superato il goal inizialmente prefissato per la campagna di raccolta fondi, ci occupiamo delle storie di Flavia Biondi e di Fabio Mancini. Ancora per pochi giorni il volume sarà acquistabile mediante uno dei perk disponibili sulla pagina ufficiale del progetto, a cui potete accedere anche mediante i banner che ospitiamo sul sito. Nell'articolo trovate anche degli sketch e delle tavole della storia di Flavia Biondi, oltre ad una tavola realizzata da Mancini. Come sempre, cliccando sulle immagini potete vederle più in grande.

Flavia Biondi Asia

Flavia Biondi Carmen

Flavia Biondi è una fumettista toscana fortemente legata alle storie di vita quotidiana in cui viene dato grande risalto ai sentimenti e a persone comuni in grado di provarli intensamente. Ha pubblicato l'antologia Sindrome e il volume Tenebre per Manticora Autoproduzioni, da lei fondata insieme ad altri fumettisti e illustratori, Barba di Perle e L'orgoglio di Leone, graphic novel a tema LGBT, per Renbooks e La Generazione per Bao Publishing, casa editrice per la quale pubblicherà anche il suo prossimo volume.

Parliamo un po' della tua storia per Melagrana. Quali sono le tematiche principali su cui verte la trama? Come si inserisce l'erotismo nella stessa e qual è il tuo approccio al genere? Parlaci di Carmen e Asia, le protagoniste, e di come sono nati questi personaggi.

Mi piace raccontare le persone: è ed è sempre stato il centro del mio lavoro. Mi sento più a mio agio nel parlare delle debolezze che dei punti di forza perché mi hanno sempre coinvolto di più. In questa storia per Melagrana ho voluto approcciarmi al tema dell'erotismo parlando di insicurezza. Ho raccontato la storia di Carmen una donna che nella vita invece ha lavorato per costruirsi tutta una serie di certezze. Un bell'appartamento, un buon lavoro, una relazione stabile. La sua vicenda inizia quando la sua storia di oltre dieci anni finisce e si ritroverà - con molto poco entusiasmo - a trent'anni passati a doversi riavvicinare per la prima volta fisicamente a qualcuno. Quel qualcuno è appunto Asia, una ragazza più giovane di lei, dai modi spiccioli e piuttosto verbosa.
Ho voluto bene a questi due personaggi fin da subito, per me la difficoltà maggiore, è stata principalmente dover riuscire a farli emergere in poche pagine. Asia non è l'unica logorroica. Sarei già pronta per tre sequel.

LPF TAV 2

Questo fumetto rappresenta il tuo primo approccio ad una storia a colori, se si considerano le tue pubblicazioni finora. Che palette cromatica hai adottato e come è stata scelta?

Trattandosi appunto della prima volta che mi rapporto col colore ho optato per qualcosa di molto semplice e grafico. Questa scelta in un senso è voluta per un motivo tecnico, dall'altro l'ho trovata molto adeguata al carattere della protagonista della vicenda, che non definirei di certo frizzante. Essendo Carmen una dermatologa, banalmente, ho usato dei colori che mi ricordassero un po' i toni freddi dei camici e delle cliniche con cui si rapporta ogni giorno.

Sempre parlando di "prime volte", a differenza dei tuoi lavori precedenti in questa storia troviamo come personaggi principali delle donne. Recentemente hai dichiarato di avere qualche difficoltà nel rappresentare le figure femminili e nel disegnarle, qualcosa che tuttavia non emerge per nulla osservando gli artwork finora disponibili. Che sfida artistica ha rappresentato per te questa storia?

Disegnando ho sempre avuto un segno piuttosto rude e sporco. Se non emerge ad un primo colpo d'occhio dai miei lavori è perché cerco di renderlo più morbido e pulito inchiostrando col pennello. Ma se vi mostrassi le mie matite vi rendereste subito conto di che mano da zappatrice mi ritrovo. Per questo ho sempre avuto più difficoltà a rapportarmi col disegno di personaggi femminili. In questo ultimo anno ho voluto affrontare questo scoglio e spero che le mie ragazze risultino un po' più delicate degli omoni pelosi che amo disegnare di solito.

LPF TAV 3

Fabio Mancini è un illustratore italiano finora attivo su pubblicazioni di Eli La Spiga Edizioni e DeAgostini. Ha partecipato a Grimorio, la precedente antologia di Attaccapanni Press, realizzando l'illustrazione centrale del volume. Vi abbiamo parlato più approfonditamente dell'artista in questo articolo della rubrica IllustrART.

Fabio Mancini - Melagrana - Tav def

La tua attività da illustratore la conosciamo bene, ma per quanto riguarda la realizzazione di fumetti parliamo di un territorio inesplorato, se ci basiamo sulle tue pubblicazioni. Quanto sei affine al media fumettistico e quali sfide ti si sono presentate nel dare vita a questa storia?

Sono da anni un lettore di fumetti, l’idea di cimentarmi io in prima persona nella creazione di una storia con i baloon l’accarezzo ciclicamente dai tempi delle scuole medie; tuttavia dal momento in cui mi sono tuffato nel mondo dell’illustrazione sono diventato via via più restio anche solo a provare, temevo (temo!) di essere troppo legato alla cura della singola immagine, la sfida più ardua è stata cercare di non perdere la visione d’insieme per inseguire il dettaglio.

Considerando poi il tema dell'erotismo, sembra abbastanza lontano da quanto rappresentato finora nei tuoi lavori. Come ti sei approcciato a tale genere? Hai riscontrato particolari difficoltà?

Mi sono approcciato al tema con molto imbarazzo, nei miei disegni spesso i personaggi evitano persino di toccarsi, fortunatamente oltre all’imbarazzo c’è stato molto entusiasmo da parte mia, anche perché il progetto è arrivato in un momento in cui sentivo un forte bisogno di cambiamento e di sperimentazione, in questo caso il cambiamento sarà più di contenuto che stilistico. Sorprendentemente non ho riscontrato enormi difficoltà, i problemi maggiori li ho avuti in fase di scrittura, una novità per me, ma grazie al lavoro delle editor credo siano superati, in questi casi è un fortuna non lavorare da soli.

Puoi darci qualche informazione sulla trama della tua storia? Sappiamo che ci saranno diversi gradi di erotismo nel volume: dove si colloca il tuo racconto?

La mia storia sarà ambientata nel pieno della decadenza dell’impero romano, posso dire che lo spunto iniziale è preso da un bellissimo quadro di Sir Lawrence Alma-Tadema, “Le rose di Heliogabalus”, ma non ha pretese storiche, ci tengo a sottolinearlo. Parlerà di uno schiavo e del suo personale concetto di libertà che muterà nel corso della storia, sullo sfondo ci sarà un'orgia rituale, sarà un chicco di melagrana piuttosto succoso.

A questo indirizzo potete trovare tutti gli altri articoli e le interviste relative al progetto.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.