Menu

 

 

 

nintendo-sw

La cover in esclusiva di Lorenzo Fornaciari per Melagrana

  • Pubblicato in News

È da poco cominciato su Indiegogo il crowdfunding di Melagrana, la nuova antologia erotica di Attaccapanni Press, che nel giro di qualche giorno ha già superato il 40% dell'obiettivo di raccolta fondi. Nelle prossime settimane continueremo a parlarvi del progetto con una serie di articoli ad hoc, che approfondiranno maggiormente le storie contenute nell'opera e il lavoro fatto da autori e artisti. Ora possiamo mostrarvi in esclusiva la cover del volume, un brossurato 16x23 di 250 pagine interamente a colori, realizzata da Lorenzo Fornaciari, illustratore che ha lavorato anche per Einaudi Ragazzi, Edizioni EL ed Emme Edizioni e per Melagrana ha creato anche il logotipo e il pattern principale.

COVER MELAGRANA - Lorenzo Fornaciari

Se volete saperne di più su Melagrana, potete consultare gli articoli da noi già realizzati oltre che seguire il progetto sulla pagina Facebook ufficiale, su Tumblr, Twitter e Instagram.

Leggi tutto...

Melagrana e la molteplicità comunicativa dell'erotismo: intervista a Ariel Vittori e Laura Gugliemo

In occasione del lancio del nuovo progetto in crowdfunding di Attaccapanni Press intitolato Melagrana, antologia di brevi storie a fumetti di stampo erotico di cui vi abbiamo raccolto qui tutti i dettagli disponibili finora, abbiamo intervistato le due curatrici dell'iniziativa, nonché fondatrici dell'etichetta indipendente, Ariel Vittori e Laura Guglielmo. Proprio come fatto l'anno scorso per il precedente lavoro Grimorio, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con le due autrici per comprendere qualcosa in più di questo progetto e darvi maggiori informazioni a riguardo, oltre che fare una sorta di bilancio di quanto successo finora per questa nuova e interessante realtà editoriale. Potete contribuire tramite i banner che trovate nel nostro sito, in quanto media partner ufficiali, o da questo link. Le immagini che trovate nell'articolo sono, in ordine, ad opera di Jessica Cioffi, Claudia "Nuke" Razzoli, Flavia Biondi e Greta Xella.

Bentornate su Comicus!

Partiamo da Grimorio, il vostro primo volume antologico che ha riscosso da subito un grande successo, arrivando al finanziamento totale della campagna di crowdfunding su Indiegogo in un tempo rapidissimo. Di recente avete inaugurato la prima ristampa del volume a Cartoomics. Potreste farci una sorta di bilancio complessivo di questa iniziativa? Vi aspettavate un successo simile?

Laura: Aspettarcelo no, ma sperarci si! Avevamo alle spalle un mare di artisti meravigliosamente bravi, e ci siamo davvero fatte in quattro per cercare di promuoverli a dovere. Ci fa un piacere infinito essere riuscite a portare avanti questa avventura, e se riusciremo a esaurire questa prima ristampa finalmente potremo dire che ci sono mille Grimori a piede libero in giro per il mondo! Un bilancio quindi più che positivo, che speriamo di riuscire a bissare coi progetti di quest’anno.

Quali insegnamenti avete tratto da questa esperienza editoriale che verranno poi applicati ai successivi progetti?

Ariel: L'importanza estrema e mai sottovalutabile della pianificazione, anticipata e dettagliata. Per fortuna sia io che Laura abbia quasi un fetish per l'organizzazione, quindi stiamo riuscendo ad applicare queste lezioni sempre più.

Melagrana Cioffi

Quali sono state le sfide principali, magari anche inizialmente non preventivate, che avete dovuto affrontare per far largo a questo lavoro indipendente?

Laura: Spero di parlare per entrambe dicendo LE SPEDIZIONI. Impacchettare, etichettare e spedire tutti i perk del crowdfunding, tenere traccia di tutto, star dietro alle poste che perdono i pacchi e ai corrieri che spiegazzano i libri è stato…non semplice. Abbiamo imparato non poco dall’esperienza, e quest’anno abbiamo già programmato un nuovo sistema per non rimanere del tutto soffocate dai metri cubi di buste che ci invaderanno le case.

Oltre alla produzione di Grimorio, si è anche costituita definitivamente la Attaccapanni Press, ossia la vostra novella etichetta indipendente gestita da Ariel Vittori e Laura Guglielmo, con il supporto di Laura Vivacqua. Cosa vi ha portato a compiere questo importante passo? Quali sono gli obiettivi cardine che vi prefiggete?

Ariel: La vera ragione dietro a questo mettere nero su bianco l'esistenza di Attaccapanni è stata proprio la necessità di regolarizzare l'attività e permetterne la continuazione ancora a lungo, proprio perché dopo tutta la fatica e la soddisfazione della prima Antologia, abbiamo realizzato di volerne fare altre dieci, cento, troppe! L'obiettivo per ora è proprio andare avanti così, restare una piccola realtà concentrata sul fare cose belle, sempre più belle, con le persone giuste.

Melagrana Nuke

Arrivando al 2017, quest'anno presenterete non uno, ma ben due antologici, come vi abbiamo anticipato qui. Il primo si intitolerà Melagrana e sarà una antologia di storie a tema erotico: cosa potete dirci riguardo a questo progetto? Perché questo nome?

Ariel: Di Melagrana conoscete gli autori, ancora ben poco sapete delle loro storie. Possiamo certamente dire che sono spesso diverse dalla produzione precedente dei loro creatori: alcuni, addirittura, sono illustratori che iniziamo al fumetto per la prima volta! Passeremo da storie in cui il climax è un bacio sulla guancia, a storie letteralmente orgiastiche. Ogni storia è un piccolo, succoso grano in un frutto complesso e colorato, una perfezione d'incastri possibile solo in natura. E crediamo davvero che ogni aspetto della sessualità rappresentata in ogni racconto - dal BDSM all'asessualità passando per il più gentile amore di coppia - sia assolutamente naturale. Per questo Melagrana... un frutto, tra l'altro, notoriamente afrodisiaco.
 
L'erotismo è un genere che nel nostro Paese in passato ha sempre riscosso successo tra il pubblico, ma che da diversi anni viene sempre più relegato a fenomeno di nicchia e ostracizzato da una inspiegabilmente ritrovata pudicizia, oltre che da una scarsa qualità del prodotto, dato che l'avvicinamento a tale genere è tutto fuorché semplice, o si rischia di scadere nella facilità consumistica e più triviale di questo potente strumento. Qual è la vostra opinione riguardo al genere e quali secondo voi sono i suoi punti di forza?

Ariel: Io sono, come ormai tutti sanno, un'entusiasta del genere. La sessualità è un'espressione profonda dell'animo umano, e anche nelle sue declinazioni meno fisiche è avvinta alle relazioni umane, una risorsa inesauribile di ambiti da esplorare nelle sue declinazioni psicologiche, antropologiche e via discorrendo. Quindi per me, il suo punto di forza è certamente l'ampiezza di respiro che si nasconde dietro tutto il 'già fatto, già visto', e che rende ancora più sorprendente l'utilizzo del genere in maniera diversa dal solito, per il lettore.

Laura: Allora, potrà sembrare strano dato che sto attivamente lavorando su un progetto del genere, ma l'erotico è davvero moooooooolto lontano dai miei gusti. Da lettrice, difficilmente mi ci accosterei. Anche da questo è nato l'approccio che vorrei che emergesse da Melagrana, e che secondo me parla tanto del potenziale spesso inespresso di questo genere: l'erotismo come motore narrativo ma che non sia mai unicamente fine a sé stesso, l'erotismo vario e multiforme, che a volte si manifesta in modi che il frequentatore medio di questo filone potrebbe non aspettarsi, l'erotismo ben integrato con una trama forte.

Melagrana Biondi

Esistono diversi gradi di erotismo: fino a dove vi spingerete? Vi siete imposte dei paletti da non superare? Quali sono le linee guida che avete fornito ai vostri autori?

Ariel: Sì, abbiamo dovuto stabilire dei limiti, perché quando si lavora in gruppo le sensibilità individuali sono troppo variegate per non stabilire confini. L'unica vera linea da non superare è stata: niente primi piani troppo crudi. Quindi, se di certo non c'è stato rossore o censura di fronte alla nudità, abbiamo cercato di moderare lo zoom.

Ricordiamo ai lettori le modalità di partecipazione a questo progetto in crowdfunding.

Ariel: Vi basterà andare dal 20 marzo sulla nostra pagina indiegogo: (link non ancora attivo) e selezionare il perk - ovvero pacchetto - che più preferite. Ne abbiamo di semplicissimi, con solo il libro incluso, a più ricchi ed esclusivi che vi danno l'occasione di accaparrarvi gadget come segnalibri, sketch o anche il Poster A3 dell'illustrazione di De Longis! Ma avrete tempo solo fino al 21 aprile, e le offerte più succose saranno dedicate ai più veloci a scegliere di sostenerci.

Melagrana Xella

Per quanto riguarda il secondo progetto, invece, di cui si sa ancora poco, potete svelarci qualcosina? Quando vedrà la luce?

Laura: Per il momento possiamo rivelare ben poco, ma in tempo per l’ARFestival a Roma (dal 26 al 28 maggio) sganceremo un paio di notizie bomba. L’unica cosa che posso dire è che sarà un altro antologico, e che la gente coinvolta vi lascerà a bocca aperta. Per quanto riguarda l’uscita, rimarremo sul vaghissimo anche qui dicendo…l’autunno!

Leggi tutto...

Melagrana: i principali dettagli del nuovo progetto in crowdfunding di Attaccapanni Press

  • Pubblicato in News

Di Melagrana, la nuova antologia di racconti erotici a fumetti di Attaccapanni Press, ve ne abbiamo già parlato e di certo continueremo a farlo, ma prima che cominci la campagna di crowdfunding, abbiamo voluto realizzare un breve articolo che ricapitolasse tutto ciò che finora è stato annunciato riguardo a quest'opera.

Cominciamo con l'informazione più importante, la data di inizio della raccolta fondi che è stata ufficialmente fissata per il 20 marzo sulla piattaforma virtuale Indiegogo, la stessa usata per la precedente antologia, Grimorio, di cui trovate qui la recensione.
Per quanto riguarda gli autori e artisti che parteciperanno con brevi storie a fumetti, vi abbiamo raccolto qui sotto tutti i nomi, comprensivi delle ultime aggiunte e guest star, come Matteo De Longis, che realizzerà l'unica illustrazione dell'intero volume, e Lorenzo Fornaciari, che realizzerà invece la cover:

Albhey Longo, Ariel Vittori, Lonnom Bao, Claudia 'Nuke' Razzoli, Eleonora Bruni, Beatrice Zeo Bovo, Fabio Mancini, Flavia Biondi, Giopota, Giulio Macaione, Gloria Pizzilli, Greta Xella, Ilaria Urbinati, Jessica 'Loputyn' Cioffi, Laura 'La Came' Camelli, Giorgio Trinchero, Laura Guglielmo, Martina Andrea Batelli, Serena Ferrero, Vittoria Macioci, Matteo De Longis e Lorenzo Fornaciari.

Qui di seguito invece vi mostriamo due immagini promozionali, la prima realizzata da Ariel Vittori, mentre la seconda da Flavia Biondi, la cui stampa è stata distribuita gratuitamente a Cartoomics.

Melagrana-Logo

16998098 1881314125474449 2095702973741950365 n

Infine vi riportiamo il concorso di giveaway con in palio un'illustrazione originale di Loputyn che anticipa i personaggi che troverete proprio nella storia che l'autrice realizzerà per l'antologia. Potete partecipare fino a domenica 26 marzo e qui sotto trovate il post ufficiale con tutte le informazioni.

Leggi tutto...

L'intimo erotismo di Ariel Vittori, recensione di Little Waiting

Presentato in anteprima a Lucca Comics & Games 2016 dall’associazione culturale Slowcomix, Little Waiting rappresenta il primo fumetto completo di Ariel Vittori ad essere pubblicato sul suolo italiano. Un volume a tema erotico realizzato dalla giovane autrice raccogliendo e componendo con opportune modifiche le storie dei due protagonisti Talitha e Aki realizzate per Food Porn, la prima pubblicazione cartacea di Filthy Figments. Quello che appare subito evidente, ad una rapida considerazione del prodotto, è che per diversi motivi, si tratta di una produzione interessante ed inconsueta per il mercato fumettistico italiano.

little-1

Innanzitutto perché è a tema erotico: può sembrare banale o di sicuro non un qualcosa che giustifichi la precedente asserzione, ma se si fa caso a quello che è l’attuale stato della produzione erotica italiana non se ne esce con molti titoli, tanto meno con molti autori. Il mercato dell’eros nel nostro paese è piuttosto sottotono, lontano da quelli che erano i fasti di una 30-40 anni fa, in cui produzioni e riviste a tema arrivarono addirittura a saturare il mercato stesso, il che fu uno dei motivi che ne causarono in parte il declino, soprattutto qualitativo. Ora, avere una nuova autrice, giovane e capace, che si cimenta con il genere pubblicando sul suolo nostrano fa ben sperare: non è l’unica, sia chiaro, ma di certo è un acquisto importante per la categoria. Se poi si considera che a breve verrà realizzata una nuova antologia erotica dal titolo Melagrana per Attaccapanni Press, la novella casa editrice indipendente creata dalla stessa Vittori assieme a Laura Guglielmo a seguito del successo di Grimorio, non possiamo che augurarci che questo possa aprire uno spiraglio di rinascita del genere.
In secondo luogo perché non è il “classico” erotismo, e qui specifichiamo che l’utilizzo della parola classico non ha nessuna implicazione allusiva se non la constatazione della massiva produzione eteroerotica rispetto a quella omoerotica o transerotica (si perdoni il neologismo). È la storia di una coppia formata da un uomo di nome Aki, e una transessuale MtF (Male to Female) di nome Talitha, non operata, neanche al seno, sebbene si sia sottoposta ad una cura ormonale.

Ma ancora, terzo punto, l'autrice si distacca dalla produzione più canonica per proporre una storia che tratti anche il tema del BDSM, macrocategoria che indica pratiche relazionali e sessuali non ordinarie/tradizionali basate su dominazione e sottomissione, bondage, masochismo e altri rapporti strettamente basati sul consenso reciproco delle persone coinvolte. Ma a differenza di altre produzioni che adottano questo tipo di tematiche per cercare l’eccesso, per scioccare il lettore, per mascherare una trama altrimenti piatta, l’autrice intreccia intensamente l’elemento D&S nella relazione che lega i due protagonisti.

little-2

La tematica di questo rapporto "speciale" tra i due protagonisti, di questa "deviazione dall'ordinario", di questa mancata "ortodossia", è centrale nel racconto proprio a mostrarci come non vi sia nulla di diverso in questo, che il fatto che sia qualcosa di lontano dall'ordine costituito non lo renda necessariamente un'anomalia: ci mostra con grande semplicità che i canoni sociali che adottiamo con grande superficialità, senza prestare attenzione e senza interrogarci sulla loro essenza, minano profondamente quello che è un rapporto civile interpersonale. Il basarsi su di una media di una distribuzione senza tenere conto delle fluttuazioni e della deviazione è un errore abbastanza grossolano, che potrebbe essere facilmente evitato se solo non fossimo così ossessionati dalla media stessa, dall'omologarci e dal costringerci forzatamente entro parametri a cui spesso non apparteniamo, pur di evitare di incombere nel giudizio altrui, temendo quello che si possa dire di noi. In questo, se vogliamo, Little Waiting ci insegna molto di più di quanto non sembri: basta essere aperti al messaggio che viene veicolato.

Il sesso non è rappresentato come riempitivo o per far scalpore ma viene integrato con grande naturalezza nella vita di coppia, come siamo abituati a viverlo: non c’è spettacolarizzazione ma solo messa in risalto di un dialogo intenso e intimo, carnale ma spesso più comunicativo del verbale. Gli sguardi, la gestualità, la postura, le posizioni, il contatto pelle contro pelle, i suoni, la compenetrazione dei corpi, gli amplessi, sono tutte comunicazioni emotivo-sentimentali ataviche, spesso non dissimulabili.
Vittori nell'andare così nello specifico, così nella nicchia, arriva paradossalmente a liberarsi delle sovrastrutture, delle categorie, semplificandosi complicazioni inutili e trattando una relazione tra esseri umani profondamente innamorati l'uno dell'altro, capaci di accettarsi per quello che sono.

little-3

Dal punto di vista artistico possiamo godere dello stile a tratti fumoso a tratti materico tipico della produzione dell’artista, che si destreggia con i pennelli digitali di Kyle T Webster associandoli ad una palette cromatica tenue per conferire alle tavole un’atmosfera di dolcezza e delicatezza, a sottolineare il rapporto di amore profondo, senza rinunciare ad una carica erotica potente ed eccitante. Le anatomie sono fedeli, studiate e curate nei dettagli, nonché morbide e armoniche, lo studio delle luci e delle inquadrature, della posa dei personaggi, della varia gamma di espressioni adottata è davvero degno di nota.
 
Non possiamo quindi che consigliarvi questo volume, recuperabile contattando direttamente l'autrice a questo indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Qui trovate maggiori dettagli a riguardo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.