Menu

 

 

 

AVE: intervista a Rachele Aragno, tavole e studi in esclusiva di Melvina

Dopo aver fatto quattro chiacchiere con Ste Tirasso a proposito di Poaqui, la sua nuova storia a fumetti realizzata per Ave - Nice to meet you, l'ultima antologia di Attaccapanni Press attualmente in crowdfunding su Indiegogo, abbiamo deciso di parlarvi di un'altra storia contenuta in questa raccolta. Abbiamo quindi contattato Rachele Aragno, autrice di Melvina, per saperne di più su questo particolare racconto. Di seguito trovate quindi una breve intervista all'artista, oltre ad alcuni studi e sketch preparatori, mentre nella gallery in basso vi mostriamo due tavole della storia.

Una domanda di rito, per iniziare: come sei entrata a far parte di questo progetto?

Allora, ero rimasta folgorata da Grimorio, che è uscito l’anno scorso per Attaccapanni press. Ho amato le storie e gli autori che erano tutti di un livello altissimo, e non solo. Il libro era professionale e ben fatto. Così mandai i miei complimenti a Laura Guglielmo e le dissi che se avessero fatto di nuovo un prodotto così ben fatto avrei mandato la mia candidatura. Laura, che è dolcissima e bravissima, come del resto Ariel Vittori e Laura Vivacqua, mi disse che stavano facendo un po' di scouting e mi chiesero di mandare un pitch della mia storia. Così ho fatto, loro l’hanno amata e siamo partite insieme per questo viaggio fantastico!

studio aragno 1

Puoi parlarci più nel dettaglio di Melvina, la storia che hai realizzato per Ave - Nice to meet you?

Melvina è una bambina molto curiosa ed intelligente. Un giorno, spinta dalla voglia di conoscere, insegue un gatto che si affaccia alla sua finestra. Nella casa vicina conosce Otto, un tassidermista. Tra i due nasce subito una bella intesa che presto si tramuterà in amicizia e che li condurrà verso nuove avventure. Melvina imparerà che ci sono cose dentro noi stessi potenti come la magia e che ci serve un amico per capirci e sostenerci.

studio aragno 2

Il tema principale dell’intera antologia è quello dell’incontro. Come hai declinato questa tematica? Hai preso spunto da qualcosa in particolare? Cosa ti ha permesso di comunicare questa storia?

Credo che il tema dell’incontro sia eccezionale: è così vasto che si può veramente parlare di tutto. Ogni giorno incontriamo qualcuno o qualcosa che cambia le nostre scelte, nel bene e nel male. Io ho deciso di sfruttare l’incontro come un momento felice e di scoperta. La bambina che incontra un anziano e che riesce a costruire con lui un dialogo e il potere che scopre dentro la sua anima ancora immatura, sono le metafore della crescita e della fortuna di avere vicino una persona amata a sostenerci. Un nonno, una nonna o un amico possono, quando sei ancora piccolo, aiutarti a capire chi sei e far si che da un seme nasca una splendida Orchidea.

studio aragno 3

Osservando il tuo stile attuale, lo stesso adottato per la storia di Ave, si nota un netto contrasto rispetto ai tuoi lavori precedenti, prevalentemente a livello di atmosfere e palette cromatica: si passa da un nero gotico e vittoriano ad un poetico acquerello delicato, sebbene rimanga chiara l'evoluzione stilistica nelle forme e nel tratto. Cosa ti ha portato a questo cambiamento artistico?

Amo ancora molto il gotico ed il Vittoriano, ma con il tempo ho scoperto di avere anche un lato meno ruvido. Mi piace raccontare, anche solo con una illustrazione, una piccola storia, far vivere dei personaggi per un breve istante. E proprio per narrare queste avventure, mi sono ritrovata ad usare uno stile più semplice e diretto che cogliesse più lo stato d’animo del personaggio che la leziosità del virtuosismo della mia mano. I colori tenui e i visi dai tratti minimal mi hanno permesso di raccontare cose che nemmeno sapevo di avere dentro. Quindi in un certo senso il viaggio di Melvina è stato anche il mio.

studio aragno 4

Nel video qui sotto invece potete assistere al delicato e affascinante processo di colorazione ad acquerello di una tavola dell'opera.

Ringraziamo Rachele per la disponibilità e ricordiamo che è ancora possibile supportare il progetto direttamente recandovi alla pagina Indiegogo a questo indirizzo o tramite i banner sul nostro sito, acquistando uno dei perk disponibili.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.