Menu

 

 

Fabian Nicieza

a cura di Danilo Guarino, traduzuione di Fausto Ruffolo

Com'è iniziata la tua carriera nel mondo dei comics?

Ho fatto un colloquio alla Marvel nel 1985 per un posto nel dipartimento produzione. Ho avuto il lavoro e mi hanno trasferito al dipartimento promozioni qualche mese dopo, mentre imparavo come scrivere una sceneggiatura. Cominciai a vendere i miei primi scritti nel 1987 ai vari editori, come freelance.

Sei appena tornato in Marvel, con tre nuovi progetti: Cable & Deadpool, Hawkeye, e i nuovi Thunderbolts

Hanno chiamato ed offerto. Ho risposto ed accettato.

Mancano solo Nomad e i New Warriors, e sei di nuovo sui personaggi sui quali hai lavorato per più tempo!

Bisognerà rimediare, allora!

Come ci si sente a ritornare su personaggi che conosci così bene?

Dipende dalla situazione. Occhio di Falco, nella sua testata, è gestito in maniera diversa di quanto non lo fosse nei Vendicatori o nei Thunderbolts. Sono stato lontano da Cable e Daedpool per un pò di tempo, e ci ho messo un pò per rientrare nelle loro teste, e combinare ciò che ho sempre voluto fare con questi personaggi, e ciò che è successo loro negli ultimi 10 anni. In ogni caso è stato molto divertente e sono contento di come sta venendo fuori il lavoro

Porterai avanti qualche vecchia trama, o partirai con nuove idee?

Nuove idee per tutte e tre le serie. Solamente Thunderbolts riprenderà alcuni elementi lasciati in sospeso qualche anno fa

Da quanto leggiamo sulle tue interviste e sulle preview della serie Hawkeye, ci pare che abbia un'atmosfera alla Nomad, ce lo confermi?

Non mi piace paragonare le due serie, perchè sebbene i toni siano simili, i personaggi e le faccende in cui sono coinvolti sono decisamente diversi. Nomad era una serie impostata su storie autoconclusive con un protagonista alla ricerca disperata di risposte a situazioni complesse. Hawkey è molto più diretta sul fatto che il protagonista conosce le risposte ad ogni situazione complessa, e fa in modo che queste verità vengano a galla.

Dopo il primo story-arc, avremo la possibilità di vedere Clint in costume?

Potreste vedere Clint in costume già nel primo arco narrativo, chi lo sa? Non ho mai detto "niente costume", ho seplicemente detto "il suo abbigliamento sarà sempre adeguato alla situazione".

Che differenza c'è tra Cable & Deadpool e Agent X e Soldier
X
?


Beh, Deadpool è diverso da Alex Hayden, come abbiamo scoperto da poco, è un pò più solitario di quanto non lo fosse Alex. E' tornato per fare il mercenario, in attesa che il telefono sqiulli, cosa che incidentalmente avviene nelle prime pagine del n°1.
Cable è Soldier X, ed una una evoluzione logica del personaggio. E' e resta Cable, non importa quale sia il titolo della testata, ed è ancora ad un biovio della sua vita: sta cercando di capire com usare il suo incredibile dono, e perchè non ha ancora strizzato l'occhio e trasformato il mondo in un posto migliore.

Quali saranno le caratteristiche di questa serie?

Casino. Humor. Azione. E due uomini soli che cercano di capire cosa devono fare della propria vita. Ed ancora casino, humor, e azione.

Che succederà nella serie dei nuovi Thunderbolts?

Alcuni personaggi cercheranno di salvare il mondo, altri cercheranno di impedirglielo.

Hai lavorato con Stefano Raffaele su Balckburne Covenant ed ora su Hawkeye. Ti trovi bene con lui?

Adoro lavorare con lui. E' una gran persona ed un ottimo artista.

Che ne pensi di questi altri disegnatori italiani, Claudio Castellini e Gabriele Dell'Otto?

Penso siano spettacolari, e spero di lavorare presto con loro!

Com'è la tua giornata lavorativa? E' importante per te conoscere il nome del disegnatore per cui scrivi? Che differenza c'è tra Raffaele, Kitson e Brooks?

Cerco di lavorare come se fossi in ufficio, dalle 5 alle 9 ore al giorno. A volte scrivo di notte. Salto tra i vari progetti per i comics ed altri lavori, spesso dividendo la giornata tra loro. In questo periodo visto che sono coinvolto in progetti in cui fornisco una sceneggiatura completa, non fa molta differenza con chi lavoro.

Se tornassi negli anni 90 sul tuo lavoro sulle testate X, cosa faresti?

Rifiuterei il lavoro, ma terrei gli assegni! :-)

Cambieresti alcune delle tue scelte, sulle storie?

No, cambierei le scelte degli editor.

Hai mai incontrato Chris Claremont, per chiedergli come avrebbe portato a termine alcune sue sottotrame?

Ce ne erano talmente troppe da discutere, che alla fine abbiamo deciso di farci qualche birra in più.

Ti rivedremo lavorare con Steve Rude?

Lo spero. Adoro lavorare con Steve e lo rifarei dovunque e subito.

Quale è la storia che sogni di scrivere? E' rimasto qualche personaggio che ancora non hai scritto e per il quale sogni di scrivere una storia?

Nei fumetti? Ci sono un sacco di personaggi Marvel e DC che ancora non ho scritto, e che mi piacerebbero. Nightwing è il primo della lista, seguito da Superman, Atom, Batman, Green Arrow... cavolo questa lista è infinita. In Marvel: Capitan America, Dott. Strange...anche qui potrei continuare all'infinito. Al di fuori del mondo dei comics spero di lavorare a delle sceneggiature per il cinema, e ad alcuni piccoli progetti cinematoigrafici, con i quali diventare un riccone di Hollywood col sigaro in bocca, e bere martini 24 ore al giorno!

Progetti futuri?

Dormire! Non abbiamo parlato già di troppe cose?


Marco Rizzo
Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.