Menu

 

 

IllustrART: la freschezza dell'essenziale nell'arte di Claudia "Nuke" Razzoli

  • Pubblicato in Focus

La puntata odierna di IllustrART è dedicata all'artista italiana Claudia "Nuke" Razzoli e ai suoi splendidi lavori di cui, come al solito, trovate una selezione nella gallery in basso all'articolo.

L'illustratrice e fumettista nata a Pescia, in Toscana, nel 1983, si è formata alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze, contribuendo poi, a partire dal 2011, alle pubblicazioni antologiche del collettivo Katlang!, per cui esce anche il suo primo graphic novel, Red, nel 2012. Sempre in quell'anno entra a far parte dell'Associazione Culturale Mammaiuto, pubblicando periodicamente sul sito I Diari della Nuke, che nel 2013 vengono pubblicati in cartaceo, prima tramite crowdfunding, e ristampati proprio quest'anno da Shockdom. Tra le altre pubblicazioni troviamo Petrarca nel 2014 per Kleiner Flug, Effetto Casimir - ordinaria disevoluzione di una coppia per Rizzoli Lizard l'anno successivo e nello stesso periodo esce anche l'antologico Mammaiuto Un ragazzo parte per un viaggio, ferisce qualcuno, non torna più a casa, al quale partecipa.
Attualmente, l'artista è al lavoro su Ross, un graphic novel pubblicato ad episodi su Mammaiuto, e Millennials - Born to be Heroes, spin off del web comic To be Continued di Lorenzo Ghetti, serie in 10 numeri che vi abbiamo consigliato di non perdere a Lucca in Self Area.

I lavori della pubblicati in rete spaziano molto a livello di stile, passando da acquerelli realistici, adottati per lo più nella prima parte della sua produzione, ad una estrema semplificazione delle forme che caratterizza la produzione più recente dell'illustratrice; l'abilità artistica della Nuke tuttavia non si limita al solo disegno tradizionale, in quanto diversi sono i lavori pubblicati e realizzati con tecniche digitali, come d'altronde il suo nuovo fumetto Millenials, definito da tinte piatte, spesso accese, e campiture dense, nitide, con ombreggiature altrettanto marcate e nette.
La stilizzazione dell'anatomia, la riduzione del dettaglio più cesellato per passare ad una definizione più macroscopica, produce una freschezza di stile davvero inebriante, con una grande attenzione per il character design e per il vestiario indossato dai suoi personaggi, sempre attentamente curato nel gusto. Le illustrazioni sono vibranti, comunicative ed estremamente espressive, soprattutto nei volti e negli occhi, che sono di una semplicità tale da risultare ipnotizzanti. Scarnificare l'eccesso per rimanere con il concetto essenziale da voler trasmettere, eliminare il superfluo e il ridondante per portare alla luce l'essenzialità, che senza il contorno rifulge con una potenza artistica fortemente meno attenuata. Questo in sintesi è quello che emerge dalla sua ultima produzione, che trovate per prima nella gallery in basso.

Potete seguire l'artista sulla sua pagina Facebook ufficiale, su Tumblr, mentre qui trovate tutte le informazioni riguardo a To Be Continued, dove potete leggere online la storia principale gratuitamente e acquistare anche lo spin-off Millenials.

Leggi tutto...

IllustrART: l'armonica sinuosità stilistica di Silvia Vanni

  • Pubblicato in Focus

Ritorna IllustrART dopo la pausa lucchese, in cui abbiamo avuto il piacere di incontrare Silvia Vanni, in arte Fantafumino, una giovane artista italiana, attualmente al lavoro su Salomè per Kleiner Flug, sui testi di Emilia Cinzia Perri, di cui vi abbiamo parlato in questa intervista, che ha partecipato anche alla raccolta antologica Grimorio, di cui vi abbiamo parlato a lungo.

Silvia Vanni, 27 anni, da sempre appassionata al fumetto e al disegno, ha studiato a lungo la Nona Arte, e nel 2013 ha vinto il Lucca Project Contest, che le è valso la pubblicazione del suo primo fumetto, La città dei cuori innocenti, per Edizioni BD.

Sfogliano le pagine della sua ultima opera, così come dando un'occhiata ai suoi lavori disponibili in rete, siamo rimasti affascinati dalla morbidezza e dall'armonicità del tratto, che rifugge qualunque impianto tecnico-accademico, semplificando fortemente le forme e creando uno stile dolce, lontano dal realismo e dal rigore anatomico, raccordando e smussando quanto più possibile ogni linea. Uno stile semplice ma per nulla scontato, essenziale e sinuoso, accordato magnificamente a palette cromatiche tenui, con una colorazione piatta a campiture piene. Nei lavori digitali troviamo una grande variazione di composizione e sperimentazione di diverse soluzioni visive. Di seguito abbiamo raccolto una piccola gallery dei suoi lavori, che potete trovare sul profilo Deviant Art, o su Facebook, Instagram e Tumblr.
L'artista è anche disponibile a realizzare commission digitali e potete informarvi meglio al seguente indirizzo.

Leggi tutto...

IllustrART: gli universi surreali e gli emozionanti dettagli del francese Cyril Rolando

  • Pubblicato in Focus

Oggi a IllustrART parliamo di un illustratore d'oltralpe davvero eccezionale, tale Cyril Rolando, capace di rappresentare paesaggi, figure umane e dettagliatissimi primi piani in cui domani prepotentemente una fantasia surreale carica di potenza espressiva, che illumina l'osservatore.
I suoi lavori digitali sono fortemente influenzati dallo stile e dalle opere di Tim Burton da un lato e Hayao Miyazaki dall'altro, due artisti visionari che hanno trasmesso questa peculiarità all'autore di questi lavori.

Sotto il nome d'arte di Aquasixio, l'artista esplora i sentimenti, l'amore e le correlazioni interpersonali tra gli esseri umani, filtrate da un romanticismo molto dolce, ma mai posticcio, eccessivamente glicemico. Sul suo profilo Devian Art, nella descrizione troviamo tra gli interessi letterari i lavori di Boris Vian, in particolare il romanzo La schiuma dei giorni, che riflette una duplice natura, che possiamo osservare anche nelle sue opere: se superficialmente possiamo vedere una realtà spesso perfetta, gioiosa per quanto innaturale, persino pacifica, se si scruta meglio, si osserva una profonda malinconia di sottofondo, spesso si rileva un senso di tristezza che fa da scheletro all'illustrazione. Una dicotomia mixata in modo sensuale e intenso, che cattura e ci fa godere e commuovere, perdendoci tra i magnifici e assurdi colori dei suoi lavori digitali.

Qui di seguito trovate una ricca gallery delle opere dell'artista, mentre se volete sempre rimanere aggiornati potete dare un'occhiata al suo profilo DeviantArt, alla sua pagina Facebook e al suo blog Tumblr.

Leggi tutto...

IllustrART: Julien "Capitan Artiglio" Cittadino, il fantawestern e i dinosauri pop

  • Pubblicato in Focus

Torna dopo la pausa estiva la nostra rubrica IllustrART dedicata all'illustrazione, con un nuovo focus su di un artista davvero talentuoso e che siamo certi a breve accrescerà ulteriormente la sua popolarità. Oggi ci occupiamo infatti di Julien Cittadino, in arte Capitan Artiglio, omaggio all'omonimo videogioco per PC del 1997 (in originale Claw) della Monolith Productions. Il suo lavoro è sensazionale ma solo da poco è disponibile in rete, soprattutto sui social, Facebook in particolare, su cui l'artista è molto attivo a partire proprio dall'inizio di quest'anno.

Classe 1993, Julien comincia a disegnare e autoprodursi i propri fumetti sin dal liceo, per poi svolgere il ruolo di grafico e illustratore di cover di album e locandine per l'organizzazione One Love, lavorando per artisti come Rancore & Dj Myke, Max Zanotti e Murubutu, di cui trovate la cover per l'album L’uomo che viaggiava nel vento nella gallery in basso.
La decisione di voler essere un fumettista è nata dall'incontro con l’insegnante e fumettista Pierpaolo Rovero. Sempre su Facebook, l'artista ha creato, insieme a Albhey Longo (La Quarta Variazione, Bao Publishing) e Oscar Ito (L’isola del tesoro, Star Comics) la pagina DeZummo su cui vengono postate locandine tributo di film.
Per ora il suo lavoro in ambito fumettistico vede all'attivo solo una breve storiella di due pagine Mastermind nel pianeta dei dinosauri per Atomic Rocket Comics, ma a breve uscirà quello che è il suo primo vero volume per un importante editore italiano, che sarà una sorta di fantawestern con protagonisti cowboy e dinosauri, tematiche che domineranno i disegni che vi mostreremo.

Nella gallery che vi abbiamo preparato in fondo all'articolo, abbiamo operato una selezione dei numerosi lavori che regolarmente vengono postati su Facebook, concentrandoci maggiormente sulle ultime illustrazioni che andranno a confluire nel nuovo fumetto. Vediamo quindi come l'artista sviluppi un universo in cui convivono dinosauri antropomorfi e cowboy, mischiando così in maniera bizzarra due genere sostanzialmente differenti. Si nota subito lo studio della fisionomia dei diversi taxa, la documentazione sulle diverse specie della categoria dei dinosauria, mischiando i tratti dei diversi generi per creare nuove specie. Un lavoro davvero eccezionale che dà vita a creature meravigliosamente bizzarre, caratterizzate da una cura estetica spettacolare e da una fisiognomica altrettanto ricercata. Completano il quadro dei colori vivaci, con scelte policromatiche e una paletta virata al malva scuro e al pesca; uno stile interessante, à la Andy Council, essenzialmente pop, infarcito di cultura fine anni '90 e influenze nipponiche. Nella parte finale della gallery trovate anche qualche lavoro più vecchio. Di seguito due lavori realizzati utilizzando le funzionalità di panoramica a 360°.

Vi consigliamo di tenere d'occhio questo giovane artista sulla sua pagina Facebook o sul suo sito personale, perchè ne sentiremo parlare sicuramente a lungo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.