Menu

 

 

Speed Rece #16: le nostre letture in breve

Ecco a voi l'appuntamento numero 16 con Speed Rece, la rubrica in cui i redattori di Comicus raccontano in breve le loro letture settimanali. Buona lettura!

Aliens 010 piatta-800x600
Aliens 10 (Saldapress)

di James Stokoe
Il canovaccio è sempre lo stesso: un'astronave esploratrice si imbatte in quel che resta di una spedizione finita male, soccorrendo i sopravvissuti. Ma l’errore che commette il capitano Hassan della stazione spaziale Sfacteria è madornale: portare a bordo i sopravvissuti moribondi di un vascello non identificato, misteriosamente alla deriva nello spazio, si rivelerà uno sbaglio fatale, come insegnano praticamente tutti i capitoli della saga cinematografica lanciata da Ridley Scott nel 1979. Ma l’originalità di Aliens: Dead Orbit, miniserie che debutta in questo numero del mensile dedicato allo xenomorfo più famoso della storia del cinema, sta nel notevolissimo talento grafico del suo realizzatore, il giovane James Stokoe, già messosi in evidenza su alcuni numeri di Moon Knight e The Mighty Thor per la Marvel. Alla sua prima prova di rilievo come autore completo, Stokoe colpisce per la furia compositiva con cui costruisce le sue tavole ricche di dettagli, dove echeggiano influenze manga e del fumetto europeo alla Métal Hurlant, il tutto unito alla spettacolarità tipica del fumetto a stelle e strisce. Come bonus, assisterete ad una delle nascite di xenomorfo più disgustose mai mostrate prima, cinema compreso. Segnatevi il nome del ragazzo, ne risentiremo parlare.
Voto: 8
Luca Tomassini

Batman-26-250
Batman 26 (RW Lion)

di Tom King, Mikel Janin, James Tynion IV, Alvaro Martinez, Tim Seeley e Minkyu Jung
Ai nastri di partenza La guerra degli scherzi e degli enigmi, nuovo capitolo della bat-epopea concepita da Tom King. Lo scrittore ci trasporta nel passato, agli inizi della carriera dell’Uomo Pipistrello, raccontandoci della rivalità tra il Joker e l’Enigmista che mise a ferro e fuoco Gotham City, col Cavaliere Oscuro preso nel mezzo. Varcata ormai la boa del secondo anno di permanenza sulla testata, King può finalmente fornire la sua interpretazione di due iconici avversari di Batman, con la consueta destrezza nell’approfondimento psicologico e nella stesura dei dialoghi. Il comparto grafico è affidato alle matite di stampo realista di Mikel Janin, artista capace di dividere il pubblico tra sostenitori e detrattori, anche se il risultato finale risulta comunque di forte impatto visivo. In Detective Comics, un altro piacevolissimo capitolo della run di James Tynion IV, in cui Il Cavaliere Oscuro riceve la gradita visita di una vecchia collega della Justice League, la maga per eccellenza del DC Universe: Zatanna. Disegni accattivanti della giovane promessa Alvaro Martinez. Nelle pagine di Nightwing, infine, Dick Grayson viene raggiunto a Bludhaven da un classico villain DC, la montagna umana conosciuta col nome di Blockbuster, e saranno guai grossi. Testi scoppiettanti di Tim Seeley, matite dell’ospite di talento Minkyu Jung.
Voto: 7,5
Luca Tomassini

caputmundi-5
Caput Mundi 5 – Prima dell’alba (Editoriale Cosmo)

di Giovanni Masi, Dario Sicchio e Fabiana Mascolo
La fitta trama, che ha come protagonisti i mostri della capitale, sta giungendo al traguardo con tutti i pezzi della scacchiera in posizione, pronti a convergere nell’ultimo numero. Giovanni Masi e Dario Sicchio preparano il terreno con questo penultimo numero ancorando la loro sceneggiatura agli eventi narrati in quello precedente: la forzata alleanza di Pietro Battaglia con i “nuovi” personaggi presentati nella saga, si trasforma in una lunga fuga dei protagonisti per sfuggire agli uomini della Mummia, decisi a fermarli a tutti i costi. I disegni di Fabiana Mascolo, dunque, servono i testi di Masi e Sicchio per una storia prettamente “action”, in cui le vorticose e ricche sequenze d’azione fanno da padrone per l’intera narrazione. I dialoghi sono, giustamente, ridotti all’osso ed è compito del disegno d Mascolo tracciare gli eventi fino al climax finale del volume. Strizzando l’occhio al medium cinematografico, questo numero di Caput Mundi è una veloce corsa, che spinge a fondo l’acceleratore, per quello che si preannuncia un finale ricco di twist e capovolgimenti narrativi.
Voto: 7
Leonardo Cantone

1511882986151.jpg--il signore della morte   morgan lost dark novels 02 cover
Morgan Lost - Dark Novels 2: Il signore della morte (Sergio Bonelli Editore)

di Claudio Chiaverotti e Val Romeo
Torna Morgan Lost con le sue Dark Novels da cardiopalma. Claudio Chiaverotti, come ha promesso, porta avanti una continuity serrata. Eravamo rimasti con il plot twist finale, del volume 1, da capogiro. Morgan sta crollando nell’abisso. L’oscurità si sta impadronendo della sua mente e delle sue azioni in un tormento interiore senza precedenti. Intanto il serial killer che chiude le sue vittime nella bara di cristallo ha rapito Inge, infermiera e amica della profiler Pandora. La corsa contro il tempo è innescata. Morgan deve mettere da parte la sua crisi d’identità per il bene della donna. La sceneggiatura tagliente di Chiaverotti procede snella, andando dritto al punto, con dialoghi asciutti e didascalie minime. Il ritmo frenetico dell’albo si chiude con un altro plot twist ben architettato, mostrando presagi funesti ed oscuri.
Val Romeo ci regala un’altra prova di grande qualità e stile. Il suo tratto amplifica la sofferenza di Inge e di Morgan, il piacere nel sadismo del serial killer e la follia negli occhi di Wallendream.
La splendida copertina di Fabrizio de Tommaso rende omaggio al Cavaliere Oscuro, fumetto di ispirazione delle Dark Novels.
Voto: 7,5
Emanuele Amato

g283480001
Supplementi di Linus 1 - Linus Estate

di A.A.V.V.
Dopo la ristampa delle prime annate di Linus, Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, in collaborazione con Baldini+Castoldi, ripropongono al pubblico italiano i celebri supplementi a fumetti della storica rivista. Si parte con Linus Estate, che è in realtà il terzo albo della serie, la ristampa cronologia presenterà i primi due (forse meno “invitanti” per il pubblico) in coda agli altri.
La rivista brossurata presenta una ricca selezione di fumetti, a partire dagli immancabili Peanuts e proseguendo con Romeo Brown, Fred Bassett, Fearless Fosdick e Bristow, oltre che la storia del primo Mondiali di Calcio vinti dall’Italia nel ‘34. Un elenco che presenta oggi molti nomi dimenticati dal grande pubblico ma che, nei numeri successivi, verrà arricchito da classici immortali e personaggi celebri. Ma la vera chicca dell’albo è la prima storia dei Fantastici Quattro di Stan Lee e Jack Kirby che rappresenta l’esordio assoluto di un fumetto Marvel in Italia, prima ancora dell’Editoriale Corno (siamo nel 1966).
La ristampa è di ottima qualità, seppur un euro in meno ai 7,99€ richiesti ci sembrava un prezzo più invitante. Ad ogni modo, un’iniziativa da non perdere.
Voto: 8
Gennaro Costanzo

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.