Logo
Stampa questa pagina

Portfolio: il pop underground di Massimo Mattioli

Portfolio: il pop underground di Massimo Mattioli

Massimo Mattioli nasce a Roma nel 1943 e, nonostante sia apprezzato da generazioni di lettori e abbia oltrepassato la soglia dei 70, l'artista appare fin troppo poco celebrato. Se si cerca su una qualsiasi libreria online si nota che non c'è attualmente nessun volume disponibile a lui dedicato, nonostante la sua produzione sia davvero notevole.

Mattioli è noto principalmente per Pinky, coniglio rosa che lavora come giornalista, divenuto con gli anni una mascotte per Il Giornalino grazie alla sua presenza per oltre quattro decenni. Il personaggio, evolutosi anche graficamente nel corso degli anni grazie alla maturazione artistica del suo autore, riesce a catturare sia il pubblico giovane che quello più maturo. Le avventure imbastite da Mattioli, infatti, hanno un umorismo surreale in grado di catturare i lettori più piccoli e sorprendere quelli più adulti. Lo stile estremamente pop e cartoonistico, con colori saturi e accesi, richiama subito l'attenzione dei più giovani, mentre le composizioni e le trovate geniali appaiono decisamente mature.
Anche nella costruzione delle avventure, sviluppate su singola pagina, su più tavole, su strip che si sovrappongono o capovolte e altre soluzioni ancora, mostrano una libertà creativa che va al di fuori degli schemi, al quale si affianca una narrazione spesso surreale, basata sull'assurdo o, comunque, sorprendente.

GI1349 pag 04-page-0

Lo stile di Mattioli è decisamente ispirato ai fumetti underground americani degli anni '60, non a caso dà sfogo di questa sua verve più violenta e dissacrante su riviste alterative quali Cannibale, co-fondata nel 1977 con Stefano Tamburini, sulla quali crea le avventure di Joe Galaxy, che proseguiranno su Frigidaire e sul mensile Comic Art. Su Frigidaire creerà, invece, il personaggio del topo Squeak the Mouse. Oltre a questo, Mattioli lavorerà per diverse altre riviste in Italia e in Francia.

blood-feast

Nella speranza che qualche editore riproponga le sue opere, abbia raccolto alcune tavole delle sue serie, insieme ad alcune copertine, fra il non eccessivo disponibile in rete.

Comicus.it © 2000-2017. Tutti i diritti riservati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.