Menu

 

 

Speed Rece #4: le nostre letture in breve

Quarto appuntamento con Speed Rece, la rubrica in cui i redattori di Comicus raccontano in breve le loro letture settimanali. Partiamo con una doppia Speed Rece di Caput Mundi 1 della Cosmo.

caputmundi1 cover
Caput Mundi 1 (Editoriale Cosmo)

di Roberto Recchioni, Michele Monteleone, Dario Sicchio e Pietrantonio Bruno

Emanuele Amato:

Con Caput Mundi 1 (di sei) l’Editoriale Cosmo lancia il suo universo condiviso. Volume che parte all’insegna dell’azione narrando la storia dei “Lupi”, gang di piccoli ladri che si ritrova immischiata in una rapina ai danni di un boss della malavita romana. La banda si ritroverà in un giro di mostri veri e propri che non dimenticherà l’affronto. L’emissario non sarà uno che ci va giù leggero: Pietro Battaglia, il vampiro che ha percorso tutta la storia italiana con la sua affascinante e crudele cattiveria.
Il soggetto di Roberto Recchioni, Michele Monteleone e Dario Sicchio vede alla sceneggiatura questi ultimi due che creano una narrazione intensa e ben strutturata. I disegni di Pietrantonio Bruno completano e rendono più oscuro il tutto.
Voto: 7

Alberto Palazzolo:
Da qui parte l'universo condiviso Cosmo. Protagonista ne è la Roma pulp che abbiamo spesso visto nelle produzioni italiane di egenre. Una fusione di elementi crime, tendenti al nero, con il soprannaturale, fa di Pietro Battaglia, personaggio creato da Roberto Recchioni e Leomacs, il cardine su cui far poggiare il resto del mondo appena creato e ancora totalmente sconosciuto. Questo primo capitolo della storia introduttiva introduce nuovi personaggi, ripartendo dal Battaglia criminale che spadroneggia nella Roma delle bande. Un Battaglia lontano dal personaggio "storico" che agiva tra le pieghe dei avvenimenti reali del nostro passato e che avevamo conosciuto nelle prime storie.
Voto: 7

MDEMK069 0
Daredevil 18 (Panini Comics)

di Charles Soule, Ron Garney, Ed Brisson, Mike Perkins, Becky Cloonan, Steve Dillon, Matt Horak.
Proseguono le avventure dell’Uomo Senza Paura raccontate da Charles Soule: la run dell’autore, fin qui incerta, segna la sua prima svolta importante con la rivelazione di come abbia fatto l’alter-ego di Matt Murdock a far tornare la sua identità segreta di nuovo…segreta. Ai disegni, l’ottimo Ron Garney con tavole ispirate che valgono da sole il prezzo dell’albo. In appendice, debutta il nuovo serial di Iron Fist, con Danny Rand in giro per il mondo alla ricerca dei suoi poteri perduti. Ed Brisson scrive un incipit interessante, Mike Perkins illustra con la consueta e piacevole professionalità. In Punisher, continua lo scontro brutale tra Frank Castle e l’organizzazione di mercenari Condor. Testi al fulmicotone di Becky Cloonan, mentre ai disegni ammiriamo con malinconia, per l’ultima volta, lo stile grottesco e inconfondibile di Steve Dillon, scomparso improvvisamente lo scorso anno proprio mentre lavorava a questo numero di Punisher. Il subentrante Matt Horak fa quello che può, ma l’eredità dell’illustratore di Preacher è insostenibile.
Voto: 7,5
Luca Tomassini

1501677599230.jpg--la fiamma   dylan dog 373 cover
Dylan Dog 373 - La Fiamma (Sergio Bonelli Editore)

di Emiliano Pagani e Daniele Caluri
L'atteso esordio dei Paguri (Emiliano Pagani e Daniele Caluri) su Dylan Dog convince grazie a una storia in cui torna il Dylan sociale che parla della nostra società trattando tematiche difficili. La Fiamma ci porta in una Londra che brucia con manifestazioni violente fra civili e poliziotti, ma il tutto è trattato in maniera intelligente e non scontata. Qualcosina da limare sopratutto in qualche dialogo e situazione troppo didascalici, ma è probabile che il duo debba farci la mano abituati a opere grottesche e satiriche come Don Zauker e Nirvana.
Voto: 7,5
Gennaro Costanzo

cosmo-milz1
I Grandi Maestri 14: Micheluzzi 4 – Mermoz (Editoriale Cosmo)

di Attilio Micheluzzi
La biografia del grande aviatore francese Jean Mermoz, raccontata in immagini dal compianto Attilio Micheluzzi. Il maestro istriano mette in scena la vita spericolata del leggendario pioniere del volo, autore di trasvolate epiche mai tentate prima, insignito di onorificenze in patria e all’estero. Tra imprese straordinarie e fallimenti altrettanto spettacolari, Micheluzzi ci accompagna attraverso la vicenda umana di un titano dei primi decenni del ‘900. Un avventura di stampo classico, raccontata con prosa commossa e partecipata unita al tratto minuzioso e dettagliato del suo indimenticabile autore. Imperdibile.
Voto: 8
Luca Tomassini

1503308736004.jpg--l infelice   mercurio loi 05 cover
Mercurio Loi 5 – L’infelice (Sergio Bonelli Editore)

di Alessandro Bilotta e Andrea Borgioli
L’investigatore della Roma passata, accompagnato dal fedele Ottone, è costretto non solo ad indagare sulla natura misteriosa de l’Infelice, ma è anche a fare i conti con il proprio plumbeo stato d’animo. Alessandro Bilotta conferma la complessa forza narrativa del personaggio, esplorandone la natura intimista con il pretesto della detective story fatta di ricostruzioni narrative, piuttosto che di espedienti scenografici come nei precedenti numeri. I disegni di Andrea Borgioli si prestano alla storia carica di primi piani indugiando meno sulla Città Eterna e, dato il racconto, più su chi la popola. Il risultato è una storia meno action delle precedenti ed ricca di spunti di riflessione sulla natura del dolore e dell’infelicità umana.
Voto: 7
Leonardo Cantone

1501767087654.jpg--serial toons   morgan lost 24 cover
Morgan Lost 24 – Serial Toons (Sergio Bonelli Editore)

di Claudio Chiverotti e Alessandro Pastrovicchio
L’ultimo numero della serie prima del cambio di formato e foliazione vede l’eroe Bonelliano daltonico alle prese con Blunt e Veronica, due cartoni animati. Claudio Chiverotti prosegue splendidamente la sua narrazione noir metanarrativa del personaggio, coadiuvato da Alessandro Pastrovicchio che ha il compito di “colorare” l’avventura con uno stile cartoonesco che, nonostante la brusca virata grafica, non altera le coordinate narrative della serie. Il risultato è un divertente, e allo stesso tempo inquietante, ibrido grafico inusuale e dalla grande potenza narrativa.
Voto: 8
Leonardo Cantone

odino-cosmo
Odino (Editoriale Cosmo)

di Nicolas Jarry e Erwan Seure-Le Bihan
Nuova incursione a Nord per la Cosmo. Dalla creazione al Ragnarok, direttamente dalla voce del padre degli Aesir. Nicolas Jarry, già visto con l'ottimo Il crepuscolo degli dei, è a suo agio con la materia: traspone fedelmente le fonti originali della mitologia norrena (Edda poetica in primis) in una storia fatta quasi solo da didascalie. E che disegni Erwan Seure-Le Bihan! Tavole pittoriche, suggestive per profondità, cromatismi e dettagli. Poco dinamismo e struttura monolitica certo, ma l'effetto generale è affascinante. Per appassionati e per chiunque voglia rifarsi gli occhi.
Voto: 7
Luca Giovanelli

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.