Menu

 

 

 

Mr. Reed #0: Numero Zero

Da ragazzino avevo un problema con i numeri 0 delle serie a fumetti. Probabilmente perché rimasi scottato un paio di volte, o forse più, quando recuperando il numero 1 di una testata scoprivo che di fatto non era realmente il primo e che c’era un numero zero che lo precedeva (e l'immagine che vedete in alto ne è un esempio). Non solo. Se il #1 era preceduto da uno 0, allora non era più il numero 1. E ancora, come funzionava il conteggio di quelle serie? Se, ad esempio, terminava al numero 99, ne erano stati pubblicati 100 numeri o solo 99? Insomma, pippe mentali da ragazzini ormai superate se consideriamo che apro questa rubrica editoriale proprio con un numero 0. Per quale ragione, immagino, vi domanderete voi?

Di fatto, questa non è una prima puntata ma una premessa per me necessaria. Da molto tempo, infatti, avevo in mente l’idea di un editoriale, tuttavia una ragione e poi l’altra mi hanno fatto desistere, non ultimo il fatto che per scrivere una rubrica del genere ci vuole un po’ di sano egocentrismo, qualità di cui sono abbastanza sprovvisto preferendo defilarmi, non certo per timidezza ma per carattere. Tuttavia, ho sempre ritenuto che Comicus avesse bisogno di una rubrica editoriale, un modo per sottolineare ancora con maggiore insistenza la nostra identità e far sentire sempre di più la nostra voce. Non a caso, l’incremento del numero delle rubriche di cui vi abbiamo parlato la settimana scorsa è un ulteriore passo verso questa direzione.
Spunti, dunque, proverranno tanto dagli eventi (news, uscite, polemiche e quant’altro) accaduti in settimana o da riflessioni estemporanee che magari partono dal privato (letture, considerazioni e appunti di vario genere). Sarà dunque il vostro interesse a stabile quanto credito dare a queste parole scritte.

Riguardo al titolo, ci ho riflettuto a lungo optando per un basilare e semplice Mr. Reed alla fine. Reed è il mio nickname storico che utilizzo sul web da quando col mio modem 56k mi collegavo al forum Panini Comics all’alba del nuovo millennio. Il “Mr.” davanti serve solo a darmi un tono e per far notare come, in teoria, non sia più un ragazzino. Insomma, un collegamento con il mio alter-ego del web.

Questo, dunque, è quanto e vi rimando alla prima puntata di Mr. Reed, che tanto questa non conta. È solo un numero zero. (Ma dovremo poi conteggiarla lo stesso?)

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.