Menu
Gennaro Costanzo

Gennaro Costanzo

Follow me on Twitter

URL del sito web:

Fresh Start, il nuovo mega-rilancio Marvel Comics di C.B. Cebulski. I nuovi team di Avengers e di Venom

La Marvel Comics ha annunciato un nuovo rilancio dell'intera linea editoriale, denominato "Fresh Start", previsto per i prossimi mesi, promettendo nuovi team creativi, nuove serie e altro ancora.

L'editore ha pubblicato un'immagine promozionale realizzata da Jim Cheung, insieme a un video dell'attuale editor-in-chief C.B. Cebulski, promettendo una nuova direzione per l'Universo Marvel. Nel video Cebulski promette grandi cambiamenti, come non avvenivano dai tempi di Marvel NOW!.

Marvel2018

Le informazioni diffuse sono davvero poche, tuttavia dalle immagini e dal video possiamo notare il ruolo rilevante che hanno i vari personaggi co-creati da Brian Michael Bendis, che ha firmato un accordo esclusivo con la DC Comics. Dunque, come era stato promesso in precedenza, Miles Morales e Jessica Jones rimarranno una parte importante dell'universo Marvel dopo la partenza di Bendis.

Notiamo, inoltre, anche il ritorno dell'originale Dio del Tuono in possesso di un nuovo martello, che forse indica la possibilità che Jane Foster possa continuare coesistere come Thor. Il video pone un'ovvia enfasi anche su Ant-Man e Wasp, indicando che l'editore tenterà probabilmente di aumentare la visibilità dei 2 personaggi in vista del loro prossimo film al cinema. (Via CBR).

Sono stati, inoltre, annunciati alcuni dei primi team creativi. IGN, infatti, ha lanciato in esclusiva la news che Jason Aaron ed Ed McGuinness saranno i nuovi autori di Avengers. La serie, che partirà a maggio, sarà l'unica dedicata al gruppo ma avrà 18 numeri annuali al posto dei consueti 12.
Nel team, oltre a Capitan America, Iron Man e l'originale Thor, ci saranno Pantera Nera,Captain Marvel, Doctor Strange (in un ruolo "part-time"), un enorme She- Hulk e Ghost Rider nell'incarnazione di Robby Reyes. Aaron, comunque, non abbandonerà l'idea dei Vendicatori di 1.000.000 a.C visti in Marvel Legacy. Il team apparirà sulla testata in una narrazione fra presente e passato.

aven2018001-cov-1518832210697-1280w

Infine, scopriamo che Donny Cates (Doctor Strange, Thanos) e Ryan Stegman (Amazing Spider-Man: Renew Your Vows, Uncanny Avengers) rilanceranno la serie di Venom con Eddie Brock che ripartirà del numero 1.

venom-1-marvel-fresh-start

Restate sintonizzati su Comicus, nei prossimi giorni verranno annunciati nuovi dettagli e team creativi.

In arrivo una nuova serie manga per Galaxy Express 999

Il numero della rivista Akita Shoten's Monthly Champion RED in uscita il prossimo 19 marzo pubblicherà il primo episodio di Galaxy Express 999 Another Story: Ultimate Journey, manga che propone una nuova avventura della celebre serie ideata da Leiji Matsumoto. L'opera, scritta dallo stesso sceneggiatore, sarà disegnata da Yuzuru Shimazaki.

Il fumetto fa parte di una serie di iniziative per celebrare gli 80 anni del maestro. Il primo capitolo di Galaxy Express 999 Another Story: Ultimate Journey sarà a colori.

La storia dell'anime e del manga segue un giovane orfano di nome Tetsuro mentre viaggia con una misteriosa donna di nome Maetel attraverso la galassia su un treno spaziale, nella speranza di ottenere un corpo cibernetico. Il treno si ferma su molti pianeti lungo la strada dando vita a numerose avventure.

(Via ANN)

Marvel: arriva il finale di S.H.I.E.L.D. di Jonathan Hickman e Dustin Weaver

Finalmente, dopo 6 anni, la Marvel Comics ha annunciato gli ultimi due albi della osannata miniserie S.H.I.E.L.D. di Jonathan Hickman e Dustin Weaver.

I due albi #5 e #6, oltre che a un volumetto che ne ristampa i primi 4 intitolati S.H.I.E.L.D.: The Rebirth # 1, usciranno a maggio.

Comicbook.com ha anche diffuso un primo sguardo alle tavole degli albi, oltre che le loro cover. Potete ammirare il tutto nella gallery in basso.

Macerie Prime, recensione: gli spettri di una generazione secondo Zerocalcare

macerie-prime

Nel corso degli anni, in particolare dalla pubblicazione de La profezia dell’Armadillo per Bao Publishing, Zerocalcare (al secolo Michele Rech) si è ritagliato sempre più il ruolo di autore generazionale, grazie in particolare alle avventure pubblicate sul suo blog riguardanti tematiche quotidiane, spesso argomenti leggeri e irrisori, e “nerd” amplificate dal ricorso a figure appartenenti alla cultura popolare cinematografica e televisiva degli ultimi 30 anni. Queste storie sono state poi raccolte in volumi sempre dalla casa editrice milanese. La bibliografia di Zerocalcare, però, comprende anche opere di ampio respiro che trattano tematiche più complesse ed esistenziali, vedi Un polpo alla gola e Dimentica il mio nome, o tematiche sociali/politiche da graphic journalism come Kobane Calling.

Indipendentemente dal tipo di target e dagli argomenti trattati, Calcare non abbandona mai né il suo stile ironico e graffiante, nonché spiccatamente pop, né il suo “personaggio”, che ne contraddistingue ormai inequivocabilmente la cifra stilistica. Michele Rech, infatti, si proietta nella storia nei panni del suo alter ego diventando a tutti gli effetti un protagonista fedele alla sua controparte reale, per quanto indubbiamente smussata e rielaborata. E questo stesso processo viene applicato anche a tutto ciò che lo circonda - al suo mondo, alla famiglia, agli amici... - filtrando e opportunamente modificando la sua realtà, per esigenze narrative, ma mantenendola quanto più veritiera possibile. Calcare non è certo il primo fumettista che utilizza se stesso per narrare le proprie storie, ma la continuità e le modalità con cui il lo fa lo rendono un unicum.

macerie-prime-1


Nelle letture fatte finora, dunque, abbiamo fatto la conoscenza di tutta una serie di comprimari, amici dell’autore, scoprendone vizi e virtù spesso in maniera caricaturale o, comunque, stereotipata per assolvere al loro ruolo di contraltare del protagonista. In Macerie Prime invece l’autore mette in scena un racconto corale sulla crescita e sull’età adulta. Spaziando fra passato e presente, alternato a un futuro distopico composto allegoricamente da macerie, leggiamo le ansie e i problemi di un gruppo di amici che, ancora una volta, sono rappresentazione della società e delle problematiche dell’attuale generazione di trentenni.
Se consideriamo i soli personaggi, potremmo dire che Macerie Prime è la storia della svolta per Calcare, in cui l’autore porta a far evolvere i vari protagonisti. Ma l’ancoraggio alla vita reale ci impone riflessioni di altro tipo. In questa opera assistiamo a una presa di coscienza, forse tardiva, sulla crescita, sulla maturazione e sul nostro ruolo nella società odierna. È finito il tempo per tergiversare, le scelte che compiamo ora sono determinanti per definire cosa saremo in futuro. Tocca, dunque, abbandonare ogni nostalgia alle spalle, ridimensionare e dare il giusto peso agli eventi del passato e andare avanti.

macerie-prime-2

Per Zerocalcare, che qui ribadisce alcune delle sue classiche tematiche, dagli “accolli” al senso di inadeguatezza in alcune situazioni, fondamentale è il confronto con le vite dei suoi amici che avviene sia in occasione del matrimonio di Cinghiale, storico compagno d’avventure, sia per lo sviluppo di un progetto collettivo a cui l’autore vorrebbe, in realtà, sottrarsi. Così, troviamo chi si sposa e ha paura di diventare padre, chi è vittima di un perenne immobilismo che sembra non avere sbocchi, chi si crea un fortino sicuro in cui difendersi da ogni minimo cambiamento, chi da anni lavora (invano) per raggiungere i propri obiettivi, e chi invece affronta la vita con menefreghismo ottenendo, magari, gratificazioni ingiustificate.
In tutto questo, l’autore vive con un certo disagio la propria agiatezza, il fatto di riuscire a vivere delle proprie passioni, come se il successo professionale fosse una colpa in una generazione di precari e sotto-stipendiati. La presa di coscienza è di vivere con maggior consapevolezza e serenità il proprio ruolo, e di ponderare le proprie scelte in base alla propria volontà e alla propria disponibilità senza dover considerare egoistico tutto ciò.

macerie-prime-3

Macere Prime non è un’opera perfetta in quanto si nota una certa confusione nel focalizzare il tutto. Ci auguriamo di trovare una maggiore chiarezza nella seconda parte di questa narrazione, in uscita a maggio, quando scopriremo i risultati del progetto sui cui lavorano i protagonisti. Tuttavia, l’opera è feroce e sincera, nonché perfetta fotografia di una generazione in cerca di una propria identità.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.